Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

venerdì 2 giugno 2017

Preleva al bancomat:rapinato da un algerino che,in realtà,è italiano.Il problema delle news "incerte"

di Lapenna Daniele


Quando le persone invitano a diffidare delle notizie pubblicate dai quotidiani (cartacei o virtuali), dai blog o dalle pagine Facebook, ripenso sempre al fatto che i giornalisti non sanno mai la vera realtà dei fatti, e gli utenti, spesso, se ne dimenticano di questo particolare.

La fretta di pubblicare uno scoop porta a riportare il falso, anche se spesso non è per cattiveria, ma solo per la mancanza di dettagli sufficienti a sostenere una tesi che, comunque, viene espressa.
È il caso di una notizia pubblicata oggi, di un fatto accaduto l' altro ieri a Cagliari: un uomo preleva del denaro contante da un terminale ATM (volgarmente chiamato "sportello bancomat"), un altro uomo lo deruba e fugge via. Il ladro, a quanto viene riportato immediatamente, è forse algerino, ma sicuramente straniero. 


CORSA A CHI LA DA' PRIMA
La notizia, intendo. Ecco cosa è accaduto mercoledì 31 maggio 2017:
Da ansa.it  [link diretto alla notizia]
ANSA - CAGLIARI, 31 MAG. Rapina questa mattina nella zona di via Mameli a Cagliari. Vittima un giovane che aveva appena prelevato denaro allo sportello bancomat. Il fatto è avvenuto alle 10. Il ragazzo aveva appena preso il denaro, poche centinaia di euro, e lo aveva infilato in un marsupio quando è stato aggredito da uno straniero, forse algerino, che gli ha strappato il borsello dalle mani. Tra i due è iniziata una colluttazione ma la vittima ha avuto la peggio e il malvivente è fuggito. Sul posto sono subito arrivati gli agenti della Squadra volante che si sono messi alla ricerca dello scippatore che è riuscito a far perdere le tracce. Nella colluttazione il giovane ha riportato lievi ferite.

Rapina questa mattina verso le 10 in via Mameli, a Cagliari. Un giovane che aveva appena prelevato denaro dal bancomat e lo aveva infilato in un marsupio è stato aggredito da un uomo, probabilmente straniero. Tra i due è scoppiata una colluttazione alla fine della quale il giovane ha avuto la peggio e ha riportato lievi contusioni. Il rapinatore è fuggito con il marsupio: neanche l'intervento della squadra volante ha consentito di trovare il malvivente.

CAGLIARI. Rapina questa mattina nella zona di via Mameli a Cagliari. Vittima un giovane che aveva appena prelevato denaro allo sportello bancomat. Il fatto è avvenuto intorno alle 10. Il ragazzo aveva appena preso il denaro, poche centinaia di euro, e lo aveva infilato in un marsupio quando è stato aggredito, sembra da uno straniero, che gli ha strappato il borsello dalle mani.
Tra i due è iniziata una colluttazione ma la vittima ha avuto la peggio e il malvivente è fuggito. Sul posto sono subito arrivati gli agenti della Squadra volante che si sono messi alla ricerca dello scippatore che è riuscito a far perdere le tracce. Nella colluttazione il giovane ha riportato lievi ferite.

CAGLIARI. Aveva appena prelevato del denaro dal bancomat di via Mameli, quando è stato rapinato da un uomo, con tutta probabilità straniero, che gli ha portato via il borsello con i soldi. Vittima della rapina un giovane che, intorno alle 10 di questa mattina, aveva ritirato qualche centinaia di euro allo sportello bancomat alla fine di via Mameli, all'incrocio con il Largo Carlo Felice. Le sue mosse sono state viste dal rapinatore, stando alle prime ricostruzioni degli uomini della Squadra volante, che potrebbe essere di nazionalità algerina. Tra i due c'è stata una colluttazione, con il giovane rapinato che ha avuto la peggio, riportando lievi ferite. Il ladro è riuscito a dileguarsi e a far perdere le proprie tracce ed è ancora ricercato. 

