martedì 20 settembre 2011

Bollo auto: prescrizione tassa automobilistica. Chiarimenti e delucidazioni sull' Articolo 2934



Post aggiornato al Settembre 2011

Visto il successo del post sulla caduta ( si scivola! ) in prescrizione
della tassa automobilistica, ecco qui che riprendo l'argomento
cercando d' esser più chiaro possibile.

Iniziamo col dire che gli anni dopo i quali cade in prescrizione
il bollo auto varia da Regione a Regione.
Sì vi è la legge del codice civile, ma è meglio informarsi
sulla propria regione ( ad esempio le proroghe che possono
cambiare ed influire sulla durata della prescrizione ).
Esempio??
Il termine di prescrizione per il bollo auto
è fissato da una legge nazionale del 1983 in tre anni.
Alcune regioni ( come fece la Regione Lombardia tempo fa)
si avvalsero dell' articolo 37 della Legge N. 326 del 2003
che proroga la scadenza del recupero dell'amministrazione
finanziaria fino al 2005 anche per i bolli degli anni 2000 e 2001.



Le ricevute dell'avvenuto pagamento vanno conservate
per l'anno cui il pagamento si riferisce e per i tre successivi
(quindi per almeno quattro anni), tenendo conto di
ogni eventuale condono o proroga delle scadenze
della propria Regione. In questo caso la prescrizione
si allungherebbe proporzionalmente.

Il contribuente può beneficiare della riduzione
della sanzione nel caso in cui proceda al pagamento spontaneo,
anche se tardivo, prima che sia iniziata l'attivita' di accertamento
della violazione, secondo la normativa che disciplina il cosiddetto
ravvedimento operoso.
Se non ci si regolarizza possono arrivare richieste di pagamento
(quelle che vi arrivano da Equitalia e vari ) in seguito ad accertamenti
d'ufficio entro tre anni dalla scadenza (quattro comprendendo
quello di validita').
In questi casi sara' applicata la sanzione intera, ovvero
30% sull'importo non pagato.
E il bollo di 500 Euro vi diventa di 650 Euro più gli interessi
annuali di circa l' 1%.

E andiamo all' argomento che veramente interessa
coloro che devono allo Stato il pagamento di vecchio bollo auto:


LA PRESCRIZIONE

L'amministrazione puo' mettere in atto azioni di recupero
della tassa di possesso entro la fine del terzo anno successivo
a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento

(praticamente la prescrizione è di quattro anni, quindi,
considerando anche l'anno di competenza).
Cio' per quanto disposto dall'art. 5 del dl 953/82 cosi'
come modificato dall'art. 3 del d.l. 2/86 convertito nella legge 60/86.
Una conferma del termine e' stata data anche dalla sentenza
di Cassazione civile n.3658/1997.

Nel calcolare se sia stata rispettata la prescrizione
(per esempio per un avviso o per una cartella esattoriale)
devono essere considerate tutte le eventuali precedenti
notifiche interruttive (notifiche di solleciti, avvisi, etc.)
nonchè le eventuali proroghe che potrebbero essere state
decise a livello nazionale (normalmente da leggi finanziarie
o decreti fiscali).

L'ultima legge che ha previsto proroghe è il decreto
fiscale collegato alla finanziaria 2004
(art.37 legge 326/03) che ha disposto che tutte le prescrizioni
(in materia di bollo) con scadenza tra il 25/11/03 e il 31/12/05
fossero prorogate a tale ultima data.
Ciò comporta, in un' ottica odierna, che per i bolli dovuti
per gli anni dal 2000 al 2002 circa la prescrizione scadeva
alla fine del 2005, con la conseguenza che una cartella
esattoriale emessa a seguito della notifica di un avviso
di accertamento avvenuta nel 2005 potrebbe arrivare
anche oggi, entro la fine del 2008 ( il termine triennale
infatti ripartirebbe, in quel caso, dalla notifica dell'avviso).

Quindi se oggi vi arriva una notifica di una cartella esattoriale
del 2009 relativa al pagamento del bollo del 2005,
ecco che tutto cade.

E' da ricordare che una importante sentenza
della Corte Costituzionale (sentenza n.311 del 2/10/03)
ha sancito che le Regioni NON possono autonomamente
e deliberatamente fissare proroghe ai termini di decadenza
e prescrizione relativi alla riscossione del bollo.

Però è bene informarsi sulle varie modifiche di legge
della propria Regione.



Articolo di Lapenna Daniele


fonti info
http://sosonline.aduc.it

242 commenti:

  1. Buongiorno,
    avrei bisogno di un'informazione.
    Io non pago il bollo auto dal 2009 e vorrei sapere quanto dovrei pagare in più (io pagavo circa 150 euro) Grazie

    RispondiElimina
  2. é vergognoso che vadano in prescrizione grossi reati , truffa falsa testimonianza , falso in bilancio , e non vadano mai prescritti i divieti di sosta o simili , questo stato fa schifo , secondo loro io se faccio un divieto di sosta dovrei stare 3 giorni senza mangiare per pagare la multa che poi serve per le loro auto blu o per farsi gli stipendi milionari

    RispondiElimina
  3. non ho pagato il bollo scad. dic. 2010 perchè nel mese dimarzo l ho demolita devo pagare tuutto l'anno grazie

    RispondiElimina
  4. Non è vergognoso, è l' ITALIA.
    Il cittadino medio lo becca sempre in quel posto.
    Però i modi per aggirare le leggi ci sono,
    sennò non ci sarebbero centomila persone per provincia che non hanno pagato il bollo di ogni anno!
    ò_ò

    Per l'anonimo,
    no devi pagare solo da gennaio a marzo.
    Vai alla sede ACI più vicina per farti calcolare l' importo esatto dovuto.

    Ciaoo!

    RispondiElimina
  5. Buongiorno, Sig. Daniele
    avrei bisogno di delucidazioni circa i bolli moto regione Liguria.

    Equitalia mi dice che NON sono stati pagati i bolli di uno scooter per gli anni 2000-2001, ruolo 2008 visto il 17.01.2008 notifica 20.08.2009 e

    bollo 2003 ruolo 2009 visto il 02.12.2008 notifica 09.03.2009

    scopro che è vero, perchè chi ha comprato il mezzo del mio ragazzo nel 2001 non ha mai fatto il passaggio e per giunta è deceduto poco dopo!

    Al PRA infatti risulta ancora intestato A LUI DAL 1998...

    Le mie domande sono:
    1-Deve pagarli o sono caduti in prescrizione?
    2-se fa la perdita di possesso ora è come se ammettesse la proprietà sino ad oggi e quindi i bolli da pagare sarebbero dal 2001 al 2011 !?!

    Per favore mi aiuti, la ringrazio anticipatamente, Saluti G.

    RispondiElimina
  6. Buongiorno Sig. Daniele
    Vorrei un suo aiuto, possiedo una vespa e ultimamente mi è arrivata una cartella esattoriale di equitalia per il pagamento del bollo anno 2005. Devo dirle inoltre che nella cartella in questione c'è scritto che mi è stato comunque notificato questo mancato pagamento (presumo dalla regione puglia)il 06/10/2008 è stata iscritta a ruolo il 31/10/2011 è mi è arrivata a casa il 31/12/2011. Le chiedo devo pagarla? e se No, esiste un prestampato con le varie leggi a nostro favorein modo da poter presentare tutto a Equitalia e fermare tutto? La ringrazio sin da ora per la diponibilità.

    RispondiElimina
  7. Salve G.

    Come può leggere dal sito dell' Aci
    sulla sezione Tributi e Oneri

    In caso di decesso dell’intestatario del veicolo, l’obbligazione tributaria del deceduto, comprensiva di interessi, si trasmette agli eredi, mentre la sanzione si estingue.

    Quindi non dovreste pagare voi
    i bolli dovuti
    sino al periodo
    prima del decesso del precedente proprietario.
    Anzi, se ancora oggi risulta intestato a lui di norma non dovreste neanche pagare i bolli di questi anni!
    Dovreste regolarizzare il tutto, e dopo ciò quindi sistemare i pagamenti dei bolli dall' anno di acquisto del veicolo ad oggi.

    Per la prescrizione, ricordi che deve sempre leggere dove vi è scritto "notificata il" perchè è da lì che si iniziano a contare gli anni. Quindi dal 2009 penso che ancora siano cifre da dover pagare.
    Ricordo ancora che se arriva un'altra lettera nel nuovo anno, il termine si azzera di nuovo, portando la prescrizione di nuovo a zero.

    Saluti
    Daniele

    RispondiElimina
  8. Buondì a lei!

    Dunque bollo 2005
    scaduto quindi dopo un anno
    notifica il 06/10/2008 (quindi ha ricevuto la benedetta lettera! x_x 'cidenti!)
    In quella data la tassa era da pagare,
    e quindi per la prescrizione si parte a contare da lì.
    E infatti Equitalia da metà di questo anno ha iniziato a inviare pagamenti per i bolli del 2008 ( presumibilmente l'anno prossimo passeranno a quelli del 2009 ).

    Dal 06/10/2008 al 31/12/2011 sono tre anni e due mesi. Ora dovrebbe vedere come sono le disposizione per la sua Regione.
    Come ha visto la legge non è chiara MAI
    in nessun caso.
    I tre anni diventano spesso quasi 4 con le proroghe da regione a regione.
    Altrimenti per due mesi,
    sarebbe caduta in prescrizione.

    Guardi per la documentazione vi è proprio l'articolo del codice civile
    e le dico in tutta sincerità che non ho avuto l'occasione di leggerlo completamente tutto.
    Le leggi spesso vanno lette per bene per vedere quando poterle usare a nostro favore.

    Spero di esservi stato di aiuto

    Salutoni e Buon anno a tutti voi!
    Daniele

    RispondiElimina
  9. buongiorno sig. daniele,
    avrei bisogno di un'informazione se fosse possibile...cmq il 25 novembre 2011 mi è arrivata una cartella esattoriale per l'omesso pagamento del bollo auto per l'anno 2006, realmente non pagato, già notificato il 27 novembre 2008 con accertamento. ora la questione è come mi devo regolare sul termine di prescrizione??cmq la regione è la calabria. ringrazio anticipatamente della Sua gentile risposta e auguro ancora buon anno a tutti

    RispondiElimina
  10. Buongiorno e Buon Anno, sono sempre G, forse mi sono espressa male ma il problema è che dal 1998 ad oggi lo scooter è sempre stato intestato al mio ragazzo perchè chi doveva fare il passaggio nel frattempo è deceduto. Come faccio a dimostrare il contrario e cioè che dal 2001 lo scooter non era più in nostro possesso? devo andare da un avvocato? Ho timore che ci toccherà pagare i bolli arretrati dal 2001 ad oggi...
    Grazie G.

    RispondiElimina
  11. Buongiorno,
    purtroppo, anche se sono certa di aver pagato il bollo auto relativo che scadeva ad Aprile 2009, non trovo il relativo tagliando.
    Ad oggi non ho ricevuto alcuna notifica da parte di nessun ente preposto.
    Vorrei pagare il bollo cmq, onde evitare guai, l'importo sarebbe di 137,17 euro, piu' 15,26 euro di interessi, e 41,15 di sanzioni, per un totale di 193,58euro. Ho letto da qualche parte che si potrebbe chiedere uno "sconto" per ravvedimento operoso, ma non riesco a capire come fare. Per favore mi potrebbe aiutare?
    Grazie Saluti
    Helga

    RispondiElimina
  12. BUONGIORNO PURTROPPO PER UN BRUTTO PROBLEMA FAMIGLIARE NON ABBIAMO PAGATO IL BOLLO DI UNA MOTO DAL 2002. NON ABBIAMO RICEVUTO NULLA A RIGUARDO NE RICHIESTE DI PAGAMENTO. COSA POSSIAMO FARE? E' ANDATO IN PRESCRIZIONE COME FUNZIONA ORA IL REGOLARE PAGAMENTO?GRAZIE MILLE. SERENA

    RispondiElimina
  13. Buondì e buon anno anche a lei!
    Per quanto riguarda la Regione Calabria sono riuscito a trovare
    solo questo
    dove si legge che sono stati riaperti i termini
    per la presentazione delle domande di condono
    per i bolli dal 2005 al 2008.
    Ti consiglio (come anche vi è scritto lì) di avvicinarti
    alla sede ACI più vicina.

    Un consiglio: informatevi sempre e spesso sui siti
    delle vostre regioni
    perchè molte volte ci sono proroghe
    per i pagamenti di tasse o bandi comunali utili.

    Salutoni
    Daniele

    *************************

    Buondì e Buon Anno anche a lei G.!

    Aaah ecco mi perdoni ma rileggendo aveva scritto bene,
    sono io che spesso sono rincojonito! ahahahaha

    Sì in effetti senza passaggio è il proprietario
    a pagare il bollo. Purtroppo senza carta scritta
    non è che si possa combinare granchè.

    Se il passaggio di proprietà non è stato realmente
    fatto, purtroppo mi sa che vi toccherà pagare
    i bolli, infatti il veicolo rimane sempre intestato
    al vecchio proprietario finchè non solo si fa
    il passaggio, ma lo si deve anche registrare
    al Pubblico Registro Automobilistico (PRA),
    altrimenti è come se non si sia fatto alcun passaggio.

    Potrebbe anche ricercare qualsiasi documento che
    provi il possesso del veicolo da parte di
    chi lo aveva acquistato, ma penso sia inutile
    perchè il passaggio non c'è.

    Comunque per il pagamento
    se la cifra totale è alta può
    provare a richiedere
    la rateazione dell' importo
    .
    Al link ci sono tutti i moduli da presentare.

    Almeno non ci si rovina subito il nuovo anno!

    Salutoni e buona fortuna!
    Daniele


    *************************

    Salve Helga!

    Non so di che regione è lei, ma leggendo sui siti
    ACI delle varie Regioni è possibile richiedere
    il duplicato della ricevuta di bollo regolarmente
    versata
    direttamente alla sede ACI più vicina
    al costo di circa 2,60 Euro, presentando
    un documento di identità.

    Provi ad avvicinarsi alla sede più vicina,
    se è possibile richiedere la ricevuta
    senza pagare di nuovo la tassa, ben venga!


    Il ravvedimento operoso riduce la tassa
    dal 2 a circa il 4%.
    Per info, ecco qui
    un sito utile per calcolare la tassa dovuta.

    Salutoni e Buon Anno
    Daniele



    *************************

    Buondì Serena!

    Se ha le possibilità economiche può regolare
    il pagamento dei vecchi bolli.

    Le ricordo che per i bolli non pagati
    oltre l' anno la sanzione è pari al 30%
    della tassa dovuta.
    Non so se le conviene aspettare che gli arrivi
    qualche lettera di pagamento ed aspettare che
    qualcuno cada in prescrizione.

    Sappi comunque che la cifra sarà molto alta.
    Qui sul sito ACi può calcolare
    l' importo della tassa dovuta
    .

    Salutoni Buon Anno e soprattutto in bocca al lupo!

    Daniele

    RispondiElimina
  14. Buongiorno.Non mi è stato notificato alcuna richiesta di pagamento per i bolli del 2006 e del 2007. Ad oggi sono caduti in prescrizione i pagamenti?La Regione è la Sardegna. Ad alcuni amici hanno notificato i pagamenti per i bolli del 2005...ma devono essere pagati?Grazie

    RispondiElimina
  15. Buondì a lei!

    Se ha letto il post relativo alla prescrizione che vede a inizio pagina, può capire come funzioni e come vada contro il cittadino.

    Di legge non potrebbero chiedergli
    il bollo del 2006 dacchè caduto in prescrizione,
    ma se accettare una raccomandata, le cose possono cambiare.
    Quando vi arrivano le lettere, se provengono da Equitalia
    e sono raccomandate, vi invito a leggerle bene dall'inizio alla fine.
    Lì vi è scritto a cosa si riferisce,
    se e quando ci sono state altre notifiche,
    e se vi è la scadenza utile per regolarizzare il pagamento.

    Per i suoi amici, dipende appunto se hanno ricevuto altre notifiche prima di quelle ricevute in questi giorni,
    perchè se la risposta è sì, i termini si azzerano automaticamente.

    RispondiElimina
  16. il 23/11/2008 mi e' stata notificata dalla regione il mancato pagamento del bollo anno 2006 successivamente esattamente il 28/11/2011 arriva equitalia con cartella riferita alla precedente delle regione di cui sopra del 23/11/2008.
    si possono contare anche qui tre anni per la prescrizione o no
    grazie

    RispondiElimina
  17. scusate non ho scritto il nome sono quella del quesito regione equitalia 23/11/2008 e dimenticavo o pochi giorni di tempo per favore rispondete presto di nuovo grazie
    morgana

    RispondiElimina
  18. Buondì a lei Morgana!

    Purtroppo quella è da pagare.
    In questo periodo come avevo già accennato
    in qualche commento fa, lo Stato sta inviando
    le richieste di pagamento per i bolli del 2008
    perchè appunto ricevendo la lettera/notifica oggi
    la prescrizione ammesso che ci sia, si azzera.

    Quindi deve pagarla.
    Faccia prima che scada altrimenti basta un giorno
    si aggiungono altre more.
    Siamo al 19 Gennaio quindi si tranquillizzi,
    ha tempo fino a fine mese.
    Quindi è pienamente in tempo per pagarla.

    Un salutone e pardon per il ritardo! :)
    Daniele

    RispondiElimina
  19. Salve Daniele, mi arriva in data 22/12/2011 da Equitalia una cartella di pagamento riferita ad un bollo 2005 con accertamento del 14/08/2008 notificato il 27/09/2008, regione di residenza Puglia. Dai miei calcoli dovrebbe essere prescritto perchè in ritardo di circa tre mesi ma è realmente cosi? E come faccio a far valere la prescrizione? Devo necessariamente ricorrere alla Commissione tributaria?? Grazie

    RispondiElimina
  20. Salve a lei!

    Bollo 2005: termine ultimo per pagare 2006.
    In data 27/09/2008 vi è ancora tutto il diritto di
    averle chiesto la tassa dovuta.

    Ora da tale data 27/09/2008 al 22/12/2011
    come ha anche calcolato lei sono proprio
    3 anni e 3 mesi.

    Bisogna vedere l'ultima Finanziaria fatta
    ed anche l'ultima manovra del governo
    cosa contiene in materia.
    Come ho già detto Lo Stato sta inviando
    richieste per i bolli del 2008in tutta Italia,
    quindi questo ci fa capire che non sono caduti in prescrizione.
    Quindi siccome due più due fa sempre quattro,
    se ci sono state notifiche di richieste di pagamento
    nel suddetto anno ( 2008 )
    esse non dovrebbero ancora essere cadute in prescrizione.

    Devo rifare il giro dei vari siti per vedere se ci sono
    novità per quanto riguarda i bolli auto.
    Purtroppo non tutte le regioni mettono in dettaglio
    le varie proroghe ( trovai solo per un due tre regioni ).
    Vi manterrò sicuramente aggiornati!
    Intanto grazie ad un nostro amico abbiamo scoperto
    che Equitalia non può più pignorare beni immobili
    per cifre sotto agli 8mila euro ( prima erano 5mila ).

    RispondiElimina
  21. buonasera daniele sono morgana la ringrazio per la sua risposta ma forse mi sono spiegata male nella concitazione del momento essendo, quando le ho scritto tornata dalla regione dopo un afila estenuante la fine di non concludere niente ovviamente.
    oggetto di entrambe le lettere non e' il bollo 2008 ma il bollo 2006 dapprima arrivato con lettera della regione datata 23/11/2008 successivamnete l'equitalia notifica la stessa cartella con data 28/11/2011.
    ed e' qui che vorrei sapere se( come da sentenza di cassazione n.12263 del 25/05/2007 e cosi come previsto dall'art.2953cc.) se pur interrotti dalla lettere della regione del 23/11/2008 i tre anni per la prescrizione si rinnovano sempre i tre anche per quella dell'equitalia essendo arrivat dopo tre anni e 5 dico 5 giorni se fosse cosi potrei fare ricorso ed e qui che ricorre un altro problema ???????' il ricorso lo faccio ad equitalia o al giudice di pace????????' dico questo xche' equitalia potrebbe dichiararsi incompetente sul termine di tre anni per la prescrzione dei bolli ^^^^^^^^^^^^-------^^^^^^^^^^^ lei che dice?
    grazie mille

    RispondiElimina
  22. Buondì Morgana!

    Ah beh le file negli uffici italiani
    sono peggio dei film horror! o__o

    Allora ricapitoliamo:
    - bollo 2006 non pagato
    - scaduto quindi il 2007
    ( c'è sempre quell'anno di tempo per pagarlo
    con i piccoli interessi )
    - arriva la notifica della Regione il 23/11/2008
    - Prescrizione Azzerata:
    è un accertamento della Regione quindi loro
    hanno individuato il mancato pagamento
    e contemporaneamente all'iscrizione del registro
    vi hanno inviato la lettera
    - Arriva anche lo zampino di Equitalia: 28/11/2011
    dopo 3 anni e 5 giorni
    ( a partire dal 23/11/2008 )

    La legge dice
    "L'amministrazione puo' mettere in atto azioni
    di recupero della tassa di possesso
    entro la fine del terzo anno successivo
    a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento
    "
    Quindi per il bollo 2006 da lei non pagato,
    la Regione poteva chiederle la tassa
    a partire dal 2007 fino al 2010.

    L'avviso della Regione ha interrotto il termine
    nel 2008. Equitalia nel 2011.
    Sa qual'è il punto?
    L'avviso della Regione sicuramente aveva un termine per pagare
    quell'importo dovuto.
    A scadenza di tale termine ripartiva la conta della presunta
    prescrizione.
    Basta che riesce a trovare la scadenza utile nella lettera del 2008, e da lì capisce subito che l' ultima lettera di Equitalia è da pagare.

    Ripeto che comunque cercherò di cercare nuovi aggiornamenti.
    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  23. buongiorno, è da giugno 2006 (anno acquisto auto)che non pago il bollo fino al 12/2011 (anno/mese vendita)

    ancora non mi è arrivata nessuna cartella,raccomandata,ecc dall'agenzia delle entrate/equitalia. quindi mi chiedo, visto che io vorrei "regolaRE" il pagamento di questi bolli. visto che i primi due anni 2006/2007 sono andati in prescrizione (giusto?) andando a chiedere di farmi pagare gli anni del bollo non pagato ,mi farebbero pagare anche quei due anni (2006/07) oppure solo 2008-09-10-11?e vorrei rateizzarli.

    RispondiElimina
  24. Buondì a lei!

    Se non ha ricevuto alcuna lettera,
    ha il vantaggio di poter usufruire
    di "sconti sugli interessi".
    Ora non so di che Regione è,
    ma legga quest'altro mio articolo
    dove vi è "Regolarizzazione oltre l'anno"
    e la scritta in rosso.

    Per quanto riguarda la rateazione,
    non so se potete farla.
    Come può leggere da quest'altro articolo
    è possibile farlo solo per chi ha
    i numeri delle cartelle di notifica
    iscritte da Equitalia.

    Nel caso abbiamo individuato i suoi mancati pagamenti,
    e ammesso che lei possa rateizzare, si ricordi che
    è richiedibile solo nei casi in cui
    il debitore possa dimostrare di essere
    in temporanea difficolta' finanziaria


    Le consiglio di avvicinarsi alla sede ACI
    più vicina, perchè visto che non ha ricevuto alcuna lettera,
    può pagare i bolli arretrati nel modo normale
    di pagamento, aggiungendo però gli interessi.

    Può provare quindi a pagare dal bollo 2008
    ( sicuramente non caduto in prescrizione ),
    e andrà a pagare ad esempio per il bollo del 2008
    ( leggi per dettagli A quanto ammontano gli interessi per mancato pagamento bollo auto )
    bollo2008 + 30% + 12% ( 2% a semestre ).
    Quindi il 50% in più.
    Può provare con uno e vedere quanto esce.
    Se la cifra per lei non è alta,
    potrà regolarizzare tutti i bolli
    cosìcchè se e quando le arriverà una lettera
    di Equitalia, lei mostrerà i tagliandi pagati.

    Se può farlo, glielo consiglio vivamente
    perchè gli interessi imposti da Equitalia
    ( ma soprattutto le ingiustizie
    che si subiscono
    da parte di quest' ente pubblico )
    sono un bel pò superiori.

    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  25. grazie della risposta. io abito in sardegna, e la macchinain "causa" è una stilo 19jtd.
    quindi mi consiglia di andare "solo" all aci e non all'agenzia delle entrate? sul sito della regione sardegna c e scritto che essendo una regione a statuto speciale mi dovrei avvicinare all agenzia delle entrate. cmq all'aci nel caso si potrebbe fare la rateizzazzione? (io fornirei l isee che è bassissimo quindi penso dovrei entrarci per "l aiuto alla rateizzazzione") razie

    RispondiElimina
  26. Prego!

    Le consiglio prima di andare all'ACI,
    e se non riceve le risposte, oppure
    non è lì che deve andare,
    si rivolge all' Agenzia delle Entrate.

    Le consiglio ciò perchè mettiamo
    il caso che lei può pagare i bolli
    nel modo normale di pagamento,
    ovviamente paga a partire dal bollo del 2008
    giusto?
    Se va all' Agenzia delle Entrate
    immagino che in base ai vostri dati personali
    beccheranno anche i bolli precedenti
    e molto probabilmente faranno più
    verifiche.
    E forse segneranno anche i bolli
    che forse sono caduti in prescrizione.

    In bocca al lupo!
    Un salutone

    P.S.:
    la rateazione a quanto so la fa solo Equitalia.
    Chieda all'ACI comunque non si sa mai!

    RispondiElimina
  27. Buonasera sono Osvaldo:
    Ho ricevuto da Equitalia una cartella esattoriale per il mancato pagamento di due bolli auto (che io chiamerò bollo n.1 e bollo n.2) di mia proprietà relativi all'anno 2005.Il bollo n.1 ha avuto l'accertamento il 4/9/2008,notificato il 7/10/2008 e iscritto al ruolo il 31/10/2011.Il bollo n.2 ha avuto l'accertamento il 26/09/2008,notificato il 30/10/2008 e iscritto al ruolo il 31/10/2011.La cartella è arrivata a domicilio con raccomandata A/R il 3/01/2012.
    Come ho già avuto modo di leggere in alcune sue risposte sembra che entrambi i bolli abbiano avuto dal 2008 una ulteriore prescrizione di tre anni dalla notifica (con decorrenza dal giorno successivo) alla data della stessa. A conti fatti sembra che siano passati per il bollo n.1 3 anni e 24 giorni all'iscrizione al ruolo del 31/10/2011,l'altro bollo n.2 invece 3 anni e 1 giorno all'iscrizione al ruolo del 31/10/2011. Chiedo se posso ritenere in prescrizione la cartella (Regione Puglia).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondi a lei Osvaldo!

      Come scrive la legge
      il diritto di chiedere un mancato pagamento da parte dell'amministrazione competente si prescrive con il decorso del terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento

      Leggo in web di avvocati che rispondono
      ai quesiti sul bollo, presunti esperti ed altro
      che subito ti sparano il "è caduto in prescrizione".
      EVVAI!
      Io quando scrivo cerco di consigliare in base a come stanno le leggi, e spesso vi rimando a siti o enti
      per dettagli.

      I punti sono due:
      1 - Esempio
      Bollo scaduto a Giugno 2010
      Il bollo "si prescrive con il decorso del terzo anno successivo ( +3 anni ) a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento (2011)".
      Quindi cadrà in prescrizione nel Giugno 2014
      Ma, questo vale anche per le notifiche di Equitalia?
      Equitalia con la sua lettera vi concede 60 giorni per pagarla.
      Quindi la prescrizione parte trascorsi i 60 giorni
      e non nel giorno in cui si riceve la raccomandata?


      2-In un mio post molto interessante
      "Prescrizione e decadenza dei termini"
      trovato sul sito Aduc, ho riportato i due tipi di prescrizione:
      prescrizione presuntiva ed estintiva.

      Il bollo a quale appartiene delle due?
      Leggendo per legge dovrebbe appartenere a quella presuntiva che dice:

      "Le prescrizioni presuntive sono quelle per le quali la legge presume che dopo il decorso del termine il debito sia stato pagato.
      Quasi tutte le prescrizioni inferiori ai 5 anni sono presuntive - il bollo è 3 anni - (sei mesi, un anno, tre anni, etc.) Si differenziano dalla prescrizione estintiva in quanto, trascorso il termine, il debito non si estingue, ma si presume che sia estinto. In pratica, se il creditore dimostra che il debitore non ha pagato, attraverso la confessione o il giuramento decisorio, può ottenere una sentenza favorevole anche se il termine della prescrizione è già scaduto."

      Elimina
  28. Salve la mia ragazza ha un arretrato di bolli da pagare dal 2007 quindi bollo del 2007,2008,2009,2010,2011. Non ha mai ricevuto notifiche di pagamento. Volevo capire se qualcuna di queste va in prescrizione Enel caso quindi dovrei pagare solo gli ultimi non prescritti? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      Di norma dovrebbe solo essere prescritto
      quello del 2007.
      Da quello del 2008 in poi no.
      Bisogna sapere anche il mese, perchè se ad esempio
      il termine ultimo per pagare il bollo del 2008
      era Gennaio 2008, allora questo
      cade in prescrizione dopo Gennaio di quest'anno.
      Dacchè dopo la scadenza ( 2008 ) si ha un anno di tempo
      per pagarlo con piccole more aggiuntive, dopodichè dall'anno successivo inizia la conta della prescrizione.

      Intanto può regolarizzare quello del 2011.
      Le more aggiuntive sono irrisorie
      e per ogni 100 euro può pagare circa un 4 euro in più.

      Elimina
  29. salve sono dario o un arretrato di bolli non pagati dal 2005 a oggi vorrei regolarizare vorrei sapere quali sono quelli in pescrizione ,non o ricevuto nessuno avviso. reg.sicilia.grazie in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei Dario!

      Di norma, sarebbero da pagare
      dal 2008 ad oggi
      ( ovviamente sempre se non ha ricevuto alcuna
      lettera che vi abbia notificato l'evasione
      della suddetta tassa ).

      Quello del 2008 ovviamente è da vedere in che mese cade.
      Se si riferisce ad esempio a Gennaio 2008,
      questo cadrà di norma in prescrizione
      a fine gennaio 2012.

      Elimina
  30. salve....ho ricevuto in data 13 / 12 / 2011 un atto di accertamento dalla regione Puglia , per un bollo non pagato con periodo tributario :1 gennaio 2008.Quanto tempo ho per pagare ,e , se eventualmente posso chiedere una raetizzazione . sulla raccomandata mi si dice che ho 60 giorni per effettuare il pagamento,e poi si procedera' alla riscossione coattiva. Siccome tale termine sta per scadere....volevo avere delle delucidazioni.
    La ringrazio anticipatamente.Antonietta Stella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì signora Stella!

      Sì, il tempo che che viene concesso per il pagamento
      sono 60 giorni, trascorsi i quali vengono aggiunte
      ulteriori spese e sanzioni.
      Per la Rateizzazione vi rimando all'articolo
      sulla Rateizzazione cartelle di Equitalia
      dove vi è il link anche alla pagina dei moduli che servono a richiederla.

      Vi è la pagina proprio sul sito di Equitalia anche.
      La metto come link perchè attualmente mi sa ci sono problemi sul sito e non riesce a visualizzare la pagina.

      Se volete rateizzare inviate subito la richiesta prima che scadano i 60 giorni ( fa fede il timbro postale )
      e vedete se vi accolgono la richiesta.

      Salutoni e in bocca al lupo

      Elimina
    2. la raccomandata pervenutami...non e' di EQUITALIA... ma da parte della regione Puglia,e da questo deduco che ,il pagamento da me dovuto, non e' ancora andato a ruolo cioe', non e' ancora diventato cartella esattoriale.Se aspetto che cio' avvenga...ci saranno ulteriori maggiorazioni di spese e di mora .Avevo letto in alcune sue precedenti risposte che si poteva chiedere la raetizzazione all'ufficio tributi.....HO LETTO MALE..???
      GRAZIE. Antonietta Stella

      Elimina
    3. Sì infatti quando la tassa
      viene presa in carica da Equitalia
      accade che ci sono interessi e spese aggiuntive
      ( ovviamente proporzionate sempre all' importo della tassa dovuta ).

      Ora le dico in sincerità che non so se a questo punto sia possibile chiedere la rateizzazione.
      Non posso dirle nè sì nè no.
      Può andare proprio alla sede addetta della sua Regione
      e chiedere informazioni
      ( oppure chiamare al numero che sicuramente sarà riportato sulla lettera che vi è arrivata ).
      Se ha la possibilità di pagarla, è meglio,
      senza aspettare che arrivi Equitalia.

      Elimina
  31. salve,

    oggi ho ricevuto una notifica da equitalia per l'iscrizione a ruolo della tassa dello scooter relativa all'anno 2005. tale ruolo è stato reso esecutivo il 02/12/2011 e notificato adesso.
    l'iscrizione è avvenuta ad opera dell'agenzia delle entrate della sicilia ma notificata a milano dove risiedo.

    dato che sono passati oltre 6 anni vorrei chiedere se risulta prescritto tale debito. se si, cosa bisogna fare per avvalersi della prescrizione.
    ringrazio per la risposta e complimenti per il sito
    daniele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      In effetti sono passati ampiamente i 4 anni,
      e mi viene il dubbio che le sia stato notificato già in precedenza, visto che per legge potevano chiederle il pagamento della suddetta tassa fino al 2009.
      Se ha ricevuto almeno un'altra notifica entro il 2009,
      la prescrizione si è azzerata.


      Io purtroppo non sono avvocato eheheh quindi non posso scriverle una lettera. Però visto che loro non possono richiederle la tassa, lei può, se operano con un fermo
      o con altre azioni illecite, a inviare loro
      una lettera dove, citando gli articoli inerenti la prescrizione della tassa automobilistica spiega loro che non gliela possono più richiedere dacchè decaduti i termini.

      Grazie per i complimenti!! :D
      Buona giornata a lei!

      Elimina
  32. Contenta di aver trovato questo sito spero in una risposta,pochi giorni fa ricevo dall'equitalia una cartella dove mi scrivo che tramite accertamenti non risulta pagato un bollo del 2000 notificato il 2006 più una una tassa dei rifiuti del 2005 vorrei sapere se vanno pagati e se cosi non fosse a chi devo rivolgermi. grazie ..Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mary!
      Intanto la notifica del 2006 penso proprio non sia valida,
      nel senso che per legge non potevano inviartela dacchè la tassa era caduta ampiamente in prescrizione
      ( calcola che sono 4 anni ).
      Per la tassa dei rifiuti del 2005 quando ti è stata notificata per la prima volta?
      Se l'hanno fatto in quest' anno, anche quella molto probabilmente lo è ( perchè al 2010 sono 5 anni ).
      Di norma dovresti rivolgerti ad un avvocato o qualcuno che studi le leggi.
      Io a quanto so, e quanto riporta la legge, la prescrizione della tassa automobilistica è di 4 anni
      ( 3 anni + 1 successivo alla scadenza ).
      Se vai all' ACI, all' Agenzia delle Entrate o peggio, all' Equitalia, ovviamente ti diranno che sarà da pagare.

      Un salutone

      Elimina
  33. Ah dimenticavo la regione è la Toscana..mary

    RispondiElimina
  34. Grazie mille infatti pensavo proprio di rivolgermi a un avvocato.Ancora grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho venduto una passat diesel il 31/01/1001 ad un extracomunitario con regolare atto notarile e contestualmente ho disdetto il contratto di assicurazione ma non ho comunicato al PRA che l'auto veniva esportata. Equitalia mi chiede i bolli fino al 2009.Ho fatto la perdita di possesso il 21/02/2012 presso una sede ACI presentando la copia dell'atto notarile di vendita e la disdetta dell'assicurazione. E' sufficiente tutto questo per dimostrare che non sono più in possesso dell'auto dalla data della vendita? Ho a che fare con la regione Calabria.
      cordiali saluti

      Elimina
    2. Beccalo bene l'avvocato!
      Buona Fortuna! :D

      Salve a lei.
      Beh, per l'assicurazione no. Visto che c'è gente che possiede l'auto, ci guida, ma non ha nessuna assicurazione.
      L' atto notarile è una prova, ma il passaggio di proprietà, l'attestazione dove vi è il cambiamento di intestazione è la prova assoluta di cambiamento di proprietario.
      A loro non importa se tu l'hai comunicato o no,
      perchè vedono a chi è intestata, e inviano pagamenti all' intestatario.
      Dovresti sentire cosa ti consiglia il PRA
      al numero verde 800.005151 attivo sempre.
      E intanto può immettere i dati della sua vecchia auto
      nella pagina di controllo targa del PRA. Pagina utilissima.

      Salutoni
      Daniele

      Elimina
  35. mi chiamo paolo barbieri di modena buongiorno mi è stata recapitata una lettera comune, da equitalia in cui mi chiedono il bollo auto del 1991 che è stato messo a ruolo nel 2001 a quanto riferiscono,e mi chiedono di pagarlo al più presto altrimenti ecc. ecc. le chiedo se è caduto in prescrizione. grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve sior Barbieri!
      La tassa alla quale fa riferimento Equitalia è ampiamente caduta in prescrizione.
      Sarà il solito tentativo di estorcere denaro
      al cittadino andando contro la legge!

      Salutoni a lei!

      Elimina
    2. la ringrazio della solerte risposta,le volevo chiedere se devo eventualmente tutelarmi da questo istituto(equitalia) o faccio finta di nulla,la lettera inviatami era semplice lettera. ringraziandola le auguro una buona giornata e bun lavoro. paolo barbieri (modena 13/3/2012)

      Elimina
    3. Essendo una semplice lettera,
      non hanno la conferma se essa sia stata recapitata o meno.
      Visto che senza conferma la lettera
      piò anche esser stata persa o trafugata dalla cassetta delle lettere, Equitalia non sa se lei l'ha effettivamente ricevuta.

      Infatti essendo assolutamente illegittima la richiesta,
      si sono visti bene dall' inviare una raccomandata.

      Con Equitalia io consiglio sempre,
      - di pagare subito, se si è nel torto
      - di evitare assolutamente ogni contatto con essi
      nel caso si è nel giusto

      Salutoni a lei!
      Buona giornata Sior Barbieri

      Elimina
  36. Salve sig. Daniele, mi chiamo U.premetto che sono un precario ed in questi anni ho preferito spendere i miei soldi per altre cose forse meno importanti che pagare il bollo auto ed oggi me ne pento. Cmq vorrei chiederle se posso circa una cartella esattoriale di Equitalia per un bollo del 2005 notificato con accertamento l'08.11.08, reso esecutivo in data 31.10.11 ma notificatomi con lasciato avviso e reperito personalmemte in posta il 09.01.12. Quindi se non sbaglio sono trascorsi i tre anni della prescrizione; però essendomi cullato ho lasciato trascorrere i 60 gg. per effettuare il ricorso; mentre le scrivo è il 63esimo giorno. Posso ancora effettuare il ricorso se vale la prescrizione? In caso contrario cosa mi conviene fare? Ed in fine per i successivi bolli sino ad oggi cosa mi consiglia di fare? aspettare la cartella oppure recarmi all'Aci per sapere in che data precisa sono stati effettuati gli avvisi di accertamento? Nel frattempo la mia auto ha superato i 20 anni; posso effettuare un'autocertificazione dichiarando che l'auto è in efficiente stato e perfettamente funzionante usufruendo della riduzione del bollo per i veicoli ventennali circolanti , rientrando nella categoria "Auto Storiche"annullando quindi n. 2 bolli 2011-2012 in quanto l'auto è immatricolata nel 90!
    Grazie per tutto quello che fa per noi!
    A presto U.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei sig. U.

      Intanto, ovviamente il bollo in questione è da pagare.
      Essendo del 2005, si inizia a contare dalla scadenza dell' anno successivo e quindi la notifica del 08/11/2008 è lecita, come lo è la notifica successiva.
      Quindi la tassa non è caduta in prescrizione.

      Per i successivi bolli, come ho molte volte scritto
      ( vi è anche un post inerente l'argomento ),
      se il cittadino si fa avanti pagando spontaneamente una tassa dovuta, solo nel caso non abbia ricevuto alcuna notifica e la tassa non sia iscritta al ruolo
      ,può usufruire di sconti elevati relativi alla somma complessiva dell' importo dovuto.

      Per la questione di far rientrare la propria auto nella categoria "Auto Storiche"
      Io ho trovato sta roba qua

      "A seguito dell'interpretazione dell' Agenzia delle Entrate, si legge: per effetto dell'art. 63 è stata soppressa la condizione prevista dalla legge 53/83, di iscrizione ai registri ASI, che pertanto non è più richiesta, nè tantomeno quindi obbligatoria. Nella C.M. 81335 si ribadisce come il comma 2 art. 63 non delinea alcuna procedura di tipo autorizzativo o certificativo e che pertanto non è prevista alcuna iscrizione ai registri storici ASI per il riconoscimento della storicità.

      Le consiglio il link del sito dove vi è anche una tabella con importi regione per regione.

      Quindi dovrebbe bastare la compilazione del modulo di autocertificazione che viene fornito dalla sua Regione.
      Ho trovato questo modulo, e penso sia quello dell' Emilia Romagna.
      Veda un pò, sennò per essere sicuro chieda all' Aci o agli uffici competenti della sua regione.

      Salutoni, buona giornata!
      Daniele

      Elimina
  37. Gentile sig. Daniele, sono sempre U.,scusi per il disturbo ma vorrei riportarle un post di un utente su un forum dove potrà capire meglio di cosa parlavo nell'ultima mia domanda: ecco il post
    Gentili signori scusate se mi intrometto nella vostra discussione avrei da aggiungere quanto segue sul BOLLO PER AUTO DI VENT’ANNI



    BASTA L'AUTOCERTIFICAZIONE:



    tratto da RUOTECLASSICHE Dicembre 2008



    Mentre si discute sulle nuove norme per i veicoli storici, le Commissioni tributarie accolgono i ricorsi dei contribuenti che si sono avvalsi dell'autocertificazione per una corretta applicazione della legge 342/2000 art. 63 comma 2 in tema di minibollo dei veicoli ventennali. E questa ormai sta diventando giurisprudenza consolidata, che i nostri burocrati non possono continuare a ignorare. Citiamo per tutte l'ultima sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Ancona (n.180/02/08 depositata il 28/08/2008). Ecco in sintesi le motivazioni che consigliamo di citare intregalmente in casi analoghi: " ... obligare i proprietari ad aderire all'unica Associazione certificatrice individuata dalla legge ...è incostituzionale (art.18 ndr) e irragionevole e porterebbe alla conclusione che l'ASI non ritenendo di stilare la lista dei veicoli che possono usufruire dell'agevolazione , né aggiornarla come prevede la legge , si sotituisce senza titolo a un ufficio impositore pubblico, rilasciando in regime di monopolio certificati di agevolazione fiscale".



    Questa sentenza riconosce, dopo otto anni la citata legge, che chi avrebbe dovuto stilare un elenco di veicoli meritevoli di esenzione non lo ha fatto . Ne consegue che i possessori di veicoli ultraventennali hanno pieno diritto di accedere all'esenzione dietro semplice autocertificazione (come peraltro stabilito dalla C.T.R. di Perugia con sentenza n.39/1/2008)(G.F.)
    Spero di esservi stato utile. Ottavio

    Grazie ancora U.

    RispondiElimina
  38. MI E ARRIVATA DA PAGARE BOLLO AUTO 1997,NOTIFICATO 2004.DEVO PAGARLA..,SE NO CHE COSA DEVO FARE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La suddetta tassa è ampiamente caduta in prescrizione.
      La notifica del 2004 idem.

      Anche per lei l' agente di riscossione ci prova col cittadino violando la legge, visto che non può
      nella maniera più assoluta chiedere questa tassa
      relativa a tale anno.

      Salutoni

      Elimina
  39. Buongiorno Signor Daniele,le chiedo un aiuto in merito a quanto le racconto:-sono vedova dal 17.09.1992,nei giorni scorsi mi è stata recapitata una lettera semplice da Equitalia con il sollecito di pagamento,diretto al mio defunto marito,relativo al mancato pagamento del bollo auto anno 1993(l'anno successivo alla morte)comprensivo sanzioni ed interessi, facendo riferimento ad un atto notificato il 24.04.2002 ma non sò a chi.Preciso che l'auto oggetto del tributo fù alienata nel 1993 ma al momento ho difficoltà a ritrovare la documentazione. Data la mia precaria situazione economica,questa comunicazione mi ha letteralmente sconvolta...sii gentile, mi consigli cosa fare...grazie infinite,Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei Signora Anna

      Intanto l' avviso che Equitalia sottolinea
      di averle notificato il giorno 24/04/2002
      è per legge illegittimo, dacchè se si riferisce
      alla tassa automobilistica del 1993, notiamo
      che son passati 9 anni, e quindi ampiamente oltre
      i 4 anni di prescrizione
      della suddetta tassa.

      Già questo la deve tranquillizzare in modo assoluto.
      Per rafforzare questa posizione può notare il fatto che
      non hanno controllato che nel 2002 il veicolo
      fu alienato.
      Se vi fossero arrivati degli avvisi entro i successivi
      4 anni ( quindi fino al 1997 ) allora avrebbe dovuto pagare
      il bollo auto relativo a quei mesi che precedevano
      la cessione del veicolo ( dacchè come moglie eredita le sanzioni del coniuge ).

      Ma, vista la prescrizione, lei non deve alcun importo.
      La conferma ultima la ha con la lettera ricevuta:
      ora la sua auto dov'è? Rottamata? Ceduta?
      E loro hanno ancora l' intestazione vecchia.
      Questo dimostra che è il solito intenzionato volgare
      azione per estrarre del denaro ad un contribuente andando contro la legge.

      Un salutone enorme a lei e buon inizio di settimana Anna!

      Elimina
  40. SALVE A TUTTI,
    chiedo lumi.
    da un estratto di ruolo (Regione Puglia) risulta in piedi una posizione debitoria per bollo auto del 1993.
    .- il ruolo esattoriale risulta formato nel 2001
    .- la notifica sarebbe avvenuta il 22 novembre 2001
    POSSO RITENERE:
    A) TARDIVA L'ISCRIZIONE DEL RUOLO?
    B) PRESCRITTA OGNI PRETESA?
    Grazie, Francesco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Francesco!

      Intanto la notifica avvenuta nel novembre 2001
      è illecita per legge dacchè son passati 8 anni.
      La prescrizione è di 4 anni ( 3 anni + 1 ).
      Con le diverse deroghe regionali possono al massimo
      aumentare di 1 un anno, ma 8 anni son parecchi
      per notificare il mancato pagamento della suddetta tassa.

      Salutoni
      Daniele

      Elimina
  41. Buona sera.Vi chiedo aiuto.Per problemi di lavoro non ho pagato il bollo dal 2004 ad oggi.Situazione economica disastrosa.....Equitalia mi ha notificato tutto.La mia auto ha il fermo amministrativo oggi ma non è bloccata fisicamente quindi continuo a lavorare quando mi capita un lavoro.In questo periodo fortunatamente ho lavorato di più e sinceramente vorrei regolarizzarmi perchè non sono e non voglio essere un disonesto.Quindi ora che ho qualche possibilità economica come posso fare? Prima di rivolgermi ad equitalia vorrei essere preparato perchè loro non faranno mai i miei interessi.Grazie in anticipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei.

      Dunque, ricordiamo che ul veicolo con fermo amministrativo
      non può circolare
      ( se circola è prevista la sanzione),
      non può essere radiato dal PRA,non può essere demolito od esportato e anche se viene venduto, con atto di data certa successiva all'iscrizione del fermo, non può circolare e non può essere radiato dal PRA.
      Inoltre, se il debitore non paga, il concessionario della riscossione potrà agire forzatamente per la vendita del veicolo.

      Intanto lei può pagare l' ultimo bollo prima
      che passi un anno per evitare di pagare interessi.
      Le spiego: se l' ultimo bollo è scaduto l' anno scorso
      in un mese antecedente Maggio, le conviene subito pagare quello, perchè così pagherà solo il 3,75% di mora di ritardo pagamento anzichè 30% applicati dopo l' anno successivo alla scadenza.
      E poi paghi l'ultimo, quello di quest'anno.

      Oltre a pagare i vecchi bolli,
      ovviamente dovrà togliere il fermo alla sua auto.
      Leggiamo dal sito ACI

      Cancellazione del fermo amministrativo

      Per la cancellazione del fermo occorre presentare a un qualsiasi ufficio provinciale del Pubblico Registro Automobilistico (PRA):

      - il provvedimento di revoca in originale (rilasciato dal concessionario della riscossione - es. Equitalia - dopo aver saldato il debito per il quale il fermo è stato iscritto) contenente i dati del veicolo, del debitore e l'importo del credito di cui si chiede la cancellazione;
      - il certificato di proprietà (CdP), sul cui retro compilare la nota di richiesta, o il foglio complementare;
      - il modello NP-3 (se non si utilizza il CdP come nota di richiesta).

      Gli importi da versare al PRA per la cancellazione sono i seguenti:
      - emolumenti PRA: euro 20,92 (dovuti per l'avvenuta iscrizione del fermo amministrativo, mentre l'importo per la cancellazione non è più dovuto a seguito dell'entrata in vigore della L. n. 106/2011)
      - imposta di bollo: euro 29,24 (se si utilizza il retro del CdP come nota di richiesta) oppure euro 43,86 (se si utilizza il modello NP-3 come nota di richiesta)

      A seguito dell' esito positivo della richiesta, viene cancellato il fermo amministrativo e viene rilasciato un nuovo certificato di proprietà.


      Per il pagamento, Equitalia permette la rateizzazione
      ( questo il post che ho fatto sull' argomento ).
      Potresti evitare di pagare quelli vecchi, che per legge sono caduti in prescrizione.
      Bisogna vedere che leggi ci sono nella tua Regione.
      Ad esempio per il Piemonte, con una legge del 2003 gli anni di prescrizione sono aumentati a 5.

      Spero di esserti stato di aiuto.
      Io cerco di informarmi sempre il più possibile
      per riuscire a fronteggiare Equitalia, e più in generale
      le situazioni complicate con le istituzioni.

      Un salutone e un in bocca al lupo!
      Per qualsiasi cosa, puoi sempre contattarmi.
      Daniele

      Elimina
  42. Grazie della risposta.Quindi vado all'aci e pago quella dell 2011 per bloccare tutto.Devo controllare quali cartelle vanno in prescrizione essendo cittadino campano(NA).MA come certifico eventuali cartelle non più valide per legge?Chi mi rilascia un documento che convalida la legge che permette tale prescrizione in modo che possa presentarlo ad equitalia ed avere il beneficio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La legge a cui si fa riferimento è
      la legge n. 296/2006, il comma 1 dell' Articolo 163.

      Ma siccome siamo in un Paese pieno di leggi ho trovato anche sulla prescrizione
      “l’azione dell’Amministrazione finanziaria per il recupero delle tasse dovute dal 1° gennaio 1983 per effetto dell’iscrizione di veicoli o autoscafi nei pubblici registri e delle relative penalità si prescrive con il decorso del terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento” (art.5 del D.l. 953/82, così come modificato dall’art.3 del D.l. 2/86 convertito nella legge 60/86)."

      Altri consigliano di spedire un foglio con scritto
      "Facendo riferimento
      all’ Art. 3 del Decreto-Legge 6 Gennaio 1986 n. 2
      - All'art. 5 del Decreto-
      Legge 30 Dicembre 1982 n. 953, convertito in Legge,
      con modificazioni,
      dalla Legge 28 Febbraio 1983 n. 53,
      e alla sentenza del 28 Febbraio 1997 n. 3658
      della Corte di Cass., Sez. I Civ.,
      chiedo con la presente l’ annullamento
      della cartella in questione,visto che con
      la legge sopra riportata si prescrive
      con il decorso del terzo anno successivo
      a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento"


      Penso comunque ( ma non sono certo ) che all' Aci tu possa regolarizzare i bolli che desideri. Alla tabaccheria ad esempio puoi farlo.
      Se vai da Equitalia o all' Agenzia delle Entrate ovviamente loro non ti rilasceranno un bel niente se non regolarizzi tutti i bolli non pagati.

      Purtroppo ( perchè sarebbe utile in questi casi )
      non sono avvocato quindi non so esattamente come dirti di agire.
      Non riesco neanche a trovare la legge perchè come hai potuto vedere con le varie modificazioni bisogna cercare le ultime a cui fare riferimento.
      Ho cercato su internet ma non l' ho trovata la parte inerente proprio alla tassa automobilistica.

      Comunque fino al 2010 non esistono condoni fatti dalla Regione Campania per l' aumento della prescrizione.
      Oltre non so proprio cosa dirti.

      Spero di nuovo di esserti stato di aiuto.
      Un salutone

      Elimina
  43. Buongiorno signor Daniele , vorrei aver delucidazioni per quanto riguarda due bolli. Uno riguarda l'auto e l'altro la moto.per quel che riguarda l'auto si parla del bollo del 2006 di un auto che non posseggo più con avviso di accertamento 16/06/2008 notificato il 17/07/2008 reso esecutivo (così dice la cartella di equitalia) il 25/07/2011 ma giunto a me il 06/06/2012.......per quello che riguarda il bollo della moto ,è il bollo con scadenza01/2007 da pagare entro il 02/2006 con avviso di accertamento del11/06/2008 notificato il11/07/2008 reso esecutivo il 25/07/2011 e giunto a me il 06/06/2012...la domanda è: non sono entrambi caduti in prescrizione visto che sono giunti a me solo ora? Da precisare che stiamo parlando di due bolli non pagati. E poi se io non avessi ritirato la raccomandata del postino quindi firmando la ricevuta della raccomandata non mi sarebbe ancora arrivata la cartella esattoriale rinviando pertanto ancora la avvenuta notifica!! Spero che mi fornisca presto delle delucidazione e la ringrazio anticipatamente ....Gianfranco da Padova

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei Gianfranco!

      Per la prima tassa, che lei sappia, ha ricevuto veramente la notifica
      in quella data?
      Se non ha ricevuto nulla ( e quindi come al solito l' ente tenta di richiedere
      una tassa non dovuta per legge ), il diritto di richiedere quella tassa è caduto in prescrizione.
      Se invece l' avesse veramente ricevuta nel 2008, allora il 17/07/2008, la richiesta
      era legittima, e quindi nel 2008 si sarebbe azzerata la prescrizione ripartendo a contare da zero, e quindi la lettera ricevuta in data 06/06/2012 è legittima anch' essa,
      inviata proprio un mese prima che la prescrizione ripartita nel 2008 sarebbe caduta.
      In sostanza dovrebbe esser certo di non aver ricevuto nulla nel 2008.
      La conferma ( a mio parere personale ) dovrebbe essere un fermo del veicolo, ma siccome non la possiede più, il fermo non si può attuare. Dipende quando l' ha ceduta ( se è dopo il 2008,
      potevano mettere in fermo la vostra auto ).

      Per la moto è lo stesso discorso: la richiesta ( che loro sostengono di averti inviato ) ha data
      11/07/2008, prima che cada in prescrizione il diritto di richiederla.

      Il punto è: lei ha veramente ricevuto queste notifiche nel 2008?
      Se la risposta è SI, allora entrambe sono da pagare
      ( la prescrizione della tassa dell' auto sia della moto si sarebbero "attivate" a luglio 2012)
      se la risposta è NO ( ma in modo sicuro al 100% ), allora
      la tassa non è dovuta per legge, perchè trascorsi 4 anni dopo la scadenza del bollo.

      Spero di esserla stata d'aiuto.
      Salutoni!

      Elimina
  44. Signor Daniele sono sicuro al 100% di non aver ricevuto notifiche dei due bolli di cui stiamo parlando nel 2008. Quindi come al solito tentano di recuperare ciò che non si può recuperare! Devo quindi ignorare la cartella da pagamento consegnatami oggi 06/06/2012? E un altra cosa, per cartella notificata si intende il momento in cui io firmo la ricevuta della stessa che attesta che ho in mano l'atto ? Lei è molto gentile grazie...Gianfranco da padova

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è certo al 100%, allora sì.
      Mi son dimenticato di dirle che può avere una specie di conferma
      che la lettera ricevuta sia un tentativo di riscuotere una tassa non dovuta,
      guardando i colori del foglio: il marchio di Equitalia è in bianco e nero?
      Sono fotocopie?

      Si, la notifica è quando firma la ricezione della lettera.
      Alcuni sostengono che valga anche la consegna per posta, ma non è vero.
      Lì non si ha conferma assoluta di ricezione. Siccome le raccomandate costano,
      ed anche gli addetti che vanno di persona a casa, loro inviano ( per i pagamenti
      non dovuti ) queste lettere "normali". Senza conferma di ricezione.
      Infatti basta ragionarci su: se io voglio dei soldi da lei, e le invio una lettera,
      secondo lei la faccio normale, o con conferma di ricezione in modo da intervenire
      anche legalmente nei suoi confronti in caso di non pagamento? Ehehe..

      Spero di esserle stato di aiuto.
      Un salutone e buon proseguimento di settimana a lei Signor Gianfranco!

      Elimina
  45. ho ricevuto da equitalia bolli del 2006/2007 mai avuto notifiche devo pagare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai ricevuto notifiche?
      Il diritto da parte di Equitalia di richiedere tali tasse
      è prescritto nel 2010 per il bollo del 2006, e nel 2011 per il bollo del 2007.

      ATTENZIONE: per quello del 2007 deve verificare di quanti anni è la prescrizione nella sua regione.
      In alcune regioni ( come in Piemonte ) è stata aumentata a 5 anni.
      Nel caso fosse così, e il suo bollo scadeva ad esempio ad Agosto 2007,
      allora cadrebbe in prescrizione ad Agosto di quest' anno.

      Salutoni

      Elimina
  46. Salve,
    nel mese di aprile 2009 ho ricevuto un auto (pagando io stesso il passaggio di proprietà) che doveva essere demolita, per poterla usare come auto da rottamare e ricevere il bonus rottamazione allora previsto.
    Oggi mi è arrivata una raccomandata di notifica di mancato pagamento (prima segnalazione in assoluto) del bollo per questa auto; vorrei sapere se il bollo va pagato o è in prescrizione?
    considerando anche che l'auto è stata "in mio possesso" solo per qualche giorno perché è stata demolita dopo la consegna alla concessionaria e che nell'auto nuova (che è arrivata a luglio 2009) il bollo per quell'anno è stato regolarmente e profumatamente pagato (l'auto è ecologica(a gas) ma per le tasse a quanto pare questo non importa).

    Spero che mi fornisca chiare delucitazioni, Alessio da Catania.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Alessio!

      La prescrizione, come ha potuto leggere è di 4 anni.
      Quindi per legge la tassa la deve pagare.
      C'è un PERO'.
      Se la stessa è stata in suo possesso per tot giorni,
      lei deve pagare il bollo per quei TOT giorni.
      Ora non so che cifra le chiedano, ma per esser certo che
      si riferisca solo al periodo in cui l' ha tenuta in possesso
      ( e non a tutto il 2009 ) può rivolgersi anche ad una sede
      ACI, per farsi calcolare di preciso quant'è l' importo dovuto
      ( più ovviamente interessi di ritardo pagamento).
      Dovrebbe essere una piccola cifra comunque.
      Nel caso l' ACI calcolerà una cifra moolto al di sotto di quella che le è stata richiesta nella lettera che vi è giunta,
      e se verificherete un errore dell' importo da parte dell' ente, lei può fotocopiare i fogli che attestano la durata del possesso di quell' auto in modo da pagare la reale cifra dovuta.

      Le fa onore aver acquistato un' auto a gas!
      Purtroppo lo Stato guadagna con le auto che sfruttano il petrolio. Lo Stato non finanzierà MAI progetti per auto
      a gas, ad acqua ( come un inventore che aveva ideato il modello ), perchè farebbe crollare l' uso del petrolio nel Paese.
      Complimenti ancora!

      Salutoni e buon inizio di settimana!

      Elimina
  47. nell'anno 2012 mi è stato notificato un bollo non pagato nell'anno 2006.
    desidero sapere se è andato in prescrizione oppure no.
    preciso che io sono residente nella Regione Sicilia e che non ho mai ricevuto nessunaltro avviso.
    distinti saluti

    sandrosquitieri@yhaoo.it

    grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei.

      Se dal 2006 ad oggi questa notifica è stata realmente la prima ad esser stata ricevuta, allora la richiesta di tale tassa relativa al 2006 è illegittima per legge, dacchè la prescrizione
      è di 4 anni ( quindi dovevano inviarle una notifica entro il 2010 ).

      Salutoni

      Elimina
  48. io volevo solo sapere se la regione sicilia fa parte aqesti tre anni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, in realtà sono 4 anni.
      Siccome sui siti delle REgioni spesso non ci sono
      tutte le informazioni, può contattare proprio la stessa regione per sapere se hanno aumentato la prescrizione.
      Comunque, il minimo sicuro è 4 anni.

      Elimina
  49. ciao vorrei sapere per la abbonamento tv perche si deve pagare visto che essendo un abbonamento si puo disdire come qualsiasi abbonamento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a te!
      Certo, è un abbonamento, e se non vuoi più pagarlo puoi
      disdirlo tranquillamente!
      Se vai alla sezione STOP AL CANONE RAI vi sono i link per i moduli da compilare. Ovviamente dopo verranno quelli della Rai a sigillare e incelofanare il Televisore, perchè se disdici il canone Tv, vuol dire che ti togli anche il televisore.

      Elimina
  50. salve
    Per una cartella notificata dalla seritsicilia il 07-07-2012 relativa ad una tassa (bollo motociclo) del 2005, con ruolo esecutivo in data 15.11.2011, esisterebbero i presupposti di una prescrizione ?
    se esistono come mi devo attivare per fare un eventuale ricorso ?
    grazie in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei.
      La prescrizione c'è eccome! Sono passati più di 5 anni.
      Il ricorso di solito non conviene, perchè spesso
      gli enti come Equitalia o la Serit come il suo caso,
      inviano le "cartelle pazze" relative a tasse ormai cadute in prescrizione.
      Chi non conosce la legge purtroppo, paga.
      Chi la conosce sa che questa richiesta non è legittima.

      Salutoni

      Elimina
    2. grazie x la risposta.quindi cosa mi consiglia di fare?? : )

      Elimina
    3. Le consiglio di differenziare la lettera della Serit
      nel bidone della carta.
      Almeno aiutiamo un pò l'ambiente!! :D
      Se provano a farti il fermo del veicolo, basta che gli invierai una lettera citando gli articoli di legge in merito alla prescrizione del bollo auto, citi qualcosa che riguardi la legge, e avvocati, e vedrai che ti levano tutto.

      Se per caso ti invieranno una lettera semplice dove riportano ipoteche o fermi automobilistici, tu basta che controlli all' Aci e scoprirai se veramente il fermo c'è
      ( ma non ci sarà per niente ).
      Per l' ipoteca, è possibile solo per debiti sopra gli 8mila euro.

      Elimina
  51. Buonasera Sig. Daniele
    Ho un paio di domande da porle:

    1) Dal 09/2003 a 12/2005 ho posseduto una vettura che proprio a dicembre 2005 è stata demolita. Non ho pagato bollo auto perciò chiedo: Possono ancora mandarmi le notifiche? Se si direi che comunque saranno in prescrizione quindi cosa possono fare?
    2) Anche per la vettura successiva sono stato un pò irregolare. Presa a fine 2006 E' dal 2008 che non pago.. In questo caso mi conviene saldare al più presto? Che lei sappia devo regolarizzare il tutto con la agenzia delle entrate oppure posso rivolgermi a ACI o agli uffici della regione di mia appartenenza?

    Grazie davvero le le risposte anche precedenti che ci chiariscono le idee!

    RispondiElimina
  52. Buondì a lei Sig. Martino!

    1) Per questa prima domanda, le confermo che sono tasse le quali
    fanno cadere in prescrizione il diritto di richiederle dall' ente.
    Di solito non occorre far nulla, perchè se arriva qualche lettera, l' ente già sa che è una richiesta che va contro la legge, ma comunque invia la richiesta di saldare il debito nel caso il contribuente che non conosca la legge, intimorito, paghi.

    2) Qui la situazione è diversa e c'è da sapere di che regione è lei. La prescrizione è di 4 anni, in alcune regioni no ( come il Piemonte dove è a 5 ), e in alcune regioni si ha uno "sconto" degli interessi di ritardo pagamento se il contribuente si fa avanti da solo per saldare il debito, prima ancora che il suo nominativo sia iscritto al ruolo.
    Visto l' aumento dei controlli negli ultimi anni, le converrebbe farsi avanti per saldare gli importi dovuti:
    si può rivolgere tranquillamente all' Aci, o se preferisce anche all' Agenzia delle Entrate.
    Se ha il denaro, conviene farlo: saldi i debiti ed eviti che le fermino il veicolo.

    Ad esempio l' anno scorso ci sono state raffiche di lettere e raccomandate di Equitalia e delle Regioni che richiedevano il bollo del 2008.
    Se proseguiranno su questa strada, quest' anno potrebbero passare a quelli del 2009.

    A questa pagina vi è la parte che spiega degli "sconti"

    Spero di esserle stato di aiuto.
    Un salutone

    RispondiElimina
  53. Spett. Sig Daniele,
    Con mio stupore oggi ho constatato che le esattorie solo a seguito pagamento del mio bollo agosto 2008, hanno inserito una vecchia esenzione di una concessionaria. Pertanto la machina l ho acquistata a febbraio 2008 vado alle esattorie e mi dicono scadenza agosto 2008 a settembre 2008 pago e così via fino ad oggi. Il bollo ha scadenza naturale gennaio ma solo a seguito esenzione fatta appunto dopo che ho pagato il primo ma negli anni successivi non mi è stato detto nulla. A cosa vado incontro se l errore non è il mio? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      Ma è uno sconto di bollo della concessionaria applicato anche ai bolli successivi, giusto?
      Su questo aspetto penso che il competente in materia
      sia un avvocato..
      però di solito il colpevole di un errore è quello che ne risponde, anche se chi "riceve l' errore", è tenuto a controllare.
      Visto che si accorto si questo errore, le conviene verificare
      e vedere com'è la situazione.

      Salutoni

      Elimina
  54. Salve sig Lapenna,avrei bisogno di alcune delucidazioni riguardo i miei bolli auto(regione sicilia).Praticamente ho acquistato la mia auto il 27 luglio 2007 (quindi credo che il mio primo bollo scadeva nel mese di aprile 2008?).Non ho mai pagato nessun bollo fino all'anno scorso ,quando il 16 di ottobre 2011 m'è arrivata la lettera per il mancato pagamento del bollo relativo all'anno 2008(da parte dell'agenzia delle entrate).A quel punto partendo dall'anno in corso ho deciso di mettermi in regola,pagando i bolli 2013 2012 2011 e 2010.Vorrei sapere se il bollo 2008 è andato in prescrizione o devo pagarlo?e se no cosa dovrei fare?Poi in data 9 Ottobre 2012 ho ricevuto un altra lettera(sempre dell'agenzia delle entrare)riguardante il mancato pagamento del bollo relativo all'anno 2009.Anche in questo caso cosa dovrei fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve a lei!

      Le ho risposto all' altro commento,
      ma ora scrivendo la regione ( la Sicilia ) penso che
      la prescrizione dovrebbe essere quasi sicuramente di 4 anni.
      Quindi i boli del 2007 e 2008 non possono esser più richiesti dal creditore ( sempre se ovviamente non ha ricevuto altri avvisi prima di tale data ).

      Per il bollo a lei richiesto del 2009, purtroppo è da pagare.
      Sono passati 3 anni.
      Se vuole regolarizzare la sua situazione, può farlo usufruendo di sconti, se la sua cartella non è stata "beccata" dagli enti addetti, sennò, aspetti che la "becchino" loro con le loro lettere, sperando in altre prescrizioni.

      Salutoni

      Elimina
  55. la ringrazio molte per la sua velocità e cortesia.Comunque scusi la mia ignoranza in materia ,ma avendo acquistato l'auto nel luglio 2007 il mio primo bollo non è quello del 2008?E comunque questo bollo 2008 m'è arrivato per la priima volta nel novembre 2011(non devo pagarlo??).Cosa dovrei fare allora??GRAZIE MILLE.
    SALUTONI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh beh, anche io sono ignorante in alcuni campi!

      Il bollo è una di possesso auto, quindi se voi avete acquistato l' auto nel luglio 2007 ( mettiamo sia usata per facilitare l' esempio), e ad esempio il passaggio lo effettuate dopo un anno, questa auto risulterà a vostro nome a partire dall' anno dopo, e sarà a cominciare da quella data che inizierete a pagare il bollo.

      Al momento dell' acquisto del suo veicolo, lei si è intestata l' auto, e quindi da quel momento avete il possesso del veicolo. Nella data in questione pagherete il bollo, che durerà un anno dal mese in cui risulta che l' auto è vostra.

      Di norma la legge presume che chi non riceva avvisi ( parlando di qualunque tassa ) è tenuto ad informarsi, e a versare la tassa regolando la sua situazione.

      Il bollo 2008 le è arrivato nel 2011, giusto in tempo per non far cadere il diritto di riscuotere tale tassa. Quindi deve pagarlo.
      Per quello del 2007, sono passati 5 anni, e a questo punto deve, se vuole, attendere che gli arrivi un avviso di mancato pagamento.

      Salutoni a leiii :)

      Elimina
  56. Complimenti per il blog davvero interessante e grazie per le delucidazioni che date a d ogni persona.
    Vorrei porvi all'attenzione la mia situazione.
    Non ho pagato il bollo del 2005 e sicuramente entro il 31/12/2008 la Regione Puglia mi avrò inviato un sollecito di pagamento con atto giudiziario che non ho ritirato poichè dove avevo la residenza la posta si smarriva continuamente, pertanto vale la notifica per compiuta giacenza. Ok fin qui tutto bene. Da qualche mese ho verificato che è stato iscritto a Ruolo ad Equitalia questo mio debito ma a tutt'oggi non mi è stata notificato nulla dall'agente di riscossione, la cartella non ha ancora data di notifica. Vorrei appunto chiedervi considerati i termini potrei dedurre che il bollo 2005 è andato in prescizione? 2005 avrei divuto pagare, 2008 probabile sollecito con AG notificato per compiuta giacenza, Equitalia emette un ruolo entro il 2011 ma non viene notificato, forse mai spedito. Siamo al 2012 e cioè nel 4° anno successivo all'ultima notifica...quindi????
    Vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Fabrizio!

      Ogni notifica arrivata "spezza" la prescrizione, che si azzera e dal qual giorno che si riinizia a contare per un nuovo termine di prescrizione.
      Non ho capito bene quando e se le sono arrivate altre notifiche, ma se le è arrivata nel 2008, in tale giorno si è azzerata la prescrizione. E quindi da qui si ricomincia a contare.

      Dal 2008 ad oggi sono 4 anni, e per legge, di norma, il termine per richiederle tale tassa è prescritto.

      Tanto, ormai deve solo attendere un prossima lettera, di certo non andrà di persona a dire che non ha ricevuto alcuna lettera.

      L' unica cosa, dovrebbe controllare se ha il fermo del veicolo. Ma forse se l' avevano fatto, dovevate aver ricevuto una notifica.

      Un salutone a lei!
      Daniele

      Elimina
    2. Fabrizio - Tarantolunedì, 29 ottobre, 2012

      Grazie per la tempestiva risposta.
      Per quanto alla data di notifica dell'accertamento che è avvenuta sicuramente entro 2008, potrò saperlo con precisione solo quando riceverò la cartella esattoriale da Equitalia, lì ci sarà senza'altro scritto, giusto?
      Io non ho ritirato l'atto giudiziario della Regione Puglia dove mi solecitavano il pagamaneto del bollo 2005, quindi supponiamo che vale come data di notifica per compiuta giacenza il 31/12/2008.
      Da qualla data ad oggi sono passati più di 3 anni...ciò vuol dire che è caduto in prescizione???
      Grazie mille ancora

      Elimina
    3. Buondì Sig. Fabrizio!

      Se prendiamo allora come data per compiuta giacenza
      il 31/12/2008, allora si compiono 4 anni il 31/12/2012.
      Dovrebbe, come scrive lei stesso, attendere la lettera di Equitalia.

      Ovviamente deve esserne sicuro.
      Se ha preso una lettera di recente o un paio di anni fa,
      lei dovrà pagare, dacché non c'è prescrizione.

      Spesso quelli di Equitalia "ci provano" anche con la tassa caduta in prescrizione perché, data la gran mole di persone che non hanno pagato la tassa, beccarli tutti diventa difficile, e alla fine li beccano moolto in ritardo.

      Salutoni a lei e buon inizio di settimana!

      Elimina
    4. Attendo dunque che Equitalia mi notifichi la cartella.
      Se a conti fatti il bollo 2005 è prescritto come procedo per la contestazione ?
      Dove trovo le normative regionali (Puglia) in tema di prescrizione di questi tributi ?
      Grazie Daniele sei molto gentile.

      Elimina
  57. salve sig. daniele mi e' arrivato un preavviso di fermo amministrativo per dei bolli non pagati regione calabria, bollo auto anno 2004 notificato il 2010 e bollo auto 2005 e 2006 notificato il 2011. sono caduti in prescrizione ? un salutone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei.

      Già la notifica del 2010, non è assolutamente valida
      perché dal 2004 sono passati ben 6 anni.
      Lo stesso vale per la notifica del 2011.
      Tutti questi bolli sono stati richiesti illegittimamente.

      Il preavviso di fermo amministrativo è infatti un PREAVVISO.
      Se lei non ha pagato i bolli, perché non attuarle già direttamente il fermo amministrativo?
      RISPOSTA: perché non possono farlo.

      Solo nel caso se vi arrivasse una lettera che riporta il reale fermo del veicolo, vi basterà controllare al PRA
      se è realmente così.
      E' una cosa che non possono fare.

      Salutoni a lei

      Elimina
    2. AAA multa calorosa cerca bollo per fare un bollito di pollo
      O_o

      Elimina
  58. sig daniele buongiorno,

    mi scusi se magari sarò ripetitivo, mi è stato recapitato questo mese il pagamento del bollo moto da parte dell'agenzia per l'anno 2009 (Regione Sicilia) vorrei sapere se devo pagarlo o è caduto in prescrizione grazie ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      Purtroppo sì, perché son passati 3 anni.
      In molti siti si legge che sono 3 anni ma in realtà sono
      tre anni a partire dall' anno in cui doveva esser effettuato il pagamento.
      Quindi 4.

      Salutoni a lei e buon fine settimana!

      Elimina
    2. sig. daniele buonasera, grazie per la sua risposta ma volevo ancora chiederle se la moto è stata acquistata a ottobre del 2009, il bollo va pagato sino a dicembre?
      trattasi di moto da 15 kw mi contestano una tassa evasa per 32,31 che con sanzioni 9,69 interessi, 3,39 e diritti di notifica a un totale di € 50,74.

      Elimina
    3. Buondì!

      No, nel momento in cui l' intestazione del veicolo passa a suo nome, da quel momento inizia il periodo del "suo bollo".
      Nel suo caso il bollo 2009, parte ad ottobre e deve esser pagato entro ottobre 2010.
      Un anno a partire dal momento del passaggio di proprietà.

      Però, leggendo che la tassa evasa è piccola,
      presumo lei abbia ceduto il mezzo, o cambiato intestazione oppure lo ha rottamato dopo qualche mese.
      In questo caso il bollo è da Ottobre sino al mese in cui il veicolo era ancora intestato alla sua persona.

      Comunque sia, l' Agente della Riscossione ha ancora il diritto di richiederle tale tassa, che quindi va pagata entro i termini per non incorrere in ulteriori sanzioni.

      Salutoni!

      Elimina
  59. buondi, bolli auto regione puglia arretrati, l'aci ritiene che debbano effettuarsi su un cc differente ma non sanno dirmi quale, sapreste aiutarmi, a causa di cambi di residenza le notifiche non mi sono arrivate.
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provi a contattare direttamente l' Agenzia delle Entrate
      più vicina.
      I soldi del bollo lì vanno a finire, quindi vi conviene sentire loro. Almeno sono affidabili al 100%.

      Salutoni!

      Elimina
  60. Salve in data 06/09/2012, mi e' arrivato,un avviso di accertamento e di irrogazione amministrativa in materia di tasse automobilistiche regionali(Marche),di un bollo non pagato durante il periodo tributario che va' da settembre 2009, ad Agosto 2010.-Ho chiesto la rateizzazione compilando un modulo direttamente dal sito della regione marche ed il tutto e' stato inviato in data 16/10/2012 direttamente via fax, che e' uno dei metodi di invio che loro chiedono.-
    Ad oggi 03/11/2012, non ho ricevuto da parte loro nessuna risposta di rateizzazione, nonostante abbia addirittura mandato anche via email direttamente alla persona responsabile la documentazione dell'avvenuta spedizione della domanda via fax.-Detto questo la mia domanda e' la seguente:Giorno 05/11/2012 mi scade il termine dei 60 giorni entro il quale dovrei pagare, altrimenti come dicono loro nella raccomandata:il contribuente che non ricorre a nessuna delle tre possibilita' viene iscritto a ruolo e nei suoi confronti scattano le procedure di riscossione coattiva.-Come mi devo comportare?Devo pagare oppure il fatto di aver inviato la domanda via fax mi porta un ulteriore tempo per poter pagare?Inoltre come posso fare a sapere se la mia domanda di rateizzazione e' stata accettata oppure no?
    Vi prego aiutatemi.-
    P.S.Potrei ricevere copia dell'eventuale risposta anhe sulla mia emai:francescocarr@yahoo.it, grazie.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve a lei Francesco.

      Se ha fatto la richiesta di rateizzazione, e quindi ha anche i documenti che le hanno rilasciato, può andare di persone
      di nuovo all' Agenzia delle Entrate e chiedere a che punto è la sua pratica.
      Se non ha ricevuto alcuna lettera, deve continuare ad informarsi alla sede.
      Se non le danno risposta e nulla, nel caso vi arriverà qualche avviso di iscrizione a ruolo o ( sperando di no ) Equitalia, lei andrà alla sede o invierà via fax la richiesta di rateizzazione scritta.

      Se lei ha fatto tutto in regola, non ha da temere nulla.
      Finché ha i documenti e sa anche chi ha effettuato la pratica,
      lei è nel giusto.

      Si rechi comunque di nuovo alla sede dell' Agenzia delle Entrate, di solito reclamano che il cittadino debba informarsi ( anche se di risposte spesso non ne riceve per niente ). Se non le danno informazioni, si scrivi chi e cose le dicono.

      Salutoni.

      Elimina
  61. Per sig.Fabrizio

    di solito non serve contestarle, dacché non hanno proprio il diritto di richiederle.
    Poteva contestarlo entro 60 giorni dalla data di notifica.
    Essendo passati i 60 giorni non può più contestarla.
    Come opta anche lei, conviene attendere.

    Se si rivolgesse ad un ufficio di Equitalia più vicino, probabilmente non le diranno che vi è una prescrizione.
    A meno che non siano ONESTI.

    Salutoni a lei!

    RispondiElimina
  62. buongiorno,
    sono residente in lombardia e le chiedo cortesemente una precisazione;gli avvisi inviati tramite posta normale(quindi non raccomandate o atti di notifica)contribuiscono a fermare i 4 anni che servono a prescrivere un bollo del 2007 non pagato?
    Grazie per il suo utilissimo blog.
    buona vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei.

      Molti che si rivolgono ad avvocati, sentono dire che anche quelle lettere interrompono la prescrizione.
      Peccato che con una lettera normale Equitalia ochichessia
      non ha la certezza al 100% della notifica, a differenza delle raccomandate o delle lettere consegnate direttamente a mano dal funzionario addetto.

      Devono avere la conferma di ricezione da parte del debitore.
      Nel suo caso, essendo passati ampiamente i 4 anni,
      inviano lettere normali, per generare paura nel debitore,
      sapendo che è illegittimo richiedere tale tassa.

      Salutoni e grazie per i complimenti!

      Elimina
  63. salve io ho una moto del 1986 sinceramente non ricordo da quando non pago il bollo però stò già pagando il conto anke per altre cose con ufficio entrate penso che dentro ci sia anche la sudetta moto il problema è questo ho trovato l'acquirente però vuole copia delle ricevute come posso entrare in possesso di queste visto che ho provato online ma nulla da fare!! ma poi l'acquirente ha interesse a queste ricevute? non dovrebbe pagare lui dal'ultimo bollo che pago io non sò se sono stato chiaro cmq rincrazio anticipatamente e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei signor Annibale!

      La sua moto ha la stessa mia età. Cipicchiolina!

      In effetti chi acquista non deve assolutamente interessare
      se il venditore ha pagato o meno il bollo.
      Nel momento in cui viene fatto il passaggio di proprietà,
      proprio da quell' attimo, il nuovo proprietario sarà responsabile di tutte le tasse riguardanti il veicolo.

      Se, ad esempio, lei vende la moto e proprio oggi 8 Novembre 2012 viene cambiato il nome dell' intestatario, da domani,
      qualsiasi tassa sarà a carico del compratore, mentre se richiederanno il bollo del 2010, lo chiederanno a chi era intestato il veicolo nel 2010. Cioé a lei.

      Le prove si possono reperire all' Aci, o alla stessa Agenzia delle Entrate, ma... perché deve far saltar fuori qualche bollo che non ha pagato per mostrarlo a qualcuno che invece non ha il diritto di vederli??
      Non mostri nulla. Se non vuole acquistarla senza vedere i pagamenti arretrati, cambi acquirente.
      E' un consiglio da amico.

      Salutoni sior Annibale!!
      E mi saluti anche la sua moto! :D

      Elimina
  64. la ringrazio infinitamente del consiglio e della sua assistenza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla.
      E stia attento quando venderà la sua moto.
      Controlli che venga fatto come si deve il passaggio,
      e non rimanga ancora intestata a lei.

      Salutoni!

      Elimina
  65. aribun giorno sig. Daniele avrei un'altro quesito per lei riguardo a donazione di immobile sarò breve mia mamma vorrebbe donare la sua parte di casa a noi figli (3)in quanto il papà mori nel 1990 nessuno fece niente per pretendere la quota io ho sostenuto i beni ed i mali(in quanto deceduto sul lavoro come titolare ditta individuale) mi conviene sostenere le spese come donante oppure come usocapione? premetto che ora siamo in buoni rapporti ora!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aribuondì a lei sior Annibale!

      Purtroppo,.. mi sa che su questo argomento dovreste contattare un esperto del settore.
      Non mi permetto di darle consigli perché non ne ho idea.
      Magariii fossi avvocato!
      Vi aiuterei anche con ste questioni incasinate!

      Io so che le eredità si passano facendo gli atti scritti,
      sennò alla morte del proprietario va diviso in parti uguali ai figli, anche se uno dei figli ad esempio sostiene tutte le spese di, chessò una casa, se la mamma muore senza lasciare testamento, essa, se intestata appunto a lei, sarà divisa in ugual parti con i figli.

      Io contattai un avvocato beccato in web.
      Provi a mandare una mail qui
      info@galardoventuriello.it ( Avvocato Galardo ).
      A me ha risposto, quindi almeno è cortese.

      Elimina
  66. buon sabato sig daniele accetto volentieri il suo consiglio ed l'email. riguardo alla moto ho deciso di tenermela come ricordo "cuccavo un casino hehehe" magari farò la demolizione della targa cosi mi levo ogni pensiero di bolli e mica bolli rimetterla in circolazione non se ne parla ho cambiato stile e cilindrata ho smesso anche di cuccare heheh aribuona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esaatto!! Forse è la scelta migliore.
      Ormai hai cuccato abbastanza sior Cuccatore!!
      Si conservi lo stemma o un pezzetto, così gli rimane il ricordo.
      Buon sabato e buon fine settimana a lei!!

      Elimina
  67. BUON GIORNO SIG. DANIELE
    STO LEGGENDO CON INTERESSE IL V.S BLOG CHE LO TROVO INTERESSANTE
    VORREI ESPORRE IL MIO PROBLEMA
    IL 2002 SE NON VADO ERRATO NON E STATO PAGATO IL BOLLO DOPO QUALCHE ANNO HO PAGATO QUALCOSA PERCHE CI FU GRAZ A BERLUSCONI IL CONDONO
    PENSO DI AVER PAGATO QUASI TUTTO PURTROPPO NON HO PIU LE RICEVUTE SBADATO CHE SONO
    ORA L'EQUITALIA MI HA FATTO IL FERMO AMMINISTRATIVO SONO IN CAUSA DAL GIUDICE DI PACE PERO L DOMANDA E
    1 IL BOLLO DELL2011 DELLA MIA MACCHINA CHE HA IL FERMO DEVO PAGARLO?
    2 PERCHE LA REGIONE MI RICHIEDE DI PAGARE UN BOLLO DEL 2002 QUANDO LA MACCHINA A SUA BOLTA E STATA ROTTAMATA?
    SONO DELLA REGIONE PUGLIA
    LA RINGRAZZIO ANTICIPATAMENTE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei sior Sportelli!

      Inizio dalla 2
      Se la sua auto è stata rottamata, non deve pagare il bollo!
      A meno che non risulti che sia stata rottamata,
      o a meno che non vogliamo il bollo per i mesi in cui
      aveva ancora l' auto.
      La domanda è: quando ha effettuato il passaggio di proprietà di quell' auto?
      Se lo ha fatto, ad esempio, nel giugno 1990, allora il bollo 2002 partiva nel giugno 2002 ( tutti nello stesso mese ), e se lei ha rottamato l' auto a settembre 2002, allora il bollo che doveva pagare riguardava i mesi in cui ha avuto in possesso il veicolo: da giugno a settembre.
      Se ha effettuato il pagamento dei bolli arretrati, deve avere purtroppo le ricevute, o almeno fotocopie, così da poter dimostrare di aver pagato.
      Provi a recarsi all' ACI e vedere se gli risulta pagato tutto.

      Per la 1
      Per legge leggiamo
      Il possesso è la detenzione del bene/ proprietà, cioè fare del proprio bene ciò che si vuole, compreso il diritto di disporne la vendita. Da gennaio 2011 invece, è stato disposto che << il fermo di un veicolo non interrompe più l'obbligo di pagare la tassa automobilistica (articolo 8, comma 5, legge provinciale 11 agosto 1998, n. 9, introdotto dalla legge provinciale 23 dicembre 2010, n. 15).>>
      Quindi, anche se l' auto ha il fermo amministrativo, lei non deve pagarlo.
      Però alcuni direttori delle sedi ACI permettono di non pagarlo se si porta il documento che attesti realmente il fermo amministrativo del veicolo ( reperibile al PRA ).

      Provi a recarsi all' ACI, parli col direttore, spieghi di avere il veicolo in fermo, e chieda se debba pagare o meno i bolli a venire.

      Salutoni a lei!

      Elimina
  68. SALVE SIG. DANIELE
    ESPONGO IL MIO CASO
    IN DATA 05/11/2012 MI E' STATA NOTIFICATA UNA CARTELLA ESATTORIALE EQUITALIA PAVIA PER MANCATO PAGAMENTO DEL BOLLO AUTO PERIODO 11/2007 10/2008. IMMESSA A RUOLO NEL 2012.
    SE BEN RICORDO DI AVER PAGATO QUEL BOLLO, CAUSA TRASLOCO HO PERSO VARI DOCUMENTI ECC...... E QUINDI NON POSSO PROVARE IL PAGAMENTO.
    LA MIA DOMANDA E' IL BOLLO AUTO SI PRESCRIVE DAL TERZO ANNO SUCCESSIVO A QUELLO DOVE DOVEVA ESSERE EFFETTUATO IL PAGAMENTO, QUINDI SE DOVEVO PAGARE IL BOLLO A NOVEMBRE 2007 LA PRESCRIZIONE INIZIA DAL 1/1/2008 E TERMINA 31/12/2010. SE QUESTI CALCOLI SONO GIUSTI IO NON DOVREI PAGARE FACENDO RICORSO.
    CHIEDO GENTILMENTE UNA RISPOSTA CHE MI CONFERMI QUANTO SOPRA ESPOSTO COSI DA POTER PRESENTARE UN RICORSO PER L'ANNULLAMENTO DELLA CARTELLA
    GRAZIE ALBERTO DA PAVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì signor Alberto!

      Effettivamente sono passati i 4 anni che prescrivono il diritto di richiedere tale tassa, i conti sono giusti:
      4 anni cadono nell' ottobre del 2012.
      In effetti bisogna avere una ricevuta che attesti il pagamento.
      Non so se all' ACI abbiamo anche i dati con i pagamenti effettuati che può richiedere, così da inviare solo un fax o lettera con la fotocopia del bollo pagato e quindi evitare anche ricorsi ( forse ) inutili, perché spesso,
      come può leggere in molti commenti che vi sono,
      richiedono bolli che non possono essere richiesti
      ( ricordo di utenti che hanno ricevuto richieste per bolli degli anni '90 ).

      Un salutone a lei!
      Buona Domenica!

      Elimina
    2. Sig Danile
      grazie per la risposta e' stato gentilissimo.
      volevo solo chiederle una'altra cosa; se presento il ricorso alla commissione provinciale tributaria per prescrizione bollo devo comunque pagare la cartella o il ricorso sopsende tutto
      grazie rimango in attesa di risposta e porgo distinti saluti

      alberto da pavia

      Elimina
    3. Salve di nuovo a lei Sior Alberto!

      Beh, questo purtroppo non lo so.
      Però so che per legge prima si paga qualcosa,
      poi fai ricorso, e se hai ragione ti viene sostituita
      la cifra pagata ingiustamente.

      Però... c'è sempre un però nella vita!
      Se io non ho soldi per pagare una tassa che ritengo
      non sia dovuta, come faccio ( appunto ) a pagarla?

      Le consiglio di chiedere ad un esperto in leggi
      ( se lo fossi io vi aiuterei in qualsiasi questione! ),
      oppure può decidere lei stesso se pagare o no
      prima del ricorso.

      Un salutone e in bocca al lupo!
      Ci faccia sapere poi come va

      Elimina
  69. Graz Sig Daniele per la sua risposta tempestive

    solo che ho sbagliato la data il bollo e del 1992 no del 2002
    mi hanno fatto il fermo sulla mia attuale auto ora ho fatto ricorso al giudice di pace

    il giudice di pace puo risolvere il problema?
    grazie infinite della sua collaborazzione e se mi dice cosa posso fare per togliere il fermo

    dinuovo grazie mario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno fatto un fermo su un bollo del 1992??
      Non credo che si possa fare un fermo per un bollo così vecchio!
      Ha controllato all' ACi, al PRA, alla digos,
      se VERAMENTE il suo veicolo è in fermo amministrativo??

      Non è che non lo è, e loro ci provano?
      Se è in fermo penso che potrebbe fare un ricorso,
      in caso contrario ( cioè se il suo veicolo non
      ha nessun fermo ), non credo debba fare ricorso!

      Salutoni a lei Mario

      Elimina
  70. Gentile sig Daniele,ho letto il suo forum e forse può essermi d'aiuto .Ho ricevuto il 23 ottobre 4 bolli auto da pagare entro il mese di dicembre di 2auto diverse.Sa ,se è prevista la rateizzazione ?visto che la cifra è cospicua.Volevo sapere anche, visto che sono nella zona del Polllino che credo ne sia al corrente , ha avuto un sisma di 5.0 ,il 26 ottobre scorso,se è previsto un condono x i bolli auto e se si solo x quelli dell'anno corrente o anche x i vecchi ?Cosa devo fare x informarmi?la ringrazio x l'attenzione e spero sia stata chiara se vuole delucidazioni sono a disposizione a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      Per la questione del condono, le dico sinceramente che non
      so se esista attualmente e che tipo di tasse riguardi.
      Potrebbe recarsi o contattare l' ACI per informazioni
      per vedere se le tasse antecedenti il sisma sia condonabili
      o meno.
      Di che anno sono i bolli? Ha già verificato che non siano
      caduti in prescrizione?
      Se deve pagarli dacché non sono prescritti, e se è stata Equitalia a recapitarli, può recarsi proprio alla loro sede dove potrà compilare i moduli per la rateazione delle tasse.

      Se le servono altre delucidazioni cui io possa risponderle,
      può tranquillamente chiedere.

      Salutoni e buon fine settimana

      Elimina
  71. Buonasera Sig. Daniele

    sarei interessato alla sua opinione in merito alla mia situazione:
    il giugno scorso 2012, prima di vendere la mia moto sono passato dall'aci a regolarizzare i pagamenti dei bolli degli anni 2008-2009-2010-2011.
    sono riuscito a pagarli tutti tranne il 2008 per il quale mi e' stato detto che non era possibile pagarlo da loro e di rivolgermi ad equitalia per pagarlo.
    Mi sono recato all'ufficio di equitalia della mia citta Faenza (RA) dove mi e' stato detto che non posso pagare a loro e che devo aspettare che arrivi la notifica da parte loro...oppure recarmi all' agenzia delle entrate per risolvere qualcosa.
    Mi reco all'agenzia delle entrate ma mi viene detto che non e' piu' competenza loro..."magari provi a sentire dalla regione"...
    Ora io non so che fare...meglio che aspetti la notifica? ma per un bollo di circa 90 euro annuali quanto andro' a pagare?
    Grazie buona serata.
    Davide

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei Davide.

      Non riescono a capire dove lei debba versare la tassa probabilmente perché sta andando verso la prescrizione.
      La competenza di questa tassa, dopo i due anni, diviene di Equitalia ( finché c'è ). Se proprio alla loro sede vi dicono che non può pagare, allora vi tocca attendere la notifica
      che vi giungerà a casa, anche se penso quando vi giungerà,
      sarà ormai prescritta, dacché la prescrizione di questa tassa è di 4 anni.

      Salutoni a lei e buon inizio di settimana!

      Elimina
  72. Buongiorno sig. Daniele

    Sono Claudia abito nella Regione Veneto e avrei un quesito da porle: ieri 22 novembre 2012 è arrivata a casa del mio ragazzo una lettera semplice di sollecito di Equitalia (non una raccomandata) in bianco e nero datata 24/10/2012 dove veniva chiesto il rimborso di 3 bolli non pagati per un importo superiore ai 1000€ e vorrei sapere se li deve pagare oppure no, premetto che il mio ragazzo non si ricorda se ha ricevuto le prime 2 notifiche ma sicuramente non ha ricevuto l’ultima che sono riportate nella lettera. Ha inoltre già fatto un controllo all’ACI che ha confermato che l’ultimo bollo è stato pagato a dicembre 2002.
    1° bollo anno 2003 ruolo 2008 e notifica il 29/04/2008
    2° bollo anno 2004 ruolo 2009 e notifica il 24/10/2009
    3° bollo anno 2005 ruolo 2010 e notifica il 29/02/2012
    Lui ha demolito l'auto il 02/02/2006. Possono eventualmente mettere il fermo auto su quella che usa attualmente visto che l'altra l'ha demolita? Nel caso non dovesse pagare i bolli deve rivolgersi ad un avvocato o deve fare qualche comunicazione e se si a chi? La ringrazio infinitamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Claudia!

      Innanzitutto, i bolli son caduti in prescrizione.
      Così come riporta la finanziaria del 2007 (Legge del 27 dicembre 2006, n. 296, comma 163):

      "Per la riscossione coattiva dei tributi locali il relativo titolo esecutivo (cartella o ingiunzione) deve essere notificato al contribuente, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui l'accertamento è divenuto definitivo".

      L' iscrizione a ruolo, a mio parere, è anch' essa illegittima, dacché effettuata oltre i termini
      Se si riceve una cartella relativi ad anni anteriori al 2007, è bene verificare che il Comune abbia effettuato l'iscrizione a ruolo entro l'anno successivo a quello per il quale è dovuto il tributo. Altrimenti si può eccepire la decadenza ai sensi dell'articolo 72 del Decreto Legislativo n. 507/93.

      Il fatto poi che sia una lettera normale, non raccomandata e neanche consegnata da un funzionario di Equitalia, conferma ulteriormente la tesi che le tasse non siano dovute.

      Di norma non occorre far nulla, dacché loro non possono attuare alcun fermo o imporre il pagamento di queste tasse ormai non più dovute.

      Il fermo amministrativo, nel caso le tasse sia dovute, potrebbe esser effettuato anche su un veicolo diverso da quello che è soggetto della tassa non pagata.

      Salutoni

      Elimina
  73. Buongiorno sig. Daniele

    abito in Veneto e avrei anche io un quesito da porle: mi è arrivata a casa una lettera semplice di sollecito di Equitalia (non una raccomandata) in bianco e nero datata novembre 2012 senza firma dove mi si chiede il rimborso di 3 bolli non pagati per gli anni 2003-2004-2005 e vorrei sapere se li devo pagare oppure no, premetto che i bolli del 2003 e 2004 mi sono stati notificati con raccomandata mentre quello del 2005 non mi è mai stato notificato, inoltre le date di notifica in mio possesso non coincidono con quelle riportate nella lettera che mi è appena arrivata. Ho fatto un controllo all’ACI che ha confermato che l’ultimo bollo è stato pagato nel 2002. Dalla lettera ricevuta risulta questo:
    1° bollo anno 2003 ruolo esecutivo 28/02/2008 e notifica il 29/04/2008
    2° bollo anno 2004 ruolo esecutivo 02/03/2009 e notifica il 24/10/2009 (nella raccomandata originale risulta notificato il 16/10/2009)
    3° bollo anno 2005 ruolo 2010 e notifica il 29/02/2012 (mai ricevuto nulla di questo)
    Ho demolito l'auto nel 2006 ed è stata radiata il 31/01/2006. Devo pagare oppure no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      La lettera è in bianco e nero e le date non coincidono perché
      ( gli indizi ci portano lì ) le richieste sono illegittime.
      Ora non so se in Veneto hanno spostato la prescrizione a 5 anni come in Piemonte, anche se dubito (può avere la conferma anche all' ACI ).

      La data di notifica errata è una cosa che può essere tranquillamente impugnata come errore loro.
      Se non ci sono modificazioni della Legge in Veneto,
      tutte queste richieste sono da considerarsi illegittime.

      Si conservi per bene il foglio della demolizione, con anche ulteriori fotocopie, perché a molti chiedono bolli degli anni a venire.

      Salutoni

      Elimina
    2. La ringrazio per la cortesia e la disponibilità e le auguro una buona settimana.

      Elimina
    3. Prego!
      Un buon inizio di settimana a lei!
      :D

      Elimina
  74. buona sera nel 2001 0 venduto la macchina il propretario non a fatto la registrazione al pra se serit vuole che pago i bolli dal 2002 ad oggi o una copia di traschizione atto di vendita posso bloccare la cartella o 20 giorni se no rischio il fermo della mia auto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei Giuseppe.

      Intanto la Serit NON può chiedere bolli del 2001,
      dacché sono passati 11 anni, e le richieste
      sono TOTALMENTE ILLEGITTIME.
      Inoltre, se lei ha venduto l' auto, mostri il passaggio di proprietà oppure un qualsiasi foglio che attesti la vendita dell' auto.
      Invii o porti alla sede la FOTOCOPIA di qualsiasi documento attesti la cessione del veicolo.
      Se non ha fogli, e l' auto risulta ancora intestata a lei, deve assolutamente intervenire, altrimenti qualsiasi tassa sull' auto sarà a carico suo.

      Salutoni

      Elimina
    2. o la copia del latto di vendita la persona che lo venduta non a fatto il passaggio al pra i bolli da pagare sono 2002/2003/2004/2005/2006/2007/2008 per un tot di 2 milla e 7 cento euro

      Elimina
    3. Allora sig. Giuseppe dovrebbe presentare all' ACI o direttamente all' Agenzia delle Entrate della sua zona,
      le fotocopie e l' originale ( che NON deve dare a NESSUNO )
      dell' atto di vendita.

      Per com'è la situazione ora, l' auto è intestata a lei e quindi le tasse sono e saranno a suo carico.
      Vada all' Ente e comunichi la situazione mostrando le fotocopie dei documenti in possesso.
      Sperando le blocchino il tutto.

      In bocca al lupo e ci faccia sapere.
      Salutoni

      Elimina
  75. Buonasera signor Lapenna
    Possiedo la macchina del mio ex marito e mi e' arrivata una notifica(a lui intestata) del mancato pagamento del bollo 2007.la richiesta ha il reso esecutivo in data 13agosto 2012.
    Siccome lui ora vive all'estero ed e'irrintracciabile,non so se in passato abbia già ricevuto notifiche che abbiano fatto decadere un'eventuale prescrizione,posso scoprirlo in qualche modo?
    In ACI risulta non pagato,ma mi hanno anche detto che a loro potrebbe anche non risultare ma risultare alla sede regionale(Lombardia).Grazie per la sua attenzione e per il lavoro che sta svolgendo.
    Magenta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Magenta!

      Per sapere se ha ricevuto atti interruttivi, può recarsi all' Agenzia delle Entrate. Non so chi le ha inviato questa lettera, se la Regione o Equitalia, ma se ad esempio è stata quest' ultima, allora dovrà andare ai loro uffici e verificare
      ( se vi è stata una precedente notifica, ed è stata firmata, loro hanno proprio la fotocopia al computer della lettera ).

      Ora, non so esattamente com'è la situazione per la legge, ma se l' auto ora è intestata a nome suo, dovrà pagare i bolli da quando l' auto è intestata a lei.

      Senta l' Ag. delle Entrate.
      Se comunque non ha ricevuto altre notifiche interruttive, il diritto di richiedere tale tassa è caduto in prescrizione
      ( se non risiede in Piemonte, l' unica Regione che io sappia, che ha aumentato la prescrizione a 5 anni ).

      Salutoni e ci faccia sapere!

      Elimina
  76. salve sig. daniele ho ricevuto un preavviso di fermo amministrativo di 5 cartelle esattoriale tra cui 2 di bollo auto 2 di tassa rifiuti e 1 multa, equitalia mi nega la rateizzazione cosa posso fare ? a chi mi posso rivolgere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei.

      Ma è andato direttamente agli uffici di Equitalia?
      E' strano, perché molti uffici permettono rateizzazioni anche per importi inferiori ai mille euro.
      Provi a rivolgersi direttamente al creditore delle tasse, ovvero all' Agenzia delle Entrate.
      Ha controllato se non si tratta di tasse illecitamente richieste?

      Elimina
  77. Salve, ho praticamente venduto l'auto e sono andato all ACI di Reggio Calabria dove appunto sono residente e mi hanno detto che la Regione Calabria non rimborsa la restante parte di mesi rimasti del bollo. Ma secondo voi è possibile?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quanto ne sappia io, no.
      Non è questione di "rimborsare".
      In effeti la tassa impone di già il pagamento di un anno
      intero, ma questa regolarizza la situazione fiscale del
      possessore dell' auto e non del succesivo acquirente.
      Se l' acquirente acquista l' auto dopo tre mesi che il
      precedente proprietario ha pagato il SUO bollo,
      a sua volta NON ha il suo ( dell' acquirente ) bollo pagato.
      E' una tassa nominale, e quindi diretta a chi possiede l' auto, e non all' auto.

      Salutoni

      Elimina
  78. Carissimo Daniele, intanto le auguro Felice anno a lei e a tutti gli utenti di questo sito.
    Proprio oggi mi è stato notificato un bollo relativo all'anno d'imposta 2009..la domanda pertanto è molto semplice°
    Non essendo mi mai arrivato nessun avviso relativo a questo bollo, puo considerarsi prescritto??
    Grazie Maurizio Venezia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Maurizio!
      E Buon Anno anche a lei!

      Purtroppo no, perché la legge parla, in merito alla prescrizione, del "terzo anno successivo a quello in cui doveva esser effettuato il pagamento".
      Vengono considerati quindi 4 anni.

      Salutoni!

      Elimina
  79. Gentile sig. Daniele, mi è arrivato nel mese di dicembre, sotto le feste, un lasciato avviso per una raccomandata da ritirare in posta; controllando sul sito delle poste il numero è risultato provenire da Lamezia Terme, ossia il centro meccanografico di Poste italiane, il quale spedisce bolli auto da pagare al 100%. La domanda è se non ritiro la raccomandata, incorro lo stesso nel pagamento della presunta tassa ai fini legali? grazie e buon anno! u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei e Buon Anno!

      Esattamente. L' avviso risulta esser messo nella sua buca delle lettere, e se lei non lo ritira, vale
      "per compiuta giacenza", e quindi è come se lei l' avesse ritirata.
      A questo punto le conviene andarla a prendere e verificare a cosa si riferisce e come agire di conseguenza senza far passare i termini per un eventuale ricorso.

      Lo Stato è furbo! Sti zozzoni!

      Salutoni!

      Elimina
  80. Gent.mo Sig. Daniele oggi (08/01/2013) ho ricevuto una cartella esattoriale da Equitalia omesso pagamento bollo auto anno 2006. L'accertamento è del 28/08/2009 ed è stato notificato il 22/10/2009 dalla Regione Puglia.
    Sulla base di quanto scritto sopra alla data odierna, posso ritenere prerscitta la tassa?
    Può motivarmi la sua indicazione.
    Grazie del tempo impiegato a noi cittadini.
    Saluti
    Fabrizio M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei Signor Fabrizio.

      In realtà no, perché la prescrizione avviene
      "il terzo anno successivo a quello in cui si doveva effettuare il pagamento".
      In genere ne vengono calcolati quattro.

      Salutoni a lei!

      Elimina
  81. mi scusi ma la cartella esattoriale deve essere notificata al contribuente, a pena di decadenza entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui l'accertamento è divenuto definitivo. per definitivo si intende il 22/10/2009 quindi anno 2009. la fine del terzo anno successivo 2010 il primo 2011 il secondo 2013 il terzo....è quindi il 31/12/2012, pertanto notificandomi la cartella esattoriale il 08/01/2013 si va ben oltre la fine del terzo anno successivo.
    grazie Fabrizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco perché dico sempre che spesso fanno valere la legge come vogliono loro.
      Alcuni utenti hanno spiegato come molti impiegati
      degli uffici pubblici dicano che si conti "l' anno solare",
      invece non è così.

      La legge è, come ovviamente fa lo Stato con ogni legge,
      VAGA.
      "Il terzo anno successivo a quello in cui doveva esser effettuato il pagamento".
      2009. L' anno successivo è, di norma, il 2010..
      Quindi si conta 2011 il primo
      2012 il secondo
      2013 il terzo.

      Il punto controverso è che la legge si applica alla tassa del bollo facilmente, ma per le notifiche della Regione o di Equitalia che prevedono un pagamento entro 30/60 giorni la situazione si complica.
      Molti avvocati dicono che la prescrizione si interrompe
      anche con una semplice lettera non raccomandata.
      Altri invece sostengono ci voglia la conferma di ricezione.
      Il problema, purtroppo, non è né degli avvocati, né degli specialisti, ma della legge che non è chiara e, come questa, appunto, spesso diversa da regione a regione.

      Spesso accade che al contribuente siano aggiunti i costi
      di "ritardo pagamento", anche se la lettera è stata inviata dall' ente in ritardo.

      Capisce quindi che nonostante si conosca la legge, ognuno la applica come gli pare, perché spesso è necessario un ricorso ( con dei costi ) che risultano esser inutili dacché le spese sovrastanno all' importo delle tasse.

      Salutoni

      Elimina
    2. Dimenticavo,
      alcuni sostengono come, non facendo opposizione ad una notifica di Equitalia, la prescrizione schizzi ai 10 anni.

      Purtroppo non so se sia vero o meno, d
      evo cercare qualcosa sul web.
      Avrei preferito esser un legale così avrei fatto
      un sito per consulenze di lettere di Equitalia.
      Purtroppo non ho le competenze e cerco di fornire aiuti in base a ciò che si "legge dalle leggi".

      Un salutone

      Elimina
  82. Ciao ho ricevuto un avviso di accertamento per bollo 2009 che dovevo pagare entro gennaio 2009 con la scadenza dicembre 2009,Avviso e arivatto 03,01,2013 devo pagare?Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì.
      L' avviso è arrivato nello stesso mese di gennaio.
      Bisogna verificare e controllare il giorno esatto
      in cui è stato iscritto al ruolo e quindi vedere
      se c'è o meno la prescrizione.
      Se c'è o no, è solo questione di pochi giorni,
      ma se lei mi dice che doveva pagarlo "entro gennaio",
      significa "entro la fine di gennaio".

      La prescrizione si ha "dopo il terzo anno successivo
      a quello in cui doveva esser effettuato il pagamento".

      Salutoni

      Elimina
    2. Andava pagato entro fine gennaio 2009 con la scadanza dicembre 2009 quindi cadeva in prescrizione febraio 2013 giusto?scusa per la ortografia sono dalla Croazia

      Elimina
    3. Non si preoccupi di come scrive :)
      si capisce benissimo!

      Se la scadenza era fine gennaio,
      i quattro anni si compiono a fine gennaio 2013.
      L' accertamento lo ha ricevuto il giorno 03/01/2013,
      e quindi mancavano ancora dei giorni a 4 anni completi.

      Se la cifra non è alta e può regolarizzarla,
      le conviene sistemare la situazione di questo bollo,
      altrimenti potrebbero inviarle successivamente
      un' altro avviso col quale potrebbero metterle
      in fermo l' auto e contemporaneamente aumentare ancor di più
      l' importo con ulteriori more.
      Si tratta di pochi giorni, ma la legge è precisa,
      infatti spesso, come accade ad esempio nei processi,
      si ottiene la prescrizione anche per un giorno in più.

      Salutoni a lei!

      Elimina
  83. Ti ringrazio!!!!Ciao speriamo che la casta ingrassa bene allora :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccerto!!
      Così poi la famo sur fuoco e ce la magnamo a fine anno!

      Elimina
  84. Gentilissimo Sig. Lapenna,
    ho ririrato la famigerata raccomandata, inviatami da lamezia terme, e come volevasi dimostrare è un bollo non pagato ahimè! il lasciato avviso è timbrato 18 dicembre 2012; il bollo in questione è per l'anno 2006; il primo accertamento è datato 11/08/2009 e notificato 01/10/2009; l'iscrizione a ruolo dell'atto esecutivo è datata 24/10/2012. facendo 2 conti risulta prescritto? Dimenticavo: il mio bollo termina ad aprile con scadenza il 30 maggio. Grazie mille in anticipo! Umberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma prego signor Umberto!

      No beh la prescrizione non c'è perché le lettere interruttive sono state inviate.
      Quelle lì le spezzano non poermettendo il compimento
      dei 4 anni necessari a rendere prescritto il diritto
      di richiederle tale tassa.

      Si ricordi che se non erro ha 60 giorni di tempo per pagarla per non incorrere in eventuali nuove sanzioni e vedere la cifra aumentare ancor di più.

      Salutoni a lei!!

      Elimina
    2. si mi scusi nuovamente ,ma dal 01/10/2009 al 18/12/2012 non sono trascorsi altri 3 anni? lei afferma che la tassa si prescrive solo nei primi 4 anni e non nei successivi? grazie nuovamente!!!

      Elimina
    3. Esattamente.
      Non lo sostengo io, lo dice la legge.
      Magarii lo sostenessi io!
      Metterei la prescrizione più bassa. Ahahahaha

      La legge dice "tre anni successivi a quello in cui deve esser effettuato il pagamento". Si danno 4 anni perché
      viene considerato l' anno successivo come quello in cui
      hai ancora a disposizione il tempo per pagarlo.

      Si ricordi però ( l' ho letto solo da una parte, e non so se sia vero - devo trovare prove di legge ) che se la notifica dell' ente della riscossione non viene contestata entro tot giorni ( dovrebbero essere 60 ), la prescrizione successiva sale a 10 anni.

      Ripeto, devo cercare la legge inerente, perché un conto sono delle frasi, un altro è la legge.

      Salutoni!

      Elimina
  85. Buonasera sono Silvia da Roma e volevo farle una domanda visto che la mia auto è stata rubata a metà gennaio 2013 e il bollo scadeva a dicembre 2012 devo pagare l'intero anno 2013? grazie in anticipo per la risposta .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia!

      Effettivamente, accade, di norma, che se viene meno il possesso dell' auto, il bollo non deve esser pagato.
      Ovviamente lei deve comunicare di aver subìto il furto.
      Dovrebbe pagare Dicembre e Gennaio.
      Sicuramente verranno fatti anche degli accertamenti perché
      sono accadute varie truffe nelle quali dei possessori
      di veicoli hanno simulato il furto per evadere la tassa.

      Si rechi all' Agenzia delle Entrate con la denuncia di furto.

      Salutoni a lei

      Elimina
  86. buongiorno nel 2011 ho pagato bollo presso tabaccaio circuito lottomatica a Bari per autoveicolo in leasing residenza lombardia, di cui ho perso ricevuta pagamento.
    In questi giorni mi ha contattato la regione lombardia chiedendone il pagamento e dicendomi che non è possibile fare versamento bollo loro tramite circuito lottomatica e che la somma pagata sara' stata imputata altrove...come faccio ad ottenere un duplicato visto che lottomatica non lo fornisce? non è possibile capire dove sono finiti i miei soldi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve a lei.

      Beh, come mai non fornisce ricevuta il tabaccaio?!
      Mi pare strano. Dovrebbe andare dallo stesso tabaccaio
      e chiedere dove ha effettuato il versamento,
      chiedendo dati o reperendo le informazioni relative
      al suo pagamento.

      Di norma, dovrebbe pagare il bollo nuovamente
      ( le conviene a sto punto rivolgersi all' Agenzia delle Entrate competente ) e poi ricercare dove è finita tale somma
      ( anche se mi viene il dubbio sia finita in tasca sempre allo Stato ).
      Non so esattamente come funziona il terminale, ma suppongo che riporti tra i dati a chi invia segnali e bonifici.

      Salutoni a lei

      Elimina
  87. Gent.sig.Daniele,la reg.Puglia mi invia bollo auto anno 2006 omesso,io aquistai auto usata ad aprile 2002,chiesto al propietario non ricordava la scadenza agosto o dicembre ad ogni modo a sett.2002 vado in lottomatica ma inseriti i dati non faceva il bollo.A gennaio 2003 faccio il bollo alla lottomatica per i 12 mesi senza sanzioni ne interessi ,cosi pure per gli anni dopoLa regione contesta il periodo che era agosto-settemre di ogni anno è normale?Poi un'altra cosa i bolli degli anni 2007-2008 si sono prescritti?possono loro richiedere ricevuta di pagamento,GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!
      Mi saluti tanto la Puglia perché son pugliese io.

      Se la richiesta del bollo auto del 2006 è la prima richiesta in assoluto che lei ha ricevuto, è già illegittima per legge, dacché il diritto da parte dell' ente di richiederla è caduto da un bel pò di anni ( ne sono passati 7 quando la prescrizione è di 4 anni! ).
      Può inviare all' ente una raccomandata, oppurre solamente ignorarla dacché se procedono contro la legge, non hanno diritto né di richiedere la tassa, né di agire in un qualunque modo per punire il mancato pagamento.

      Lei dovrebbe pagare da Aprile a Dicembre il bollo del 2002
      ( ma ormai è prescritto, e come si dice a Roma "ciccia al culo" ).
      Ogni anno però il bollo dura, appunto, 12 mesi, dal mese in cui paga, allo stesso mese dell' anno successivo.
      Se lei paga regolarmente il bollo, anche dopo la scadenza, ma lo paga, non deve temere proprio nulla.
      Lei paga a Gennaio 2012, e sta apposto sino a Gennaio 2013.
      Tutti i mesi sono coperti.

      Guardi, sinché lei paga, la legge la rispetta appieno.

      Salutoni a lei e alla Puglia!!
      Mi saluti le tantissime piante d' ulivo della Murgia
      e la splendida burrata!!

      Elimina
  88. salve,e' piu' di qualche anno che mi arrivano cartelle esattoriali e poi di equitalia per il mancato pagamento del bollo annuale di un autovettura che pero' io non ho mai posseduto e ogni anno rimando indietro con la dichiarazione che la vettura in questione io non l'ho mai posseduta ma poi il tutto si ripropone per l'anno dopo con le vecchie e le nuove cartelle allora ho provato a fare una perdita di possesso per la somma di 80 euro ma sorpresa non la posso fare in quanto io non sono il propietario vorrei sapere se lei puo' aiutarmi come faccio a liberarmi di questa vettura mi devo rassegnare a pagarne il bollo per tutta la vita??
    un grazie anticipato per la risposta e un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve a lei.

      Se il veicolo suddetto non è mai stato intestato a suo nome,
      le tasse richieste non vanno assolutamente pagate.
      E per legge, neanche contestate dacché a lei non interessa.
      SE vuole fare un' "opera di carità" può segnalare di ricevere lettere aa suo nome errate, sennò semplicemente le può cestinare.
      Può, se vuole, andare anche all' Agenzia delle Entrate e segnalarlo così che non vi inviino più altre lettere e risolvino il disguido.

      Controlli al PRA a chi è ed era intestata la suddetta vettura
      ( la targa se non c'è sulla cartella è reperibile andando all' Uffiocio delle Entrate ) e mostri di non avere nulla a che fare con essa.
      Non possono chiedervi una tassa se il bene NON è vostro..

      Salutoni!

      Elimina
  89. Salve qualche giorno fa ho ricevuto un preavviso di iscrizione di fermo amministrativo di beni...dal servizio di gestione entrate e tributi riguardante una tassa automobilistica del 1999 con data di notifica il 18/02/2006.Questa tassa,però,si riferisce ad un'auto che io non possiedo più e quindi,anche per questo motivo,non ho più alcun tipo di documentazione.Come dovrei comportarmi sapendo che il ferma amministrativo del mio attuale veicolo diventerà operativo tra 20 giorni?
    La ringrazio in anticipo per la sua risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei.

      Se lei ha ricevuto realmente una sola ed unica notifica
      della suddetta cartella nel 2006 ( e quindi esattamente
      7 anni dopo la data di scadenza della tassa ),
      il diritto che l' ente possa richiedervi tale tassa è PRESCRITTO.

      Quindi non possono né richiedervi la tassa,
      né mettere in fermo un suo veicolo.
      Se non vi era la prescrizione ( mettiamo il caso il bollo fosse del 2010 e non del 1999 ) potevano porre in fermo anche il suo nuovo veicolo. Il fermo avviene perché non si paga la tassa e non è sul veicolo dove non è stata pagata la tassa.

      In questo caso però, da quanto scrive, mi pare di capire che l' avviso di fermo sia solo un tentativo di metter paura.

      Dovrebbe rivolgersi ad un legale e fare ricorso.
      Se la tassa è caduta in prescrizione, ripeto, non possono né chiederle la tassa, né mettere in fermo un qualche suo veicolo.

      Salutoni

      Elimina
  90. Salve sono Gentiana da Chieti .Ieri ho ricevuto tramite raccomandata un preavviso di iscrizione di fermo di beni mobili registrati che sarebbe la mia attuale auto.Si tratta di una tassa automobilistica del 1999,con ultima notifica il 18/02/2006,appartenente a un vecchio veicolo demolito e inoltre non trovo più nessun documento al riguardo.Come mi devo comportare sapendo che il fermo avverrà tra 20 giorni?Aspetto una sua risposta,e la ringrazio anticipatamente.

    RispondiElimina
  91. Salve sono Salvatore dalla sicilia. Ho venduto la mia macchina a luglio 2012 e non avevo pagato il bollo. Adesso vorrei mettermi in regola devo pagare l'intero anno o pago fino a luglio 2012?

    grazie in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve a lei Salvatore!

      Di norma, va pagato per intero e poi mostra la data di vendita veicolo col conseguenziale passaggio di proprietà così le restituiscono il restante dato in più, però spesso
      ( dipende dagli impiegati ) è possibile far caldolare
      quanto è dovuto di preciso prima di pagare.
      Avevo letto che l' Aci calcolava la cifra esatta
      per tot mesi.
      Può andare a chiedere o informarsi prima all' Agenzia delle Entrate di persona o telefonando al numero 848.800.444.

      Salutoni!

      Elimina
  92. Buon giorno Sig. LAPENNA, sono a scriverLe perchè spero che possa davvero aiutarmi.
    Ho comprato la mia macchina ad agosto 2007, ad aprile 2008 scadeva il bollo e non l' ho pagato.
    nel 2009-2010-2012 ho pagato tutto rimanendo arretrata solo del 2008 ho chiamato l'agenzia delle entrate sono andata all'aci e le operatrici mi hanno consigliato di aspettare la cartella esattoriale che tanto mi sarebbe arrivata, sono passati un bel pò di mesi ora mi scade anche quello del 2013 e la cartella esattoriale ancora non arriva e io sono davvero disperata perchè voglio assolutamente chiudere questa storia ed essere regolare con tutto.cos ami consiglia fare? devo aspettare e se non mi arriva e risulto morosa (tenga presente che ho cambiato residenza e l'ho fatto presente)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      Beh, intanto mi stupisco degli operatori dell' Agenzia delle Entrate. Vabé, mica tanto, visto che molti sonnecchiano.
      Potevano farle pagare lì stesso il bollo.

      Ora però, dal 2008 son passati 5 anni.
      Se le arriva la cartella ( le hanno consigliato di aspettarla ) avrà ovviamente i costi aggiuntivi di ritardo pagamento.
      Se il bollo è ad esempio sui 200, potrebbero arrivarle con un 50 euro in più, anche se, visto che gestisce ancora Equitalia
      ( non so però in che Comune è lei e se è stata tolta )
      potrebbero esserci qualche eurino in più.

      A questo punto, essendo vicina la prescrizione, può
      anche aspettare la lettera e, nel caso non giunga entro il tempo limite, non doverla più pagare.
      Può farsi avanti e pagarla, ma visto che gli interessi di mora son più o meno quelli, può attendere la lettera,
      a meno che non rivada di nuovo all' Agenzia delle Entrate per chiedere di voler saldare quel bollo.

      Se ha cambiato residenza da poco, potrebbero metterci più tempo a rintracciarla, e quindi farle arrivare la cartella esattoriale entro il 5 anno che sta scadendo proprio nel 2013.

      Decida lei.
      Tenga conto che comunque la cifra è più o meno quella, o che paga ora o che paghi appena le giunga una lettera entro l' anno.

      Salutoni!

      Elimina
    2. Mi scusi, oggi sono "fumato"!

      Il bollo è già caduto in prescrizione!
      Dal 2008 sono 5 anni e la prescrizione cade
      "il terzo anno successivo a quello nel quale si doveva effettuare il pagamento".

      NON deve pagarlo per legge!
      Ecco perché le han detto di attendere la lettera.

      Salutoni!

      Elimina
  93. Mi scusi non l'ho ringraziata,GRAZIE TANTO IN ANTICIPO

    RispondiElimina
  94. salve,ieri 16/04/2013 ho ricevuto da equitalia una notifica x il mancato pagamento del bollo 2007 ,nella lettera si legge ruolo 2013/08 reso esecutivo in data 04/12/2012,volevo sapere se devo pagare o se prescritto. dimenticavo sono della sardegna.Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve a lei.

      Quindi ha ricevuto tale notifica a casa sua
      nel dicembre 2012, giusto?
      Il bollo è del 2007, scaduto nel 2008,
      la legge dice che la prescrizione avviene
      "il terzo anno successivo a quello in cui doveva esser effettuato il pagamento".

      In teoria sarebbe caduto in prescrizione.
      Può inviare una lettera all' ente ( così come mostro in un post - la categoria di EQUITALIA su su nel menu )
      dicendo che non ha diritto a richiedere tale tassa così da prevenirsi per future lettere.

      Salutoni

      Elimina
  95. la notifica l'ho ricevuta a casa il 16 aprile 2013,la lettera la invio a equitalia o all'agenzia delle entrate ? SALUTI e GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la lettera gliel' ha inviata Equitalia, gliela spedisca lì.
      Metta l' indirizzo della sede che le ha inviato la lettera.

      A questo post vi è come compilare la lettera.

      Salutoni!

      Elimina
  96. Buonasera sig. Daniele vorrei da lei un informazione, io abito in calabria, devo pagare un bollo auto con scadenza 30/04/2012, x dimenticanza non ho pagato prima, volevo sapere se vado a pagare a maggio 2013 quanto vado a pagare di mora? Si considera supereto l 'anno? Vi ringrazio e buonasera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      Superato un anno si paga circa il 30% di interessi.
      Se vuole calcolare più o meno quanto andrà a pagare basta che
      moltiplica
      0,3 per l' importo del bollo che paga.
      Poi ci sarà qualche euro in più ma la cifra più o meno è quella.

      Salutoni a lei

      Elimina
  97. ciao daniele,
    mi e' arrivata una cartella equitalia relativa ad un bollo non pagato del 2006, lo devo pagare oppure e' caduto in prescrizione? se non ho capito male le tempistiche dipendono da regione a regione, nel Lazio dopo quanti anni cade in prescrizione?
    grazie mille
    barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Barbara!

      Nel Lazio ora non ricordo, ma pure che fossero aumentati
      a 5 anni, la tassa è ormai caduta in prescrizione
      ( se ovviamente lei non ha ricevuto alcun' altra intimazione di pagamento tra il 2006 ed oggi ).

      Un' eventuale notifica entro i 4 ( o 5, dipende appunto dalla regione ) anni di prescrizione 'spezza' la stessa, azzerandola.
      Se lei appunto non ha ricevuto altre notifiche precedenti,
      non ha da preoccuparsi.

      Può inviar loro un araccomandata sottolineando l' illegittimità della richiesta oppure può far finta di non aver ricevuto nulla.
      La legge è quella e parla chiaro!

      Un salutone a lei e buon fine settimana!!

      Elimina
    2. grazie mille e buon fine settimana anche a lei :)

      Elimina
  98. Cristina,
    solo a conferma di quanto ho letto del blog spiego la mia situazione per accertarmi di aver ben compreso.
    Il 20 aprile 2013 mi viene notificata una raccomandata equitalia contenente preavviso di fermo amministrativo per autoveicolo attualmente usato qualora non provveda a pagare bollo auto anni 2004, 2005 e 2006.Relativamente al bollo 2004 c'è scritto che è avvenuta notifica ad ottobre 2010 mentre per i bolli 2005 e 2006 sarebbe stata effettuata notifica a novembre 2011. Premetto che non mi è stato mai comunicato nulla prima di aprile scorso che i bolli sono stati pagati, solo che i bollettini riferiti al 2004 e 2005 sono sbiaditi e non si riesce a legger nulla. Stando a quanto letto anche nel caso in cui tali notifiche fossero state effettuate, non so come e a chi, esse sono postume al termine previsto per la prescrizione (la Regione è la Calabria). Come mi devo comportare? Sono in tempo per scrivere alla Regione ed a Equitalia sottolineando l'illeggittimità della richiesta?
    Grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Cristina

      sì, le notifiche sono giunte a prescrizione ormai avvenuta.
      Quindi sono richieste illegittime.
      I pagamenti dei bolli del 2004 e 2005 può fotocopiarli,
      e poi modificando un pò la luminosità possono anche
      apparire un pò visibili.

      Se è sicura di averli pagati, non si deve preoccupare di nulla. Se le notifiche sono avvenute in quelle date, rimangono comunque illegittime.

      Se vuole, può comunicarglielo inviando una lettera e sottolineando che tutte le richieste relative a quelle tasse sono nulle.
      Personalmente ritengo che il fermo non ci sia e loro sanno che sono richieste illegittime.
      Uò controllare se il fermo vi è veramente o se, come accade spesso, soprattuto con Equitalia, è solo una specie di intimidazione a pagare.

      Se vuole inviar loro una raccomandata per sottolineare l' illegittimità della loro richiesta, può copiare questa raccomandata qui sostituendo i dati con quelli della sua cartella.

      Un Salutone a lei!

      Elimina
    2. Cristina,
      la ringranzio tantissimo, una domanda dove controllare se il fermo c'è o è solo un'intimidazione?
      Buona giornata.

      Elimina
    3. Se va al PRA, dovrebbero rilevarlo tranquillamente
      se vi è il fermo o meno.

      Io ritengo non ci sia ( ci sono stati centinaia e centinaia di casi di persone che si son visti pignorare anche immobili, ma era tutto falso ) ma mettendo il caso ci sia veramente il fermo, può opporsi per toglierlo perché le richieste sono palesemente illegittime.

      Un salutone a lei!

      Elimina
  99. buona sera , mi è arrivato l'ultimo sollecito per il pagamento del bollo per l'anno 2006 ,, cosa devo fare siamo nel 2013 ,, dopo tutti questi anni lo devo pagare ? grazie in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      Se non ha ricevuto mai atti interruttivi dal 2006 ad oggi,
      la tassa è caduta in prescrizione.
      Se invece entro il 2010 ha ricevuto una notifica,
      la prescrizione è stata spezzata.
      Se non ne ha idea o non ricorda, può recarsi all' ente o verificare sulla cartella ricevuta se sono riportate
      notifiche negli anni passati.

      Salutoni!!

      Elimina
  100. Buonasera Sig. Daniele,
    Sono Elena da Milano e le scrivo per un problema un po complicato che veramente non so come risolvere. Ho comprato una macchina ad agosto 1999 ma purtroppo a novembre 99 in seguito a un incidente stradale questa macchina essendo totalmente danneggiata davanti, viene ritirata dalla società di soccorso e demolizioni e schiacciata in attesa di essere rottamata nel senso che sarei dovuta andare a pagare e ritirare il documento,ma purtroppo quando sono riuscita ad andare dopo un mese cca. non ho trovato più questa società ,erano falliti o trasferiti non so, e nessuno ha saputo dirmi dove erano e cosa era successo , e da quel momento io non ho più nessuna notizia di questa macchina.
    La mia domanda è se con un ricorso al giudice di pace posso chiedere, avendo come unica prova il processo verbale della polizia stradale del avvenuto incidente, la perdita di possesso da quella data li, perché purtroppo mi stanno arrivando i bolli da pagare dal 2000 fino al 2006 , quando guarda caso, per il fatto che non si pagavano questi bolli viene messo il fermo amministrativo sulla macchina.
    Voglio precisare che sono andata anche in Regione Lombardia per chiedere di sospendermi i bolli ,ma mi hanno detto che loro non possono farci niente ,solo forse il giudice di pace .
    Non ho mai fatto un ricorso e non saprei neanche come impostarlo e volevo avere un parere da parte sua se crede che valle la pena di provare.
    La ringrazio molto per la cortesia e il tempo che ci sta dedicando.
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei Elena!

      Volevo chiederle maaa.. il fermo è sul veicolo ormai "deceduto"?
      Se è così, per legge, non si paga il bollo su un veicolo che ha un fermo ( come può leggere da questa notizia e dalla quale può segnarsi la legge corrispondente ).

      Se glielo hanno fatto sul suo nuovo veicolo, lei può inviare una lettera o andare di persona all' Agenzia delle Entrate dando la fotocopia ( si tenga stretto stretto a sto punto l' originale dell' unico documento che è una specie prova che l' auto non è più in suo possesso ) di quel documento della polizia stradale e chiedere l' annullamento.

      Le dico che l' Ag. delle Entrate può sospendere le richieste se ha conferma della non esistenza dell' auto e quindi andare da un giudice porta solo una perdita di tempo
      ( e/o di soldi ).
      Lo fanno solo per far spazientire le persone.
      Anche Equitalia ha annullare delle richieste senza uso di un giudice.

      Comunque, ripeto, se il fermo è sul vecchio veicolo,
      il bollo non è da pagare, perché anche se il veicolo fosse "vivo" ed integro, il fermo fa sì che il possesso dell' auto venga meno e quindi anche il Bollo Auto che è, appunto, una tassa sul possesso dell' automobile/moto/camion/astronave Ufo.

      Salutoni a lei e buon proseguimento di settimana!

      Elimina
    2. Buonasera Sig. Daniele e grazie per la celere risposta.
      Si ,il fermo è sul vecchio veicolo ed è vero che dal 2006 da quando hanno messo il fermo non mi hanno fatto più pagare il bollo anche se hanno provato, ma sono andata all'ACI e mi hanno annullato il bollo per 2007.
      Lei mi consiglia di andare all'Ag. delle Entrate , ma se sono andata alla Regione alla sezione tributi , bolli auto, perché l'impiegata dell' Equitalia precedentemente ( prima sono andata da loro con la cartella che mi era arrivata per 2004, 2005 e 2006 cca un mese fa),mi aveva detto che non poteva fare niente e che sarei dovuta andare in regione a risolvere il problema , poi questi a loro volta hanno passato la patata bollente dicendomi di andare al Giudice di pace perché con la documentazione che ho(non sufficiente a loro avviso, in quanto non ne ho un documento che attesti la demolizione), sarebbe stato solo un giudice a farmi avere la perdita di possesso arretrata ,quindi dal momento del incidente, e così poi loro avrebbero potuto annullare i bolli dal 2000 al 2006.
      Scusi il modo troppo irruente forse in cui le racconto la mia storia, ma sono proprio stufa di tanta burocrazia e far andare gente come me, per mille strade e aprire mille porte e alla fine magari non risolvere il problema e pagare per forza dei tributi più che raddoppiati di interessi e altre tasse.
      Quindi secondo Lei devo andare anche all'Ag delle Entrate?
      Ma io credo che finché non avrò la perdita di possesso dalla data del incidente , roba che magari neanche il giudice me la fa avere solo con il processo verbale della polizia stradale, non so chi mi darà ascolto.
      Grazie ancora per il tempo che mi ha dedicato e una buana settimana anche a Lei!
      Elena

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro,
cliccate su "inviami notifiche"
I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
l' iscrizione ( ovviamente ) è gratuita.

Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...