LA VERITA'
Notizia di oggi, venerdì 2 giugno 2017:
Da Cagliaripad.it [link diretto alla notizia]
Il 2 giugno i militari della Stazione di Sestu hanno denunciato, perché responsabile di furto aggravato e rapina impropria, un 40enne di Sestu [paese sito vicino Cagliari], pregiudicato e disoccupato,  che la mattina del 31 maggio scorso, a Cagliari, in largo Carlo Felice, aveva atteso che un 48enne romano terminasse di effettuare un prelievo di denaro contante  presso uno sportello bancomat, lo aveva seguito e gli aveva strappato di mano il borsello contenente un tablet, la somma di 1.200 euro e poi si era dileguato per le vie del centro. 
Poco distante a bordo di un'autovettura Toyota Yaris,  rubata ad una commessa sestese, di cui si era impadronito precedentemente,  aveva forzato un posto di controllo della Polizia locale di Cagliari, riuscendo a giungere nelle campagne di Sestu, dove aveva abbandonato il mezzo.
L'uomo è stato quindi individuato dai Carabinieri della Stazione di Sestu, che hanno proceduto alla visione di alcuni fotogrammi estrapolati da sistemi di videosorveglianza nella zona dell'aggressione. Il veicolo è stato recuperato così come l’intera refurtiva e restituito ai legittimi proprietari.

Da Castedduonline apprendiamo addirittura le iniziali delle generalità del ladro:
«I militari della Stazione di Sestu, hanno denunciato in stato di libertà, perché responsabile di furto aggravato e rapina impropria, B. E., classe 1977, pregiudicato sestese, disoccupato. E' lui il responsabile della rapina avvenuta mercoledi mattina, nel largo Carlo Felice»

CHI HA RACCONTATO IL FALSO?
Come si può confondere un algerino da un sardo? Forse dalla carnagione? Dall' accento? Beh, io sono del parere che, se non si è sicuri di una cosa, è meglio non dirla. 
Questo è accaduto anche nelle cronache degli omicidi seguiti feticisticamente dai cittadini, o altri tipi di notizie che sono state oggetto di accese discussioni in web, nonostante poi si siano rivelate non completamente vere (oppure, completamente false).
Inutile spiegare che il 99% delle pagine Facebook (che è il social più utilizzato) dei quotidiani, pubblicano le notizie in stile clickbaiting. Approfitto per spiegare cos'è.

Il clickbaiting ("Esca da click") è un termine che indica un contenuto web il cui scopo è quello di attirare il maggior numero d'internauti, avendo come scopo principale quello di aumentare le visite a un sito per generare rendite pubblicitarie online.
Generalmente il clickbait si avvale di titoli accattivanti e sensazionalisti che incitano a cliccare link, facendo leva sull'aspetto emozionale di chi vi accede. Il suo obiettivo è quello di attirare chi apre questi link per incoraggiarli a condividerne il contenuto sui social network, aumentandone quindi in maniera esponenziale i proventi pubblicitari.

Ora, non per attaccare questi siti, ma probabilmente c'è stato qualcuno che ha parlato di un algerino che ha derubato l' uomo: chi è stato a riferire questo dettaglio? Forse la stessa vittima?
Quel che è certo (ma non è questa la notizia che esalta le news dell' ultim' ora che riportano notizie non confermate) è che la reazione degli utenti è stata immediata: sotto la post, sono apparsi i soliti commenti sul tema "stranieri che vengono in Italia per rubare".
I ladri, gli assassini, i violenti, non hanno nazionalità, e qualunque sia il loro Paese di origine (Italia o altri), è giusto che siano puniti secondo la legge, in base al reato commesso.

Il mio consiglio è sempre di commentare le notizie ricordandosi che, se si tratta di notizie "fresche", non è detto raccontino al 100% la verità.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie