venerdì 18 dicembre 2009

Bollo auto non pagato. Se cade in prescrizione non va pagato





20 Gennaio 2012
Termini notifica accertamento esecutivo:
la nuova normativa elimina la rateizzazione


Prescrizione e Decadenza dei termini:
cosa è, e come funziona


Leggi i dettagli sulla Prescrizione Bollo
aggiornati al Settembre 2011


Bollo Auto: a quanto ammontano
gli interessi e mora per il ritardo pagamento?
Se ti fai avanti a regolarizzare, puoi usufruire di "sconti"


Leggi anche
Equitalia: ecco come
rateizzare i pagamenti non corrisposti


Può anche interessarti

Una raccomandata che vi arriva a casa. La aprite.
Non avete pagato il bollo del 1997.
Tra bollo, iva e percentuali varie vi addebitano sui 500 euro.
Sarà capitato a qualcuno o molti di voi e forse tanti
hanno pagato avendo paura di subire sulla tassa arretrata altri
interessi di mora.
Potrebbe trattarsi di un errore?

EQUITALIA TRUFFALDINA
L' Equitalia, l' agenzia incaricata alla riscossione dei tributi "ci prova"
con il cittadino, il quale è ignaro molto spesso del fatto che dopo 4 anni
tale richieste cadono in prescizione e quindi possono non essere pagate
(
bisogna però tenere presente le eventuali proroghe che variano
da regione a regione - ad esempio in Piemonte dal 2003 la prescrizione
è stata aumentata a 5 anni
).
Spesso, come è stato documentato negli ultimi anni ( è accaduto a tantissimi
contribuenti d' Italia ) , Equitalia spesso chiede tasse pagate, puntando sul fatto
che il cittadino spesso non conserva le ricevute di pagamento, e quindi,
non sapendo/ricordando se la tassa è stata pagata, versa nuovamente la tassa
pagata c
on l' aggiunta di more e interessi di ritardo e mancato pagamento.

LA PRESCRIZIONE
Il diritto di richiedere il versamento della tassa automobilistica cade
dopo 4 anni.
Esempio. Se siamo nel 2012, ed Equitalia ci chiede il bollo che dovevamo
pagare il Maggio del 2005, sappiamo che nel Maggio 2009 essa è caduta
in prescrizione per legge.
Attenzione: si tratta di prescrizione presuntiva, ovvero
si presume che sia stata pagata. Quindi se Equitalia riuscisse ad ottenere
una conferma da parte vostra di mancato pagamento, la tassa potrebbe
essere richiesta legittimamente. Siccome però ci vorrebbe un processo,
e visti i tempi e il costo degli stessi, capirete subito che fare una causa per
un centinaio di euro sarebbe una perdita di tempo e denaro!
Ricordate che se ricevete una cartella esattoriale durante questi 4 anni,
la prescrizione si azzera.
Nell' esempio sopra, se prima del 2009 riceviamo una lettera da Equitalia
( raccomandata o consegnata a mano da un incaricato dall' ente) che ci informa
del mancato pagamento della suddetta tassa, vedremo azzerarsi la prescrizione,
la quale inizierà il giorno successivo alla ricezione di quest' altra lettera.
Attenzione: vale solo una raccomandata o lettera consegnata a mano perchè
vi è la conferma di ricezione, e quindi il contribuente è informato
del mancato pagamento.
Come ultima cosa ricordiamo che recentemente ( 2012 ) è stato stabilito
che Equitalia NON PUO' ipotecare immobili per debiti inferiori a 8mila euro.

COME AGIRE DUNQUE?
Di solito basta non rispondere. C'è chi cambia spesso domicilio.
Chi evita le lettere di continuo per non azzera la prescrizione aspettando che
cada il diritto da parte dell' ente di riscuoterle.
Nel caso vorreste rispondergli potete scrivere una lettera in questo modo:


Io sottoscritto NOME COGNOME Cod. Fisc. XXXXXXXXXXXXXXXX ,
ho ricevuto in data GG MMMM c.a. un’ intimazione di pagamento di Euro NNN,NN
( cartella esattoriale N. XXXXXXXXXX ) relativa a un bollo auto non pagato dell’ anno XXXX.
Nella lettera in questione vi è riportata la notifica in data GG MMM AAAA.

Facendo riferimento all’ Art. 3 del Decreto-Legge 6 Gennaio 1986 n. 2 - All'art. 5 del Decreto-
Legge 30 Dicembre 1982 n. 953, convertito in Legge, con modificazioni,
dalla Legge 28 Febbraio 1983 n. 53, e alla sentenza del 28 Febbraio 1997 n. 3658
della Corte di Cass., Sez. I Civ., chiedo con la presente l’ annullamento della cartella in questione,
visto che con la legge sopra riportata si prescrive con il decorso del terzo anno successivo a
quello in cui doveva essere effettuato il pagamento.

Chiedo inoltre di ricevere al più presto una risposta alla presente notificandomi
l’ annullamento della cartella esattoriale.
In caso di mancato annullamento procederò appellandomi a un Giudice di Pace
dacchè inoltre sussistono i presupposti per un’ attività di autotutela.


Distinti Saluti

DATA
NOME COGNOME

..........…………………………..


CONSIGLIO
Vi invito sempre a non pagare subito le cartelle esattoriali
che vi arrivano, ma di controllare bene se siete nel torto o no.
E' un pò come con le multe recapitate senza aver commesso il reato.
Fare ricorso costa più della multa ricevuta e quindi alla fine,
meglio pagare una multa di divieto di sosta di un altro che spendere
il doppio per un ricorso.
Gira e rigira il cittadino se lo prende sempre il quel posto.
E olèè!! Tanto c' abbiamo tanto di quello spazio lì, che tassa più
o tassa meno, non cambia molto! Cidentaccio!

Articolo di Lapenna Daniele

422 commenti:

  1. non pago il bollo auto dal 2006,a quali sanzioni vado incontro?

    RispondiElimina
  2. sono 4 anni che non pago il bollo auto,come si calcola il totale dovuto ed esiste una rateizzazione?

    RispondiElimina
  3. Sono 4 anni che non paghi il bollo.
    Probabilmente ti saranno arrivate lettere di mancato pagamento.

    La sanzione è pari al 3,75%
    se si paga con un ritardo fino a 30 giorni,
    del 6% per ritardi compresi fra 30 giorni e 12 mesi.

    Gli interessi, invece, sono calcolati su base
    giornaliera a decorrere dal giorno successivo
    alla data di scadenza e fino al giorno
    dell'effettivo versamento.

    Chi paga entro un anno ma in modo incompleto,
    è soggetto alla normale sanzione del 30% prevista
    per chi paga oltre un anno dopo la scadenza.
    Infatti il bollo può essere rateizzato
    specie se l' importo è alto per via dei
    mancati pagamenti.

    Chiama direttamente l' ufficio
    tributi del comune dove risiedi.
    L' equitalia non va contattato
    poichè è un ente che ha il solo compito di inviare pagamenti e sanzioni.

    Hai ricevuto lettere di mancato pagamento?
    Ma hai controllato se veramente non hai pagato il bollo?

    RispondiElimina
  4. non ho pagato il bollo del 2008, quindi mi è arrivato un bollettino da pagare pari a 349,00 euro comprensivo di sanzione del 30% più interessi del 10%, quindi se chiamo all'uffico preposto posso ottenere la rateizzazione?

    RispondiElimina
  5. Ciao Michele!
    Certamente che puoi rateizzare l' importo!
    Devi chiamare o ( che è meglio ) andare direttamente alla sede dell' Ufficio Tributi della tua città.

    La rateizzazione esiste non solo per il bollo auto, ma anche per il canone Tv o altre bollette.

    RispondiElimina
  6. Buonasera mi chiamo Andrea e avrei un quesito da porre, ma il bollo auto, ancora valido per tutto il 2011, può essere trasferito da una macchina da rottamare ad una nuova? Grazie per la disponibilità.

    RispondiElimina
  7. Ciao Andrea!

    Dunque purtroppo non è possibile
    perchè si tratta di tassa di proprietà
    ed è riferita al VEICOLO e non al possessore.

    Però è possibile recuperare la parte non goduta del bollo auto visto che devi rottamare quella vecchia.
    Basta che ti rechi all' ACI con il Certificato di demolizione e la ricevuta dell'ultimo bollo pagato; allo sportello hanno l'obbligo di calcolare la parte residua della tassa annuale non usufruita a decorrere dal giorno della demolizione.

    Di solito come accade sempre nelle robe dello Stato, non puoi intascare
    "la differenza" ma puoi in un certo senso scalare l' importo di differenza sul prezzo del nuovo bollo auto.

    Spero d'esserti stato d'aiuto.
    Ciaooo!!

    RispondiElimina
  8. Buongiorno Daniele sei stato molto gentile ed esauriente, sicuramente seguirò il tuo consiglio e speriamo bene. Saluti Andrea.

    RispondiElimina
  9. aiutoooo!!!! il mio ragazzo nn paga il bollo dal 2002.....quanto ammonterà tt il pagamento???...c'è qualke anno ke cadrà in prescrizione? a chi devo rivolgermi? aiutatemiiiii.... lù 81

    RispondiElimina
  10. L' anno prossimo fa dieci anni! AUGURI!!!

    Dunque il minimo che gli chiederanno di pagare
    è la somma dei bolli di ogni anno.
    Quindi se ogni anno deve pagare ad esempio 150 euro, fai 150 euro moltiplicato per 9
    ed ottieni 1.350 Euro.
    A questi devi aggiungere gli interessi e la mora su ogni bollo.

    Ovviamente è Equitalia che invia i pagamenti per conto dello Stato, e se il tuo ragazzo non ha ricevuto nessuna cartella esattoriale
    ( una lettera da Equitalia ), allora vuol dire che forse ancora non l' hanno beccato.

    Cade in prescrizione dopo 5 anni ( come ho scritto in questo articolo ), e quindi se gli arrivassero delle richieste di pagamento relative al 2002-2003-2004 e 2005 non deve pagarle.
    Se gli arrivano delle richieste di pagamento bolli degli anni successivi al 2005 DEVE pagarli.

    L' Equitalia ci mette un bel pò ad inviare le richieste, e spesso invia delle richieste di pagamento che NON vanno pagate dacchè scadute in prescrizione o regolamente PAGATE.

    Ciao!

    RispondiElimina
  11. Salve, ho un quesito da porre:
    non ho pagato il bollo auto dell'anno 2007, e nel 2008 ho ricevuto la lettera dell'aci con avviso bonario. Mi chiedo: ma ad oggi(Maggio 2011) quel bollo è già diventato cartella esattoriale?

    RispondiElimina
  12. Salve a lei,
    la cartella esattoriale non è la trasformazione di unam ulta, ma
    una conseguenza.
    Il mancato pagamento di una tassa automobilistica ad esempio ( multa o bollo )
    dà allo Stato 5 anni di tempo per poterti inviare la cartella esattoriale.

    Come già scritto in precedenza,
    le sedi di Equitalia gestiscono una marea di cartelle con richiesta di pagamento,
    e quindi ci vuole tempo finchè vengano notificate.

    Comunque riguardo la sua domanda a oggi Maggio 2011, il suo bollo non pagato è già cartella esattoriale, e se non gli è arrivato nulla ( e ciò non mi meraviglia )
    significa che ancora devono comunicargli il mancato pagamento con la conseguenziale richiesta della tassa.

    Se arriva, ovviamente è da pagare
    ( sono passati 4 anni ).
    Importante:
    si conservi tutte le ricevute di pagamento del bollo minimo per 10 anni.
    Perchè se gli arriva una richiesta di pagamento bollo che avete regolarmente pagato ma non avete in mano la ricevuta, vi tocca pagarla, dacchè senza prova alcuna di effettivo pagamento.

    Saluti
    e buona serata!

    RispondiElimina
  13. Grazie infinite.
    Saluti :)

    RispondiElimina
  14. mio marito non trova la ricevuta del bollo pagata nel 2007 mi trovo a Bitonto prov BARI puglia a chi mi devo rivolgere per verificarne il pagamento anche per che e arrivato un accertamento di violazione e se lo devo comunque pagare grazie per l'attenzione cordiali saluti

    RispondiElimina
  15. Buonasera sgnora!
    E' un piacere averla nel mio blog visto che siamo conterranei ( anche io sono della provincia di Bari ).

    Dunque per i bolli auto conviene sempre conservarsi le ricevute e possibilmente anche le fotocopie da tenere in auto.

    Se ad esempiovi arriva una cartella esattoriale che sostiene il vostro mancato pagamento del bollo dell' anno 2007,
    se voi NON siete in possesso della ricevuta
    è come se NON lo avesse pagato. E quindi vi tocca ( ahimè ) ripagarlo.
    Se il bollo fosse stato del 2006,
    il reato ( il non pagamento della tassa ) risultava prescritto dacchè passati 5 anni,
    e quindi non dovevate pagarlo.

    Per controllare il pagamento dei bolli auto c'è il sito delle entrate ma è valido solo
    per le regioni Marche, Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Sicilia e Valle D'Aosta
    ( http://www1.agenziaentrate.it/servizi/bollo/pagamenti/InterrogazionePagamenti.htm ).

    Rivolgersi all' Equitalia non conviene dacchè come abbiamo potuto vedere 'truffano' chiedendo pagamenti di bolli auto GIA' PAGATI dal cittadino cosìcchè, come nel vostro caso, se questi non trova la ricevuta di pagamento per dimostrare di averlo pagato, gli tocca pagarlo di nuovo.

    Un consiglio? Prendi tempo per cercare la ricevuta, tanto coi tempi lunghi che ci vogliono all' Equitalia, la richiesta di pagamento a vostro carico cadrà in prescrizione nel 2012 e quindi non toccherà pagarlo più ( anche se veramente non l' avete pagato ).

    Vi è gente che non ha pagato il bollo da anni, ed essendo passati più di 5 anni,
    nonostante le cartelle esattoriali,
    non hanno pagato alcuna mora o penale.
    Siamo in Italia, nel bene e nel male.

    Saluti
    Lapenna Daniele

    RispondiElimina
  16. buonasera, mi è arrivata dalla soget una cartella per il pagamento dei bolli per gli anni 2003 e 2004 di due auto a me intestate, una delle quali non più in mio possesso da circa 10 anni in quanto a suo tempo prese fuoco dentro una carrozzeria. Il bollo è caduto in prescrizione oppure posso fare ricorso?

    RispondiElimina
  17. Salve a lei.
    Dunque lei dice che i bolli arrivati sono relativi agli anni
    2003 e 2004 e 10 anni fa la sua auto è stata distrutta. Quindi dovrebbe essere il 2001.
    Hanno inviato una richiesta di pagamento di bollo per un' auto che non esisteva più?!

    Se dopo lo spiacevole avvenimento avete fatto tutte le carte che attestavano che l'auto era distrutta e che quindi
    "l' avete tolta di mezzo" in modo regolare
    e documentato, il bollo NON va pagato.

    Due sono i motivi della richiesta di pagamento:
    1- A loro risulta che l'auto in quel periodo
    era ancora intatta e a vostro nome.
    2- L' Equitalia ci prova per l' ennesima volta inviando pagamenti di bolli da non pagare o già pagati.

    Il bollo va pagato sempre, perfino quando l' auto è posta sotto sequestro.
    Solo quando si porta allo 'sfascio' o si attesta che la macchina non è più di sua proprietà non si paga il bollo.

    E comunque sia, come ho già scrittoe come giustamente avete scritto anche voi,
    la richiesta è caduta in prescrizione.

    Rimaniamo comunque sempre aggiornati sulle leggi perchè questi politici le cambiano sempre.
    Un Saluto.

    RispondiElimina
  18. Grazie, quindi come mi devo comportare nei confronti della soget che mi ha intimato il pagamento?

    RispondiElimina
  19. Resta il fatto che il tutto è caduto in prescrizione.
    Non va pagato.
    Ovviamente se i fatti stanno proprio come me li ha scritti lei.
    Perchè se la richiesta di pagamento risaliva a poco prima della distruzione della sua auto,
    il bollo andava pagato.

    Ma ripeto, essendo caduto in prescrizione
    può tranquillamente ignorare la cartella esattoriale.
    Loro ci provano con chi non conosce le leggi.

    RispondiElimina
  20. Quindi, chiedo scusa, con questi presupposti, non è necessario che io faccia ricorso alla commissione Tributaria provinciale per farmi annullare la cartella?

    RispondiElimina
  21. anche perchè se non pago o faccio opposizione potrebbe esserci o un fermo amminstrativo dell'autoveicolo che ho oppura un pignoramento immobiliare.....

    RispondiElimina
  22. Comunque sia devi cercare
    di verificare bene l' irregolarità commessa.
    E' il bollo del 2003 oppure la notifica di aver ricevuto la cartella esattoriale nel 2003?

    Sì confermo che è caduta abbondantemente in prescrizione e quindi le "minacce" di pignoramento sono solo per convincere il contribuente a pagare la tassa NON dovuta per legge.

    RispondiElimina
  23. si, si tratta di bolli per gli anni 2003 e 2004..... avevo preparato già il ricorso ma da come dice lei forse non ce n'è bisogno.....

    RispondiElimina
  24. Sì confermo che sono caduti in prescrizione.
    Puoi anche vedere la tabella ( utilissima )
    messa nell' ultimo mio post
    ( http://ilventunesimosecolo.blogspot.com/2011/09/prescrizione-e-ricorso-ecco-quanto.html )

    Loro sanno che non possono pignorare niente.
    La legge non lo permette.

    RispondiElimina
  25. salve nn ho pagato il bollo anno 08 09 10 11 di una brava!cosa mi succedera?

    RispondiElimina
  26. Salve a lei.
    Beh vi conviene pagarli,
    altrimenti ricevere una cartella esattoriale
    da Equitalia ( o da altri enti che si occupano della riscossione dei tributi nella vostra zona ) ove vi chiederà il pagamento dei bolli.

    Certo però, è anche un problema più vasto.
    Se subite un controllo dalla finanza
    e non vi trovano le ricevute dei bolli pagati negli anni precedenti
    riceverete una sanzione.

    Le conviene regolarizzare il più presto possibile i pagamenti dei bolli dovuti.

    RispondiElimina
  27. Io o comprato una macchina nuova c'èra incluso solo 2 mesi di bollo ,e da poi fino a ora non mai pagato il bollo che faccio per evitare dei poblemi?

    RispondiElimina
  28. Quanto tempo è passato dall'acquisto dell'auto?
    Sono solo due mesi, quindi dal terzo mese è da pagare.
    La cosa da fare è regolarizzare il tutto
    pagando la cifra dovuta escludendo i due mesi
    non dovuti. Altrimenti rischia una bella sanzione.

    RispondiElimina
  29. NON PAGO IL BOLLO DAL 2008 PER SVARIATI PROBLEMI...POTREI ANDARE DA EQUITLIA E CHIEDERE LA RATEIZZAZIONE O MI CONVERREBBE ASPETTARE?GRAZIE ATTENDO UNA SUA RISPOSTA...

    RispondiElimina
  30. Il bollo auto si prescrive il terzo anno successivo all'anno di riferimento, quindi si prescrive in 4 anni e non, come erroneamente scritto in tutti i post, in 5.

    RispondiElimina
  31. Salve caro amico.
    Sono i tempi nel nostro Paese.
    In effetti sono 3 anni che dopo diventano 4.
    Ma che fossero 4 o 5, il bollo è una tassa
    dello Stato, e quindi o la si paga
    tutti o non la paga nessuno.
    Grazie della correzione ma avevo già messo
    nell' ultimo post pubblicato
    (non so se ha visto)
    una tabella di tutti i tipi di imposte
    con i relativi tempi di prescrizione.

    http://ilventunesimosecolo.blogspot.com/2011/09/prescrizione-e-ricorso-ecco-quanto.html

    ***

    Per l' altro utente.
    Dal 2008? Quindi per ora
    DEVE pagare i bolli dovuti.
    Vuole rateizzare?
    Ecco un link può esserle utile.

    http://www.agenziadebiti.it/lp/cpc/adw/100921/generica/Assistenza-per-farti-Chiudere-i-debiti-con-il-Fisco-pagando-meno-i-debiti_R-DebFis-Equit-SIOAT.php?gclid=CMjz3cjpoasCFcXwzAodrWxumQ

    Al massimo pagherà una piccola mora aggiuntiva.

    Saluti.

    RispondiElimina
  32. ho già scritto sopra che dal 2008 non pago il bollo..purtroppo per motivi economici...si lascia sempre quello visto che forse è meno controllato...però chiedo di nuovo:-e' meglio andare da equitalia ed esporre il problema o aspettare che lo facciano loro?sarà poi possibile rateizzare il tutto?grazie ancora Daniele

    RispondiElimina
  33. ho letto sopra che un anonimo ha scritto che il bollo cade in prescrizione il terzo anno successivo all'anno di riferimento..quindi il mio bollo non pagato del 2008 è caduto in prescrizione????????grazie

    RispondiElimina
  34. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  35. Salve, dunque
    mettiamo in chiaro una cosa IMPORTANTISSIMA:
    gli anni dopo il quale una richiesta di pagamento del bollo cade in prescrizione
    dipende da REGIONE a REGIONE.
    Ho letto a più parti che è di 3 anni
    ( che poi comunque sfasano a 4
    tenendo conto di condoni, proroghe o scadenze ).

    Nel suo caso dal 2008 son passati 3 anni.
    Deve vedere bene le disposizioni della sua regione. Molte si appigliano a leggi esistenti per prorogare le richiesta anche dopo i 3 anni ( ecco perchè nel post parlo di CINQUE ANNI ).
    Se può pagarlo, lo paghi.
    Se non ha i soldi (vista la crisi!)
    rischi e non lo paghi, aspettando che cada definitivamente in prescrizione.
    Anche se chi ha delle proprietà
    rischia grosso anche per piccole cifre!

    ATTENZIONE:
    Esempio di come avviene la richiesta

    1-
    Trovano un cittadino che nel 1993 non ha pagato il bollo della sua auto.
    2-
    Oggi, 2011,Inviano la richiesta di pagamento.
    3-
    Il cliente la riceve.
    DEVE pagarla, tranne se dimostra
    che l'ha pagata ed ha la ricevuta
    a casa sua conservata.
    4-
    Il cliente decide di non pagare
    5-
    Se il cliente ha ricevuto
    un' altra richiesta che intima
    di pagare il bollo del 1993,
    e lui ha ricevuto la posta,
    la prescrizione non conta più.

    In pratica se vi arriva una lettera da firmare di Equitalia, voi la FIRMATE,
    significa che avete preso la lettera
    e siete a conoscenza della richiesta di
    pagamento che vi hanno inoltrato.
    E quindi SIETE COSTRETTI a pagare.

    Ecco perchè chi cambia residenza spesso,
    o chi non firma e quindi non prende queste lettere, non possono subire pignoramenti
    perchè NON avendo ricevuto la lettera
    (anche se l'hanno evitata scaltramente)
    è come se non sapessero della richiesta
    di pagamento.

    Farò un altro post sui bolli auto così da chiarire per bene.
    Comunque sia nel suo caso le conviene PAGARE
    specialmente se ha beni di proprietà.
    Altrimenti possono effettuare il sequestro.


    Lapenna Daniele

    RispondiElimina
  36. Daniele, mi scusi ma nel post quì sopra c'è un pò di confusione.

    Se nel 2011 mi viene notificata una cartella di pagamento per un bollo del 1993 come minimo faccio ricorso e lo vinco a mani basse, in quanto largamente scaduti i termini di prescrizione di 3 anni più l'anno relativo al bollo non pagato, quindi 4 anni. E' quindi sbagliato dire che si DEVE pagare e non c'è nemmeno l'obbligo di dover conservare le ricevute di pagamento per 20 anni :D

    E' vero invece che ogni regione ha facoltà di allungare i tempi di prescrizione, anche se pare che questa cosa sia illegittima, e quindi contestabile, ma questo andrebbe verificato con un legale.

    A volte, anzi sempre, per interrompere i termini di scadenza di 4 anni, la regione invia all'interessato un "avviso bonario" di notifica (sempre entro i termini di 1 anno + 3, con scadenza il 31 dicembre del quarto anno) dove si viene informati del mancato pagamento ed eventualmente invitati a dimostrare di aver pagato.
    Questa furberia serve alla regione per guadagnare altro tempo in quanto dal ricevimento dell'avviso i termini di scadenza per la notifica della cartella di pagamento si allungano e dal ricevimento della notifica la regione ha altri 3 anni per l'invio della cartella con la richiesta di pagamento e si arriva in totale a 7 anni (4+3).

    Ricapitolando, considerando i termini di legge di 4 anni per la prescrizione (salvo proroghe speciali regionali), se non si riceve nulla entro tali termini NON si è tenuti a pagare e si fa un bel ricorso che al 100% avrà esito positivo, se entro tali termini invece si riceve un "avviso bonario" anche in questo caso non si è tenuti a pagare, ma va tenuto conto che dal suo ricevimento la regione ha altri 3 anni per notificarvi la cartella di pagamento, dopodiché se entro tale termine ultimo non vi arriva la cartella di pagamento NON si è tenuti a pagare nulla.

    Mi pare inoltre, ma non ne sono certo, che quando si riceve l'avviso di raccomandata dal postino, questa resta in giacenza alla posta ma comunque trascorsi 10 gg la stessa si intende notificata con tutto quel che ne consegue.

    PS.Sono lo stesso utente dl post del 16 Sett..

    RispondiElimina
  37. Salve a lei.
    Sisì infatti ho scritto un nuovo post oggi
    (se va a quelli recenti).

    In effetti affrontai l'argomento in modo leggero non pensando fosse così sentito.

    Io parlo spesso di impossibilità perchè ci sono le cartelle di notifica. Se accetti una lettera dove ti intimano di averti avvisato che devi regolarizzare un pagamento, beh, la prescrizione si dissolve!
    Mi son documentato e ho avuto conferma di ciò che dicevo.
    Leggi il mio ultimo post e fammi sapere.

    http://ilventunesimosecolo.blogspot.com/2011/09/bollo-auto-prescrizione-tassa.html

    Certo se anche lei sa altre cose aggiuntive la prego di aggiungerle nei post!
    Non può che essere utile!

    Il suo RICAPITOLANDO riassume tutto alla perfezione! :D
    Oooohhh... così sì che è chiaro!

    Buona serata!

    Daniele

    Ah P.S.:
    una curiosità mia personale,
    come ha trovato il mio blog?
    Da Google? Grazie
    :)

    RispondiElimina
  38. "Ricapitolando, considerando i termini di legge di 4 anni per la prescrizione (salvo proroghe speciali regionali), se non si riceve nulla entro tali termini NON si è tenuti a pagare e si fa un bel ricorso che al 100% avrà esito positivo, se entro tali termini invece si riceve un "avviso bonario" anche in questo caso non si è tenuti a pagare, ma va tenuto conto che dal suo ricevimento la regione ha altri 3 anni per notificarvi la cartella di pagamento, dopodiché se entro tale termine ultimo non vi arriva la cartella di pagamento NON si è tenuti a pagare nulla."

    Più chiaro di così!!
    Ciderboli!!

    RispondiElimina
  39. Salve Daniele,

    sono incappato nel suo blog per caso, cercando info riguardo alla questione bolli auto, non volevo essere invasivo, ci tenevo solamente a precisare alcune cose in modo da rendere più chiara la materia, alla fine ho solo riportato quanto si può trovare in rete.
    Lo stato ci chiede di essere dei cittadini modello ma non esita a fregarsene bellamente delle regole e ad inviare cartelle pazze o richieste di pagamento illegittime, senza tanti problemi... l'unica soluzione per il cittadino è quella di essere informato.
    Non facciamoci mettere i piedi in testa ;D

    RispondiElimina
  40. Buonasera, mi è arrivata una lettera (con posta ordinaria)dell'ACI dove mi chiedono il bollo x il 2009 di un auto a cui ho fatto il passaggio di proprietà a mio nome a giugno 2009 e a giugno 2009 ho rivenduto loro mi chiedono il bollo x tutto l'anno devo pagarlo o andare all'ACI con la documentazione di vendita e nn pagare nulla???La ringrazio anticipatamente

    RispondiElimina
  41. Ehehe e infatti!
    Io ho creato questo post per aiutare la gente.
    Visto che lo Stato ci deruba dalle tasche,
    noi cerchiamo di usare la LEgge a nostro favore!!

    Come per la truffa Enel Energia.
    I miei ci incapparono per bene e subito misi i post
    ( quando ancora non si sapeva della truffa - Enel Energia che si presentava come Enel e ti faceva cambiare contratto e invece al telefono diceva che era una "nuova tariffa" )
    spiegando la truffa e come agire
    per annullare tutto.
    Siamo tutti cittadini e tutti alleati!! :D


    Salve a lei.
    Dunque penso di aver capito bene,
    lei ha fatto il passaggio di proprietà a suo nome a Giugno 2009, e loro le chiedono di pagare il bollo di tutto il 2009
    ma lei dovrebbe in realtà pagare
    solo 6 mesi (da giugno a dicembre)
    giusto??
    Beh se è così come ho capito,
    basta che va all' ACI con il passaggio di proprietà dove vi è la data,
    e si fa spiegare perchè gli chiedono il bollo di tutto il 2009.
    Anche se mi pare strano.
    Finchè si ha ragione ci si può tranquillamente informare agli organi competenti ( finchè si è pagato il bollo tutti gli anni! )

    RispondiElimina
  42. Salve
    Ho avuto residenza ufficiale diversa da dove vivo attualmente da 5 anni.Soltanto chiedendo l'estratto conto dalla sede di Equitalia dove avevo la residenza,ho avuto conferma dei bolli che non ho potuto pagare per gli anni 2006-07-08-09-10-11.
    C'e'la possibilita'che vadano in prescrizione senza incorrere in decreti ingiuntivi e/o pignoramenti?
    Grazie.
    F

    RispondiElimina
  43. Salve a lei Sig. F.
    Beh da quanto ha potuto leggere qui
    in effetti qualcosa può non pagare.

    I bolli del 2006 e 2007
    sono caduti in prescrizione,
    quelli non pagati che vanno dal 2008 in poi
    purtroppo no.
    Può chiedere la rateizzazione.
    Se non li pagherà, riceverà altri avvisi da Equitalia e continuando potrbbe ricevere avvisi di pignoramento ( se si va oltre i 5 anni ).

    RispondiElimina
  44. Grazie,Daniele,troppo gentile.Posso chiederle un'ultima cosa?Di quanti anni e'la prescrizione per mancati versamenti INPS?5 o 10?Ancora grazie.
    F.

    RispondiElimina
  45. Ciao F. !
    Sì sono sempre 5 anni.
    Con la sentenza del 6 Febbraio 2004 n. 10582 il Tribunale di Torino ha ribadito che a decorrere dall' 01/01/1996
    in seguito alla L. 335/95
    i contributi INPS si prescrivono
    in cinque anni.

    Ecco due link che possono servirti.

    http://www.overlex.com/leggiarticolo.asp?id=150

    http://www.inps.it/portale/default.aspx?sID=%3B0%3B5773%3B6118%3B6145%3B6181%3B6183%3B6185%3B&lastMenu=6185&iMenu=1&iNodo=6185&p4=2

    Ciaooo!!

    RispondiElimina
  46. Caro Daniele,sei stato gentilissimo e puntualissimo,non ho parole per ringraziarti.Solo un caro e sincero abbraccio.
    Francesco.

    RispondiElimina
  47. Prego Francesco!
    Lo spirito del mio blog è questo:
    informare, aiutare, conoscere.
    Quando possibile,
    sempre a disposizione! :)

    E un grazie anche agli altri che con i loro commenti hanno dato ulteriori informazioni all' argomento.

    RispondiElimina
  48. Ciao Daniele ti espongo la mia situazione.
    Non ho pagato il bollo auto per gli anni 07-08-09-00-11...leggendo gli altri articoli penso che il bollo del 2007 sia caduto in prescrizione mentre quello del 2008? Andrà in prescrizione il 31/12/2011??? per i restanti già so che devo provvedere al pagamento ma mi chiedevo se valeva la pena aspettare per evitare di pagarne uno in piu.
    Grazie mille

    RispondiElimina
  49. Ciao Daniele,sono sempre Francesco di cui sopra.Avrei bisogno di un consiglio da una persona competente e seria quale tu sembri di essere.Avrei 9 cartelle Equitalia con sanzioni che vanno da mancato pagamento IRPEF(grazie al mio ex "benedetto"commercialista)a multe codice della strada(di cui non conoscevo l'esistenza,essendo sempre molto attento e scrupoloso,a vari bolli non pagati(causa disoccupazione).Ora,nella mia citta'ho diversi amici avvocati,ma nessuno che sia esperto in materia!!Sono sicuro che,anche per la "cultura forzata"che mi sto facendo sul web,quasi la totalita'degli importi sia andata in prescrizione o si possa impugnare!!Ho l'allegato delle 9 cartelle archiviato nella mia posta elettronica.Mi daresti un consiglio su chi(tu,per esempio,ovviamente in privato),mi possa risolvere questo enorme problema e farmi smettere di prendere ansiolitici?Grazie ancora.
    Francesco

    RispondiElimina
  50. Ciao Daniele.
    Ho bisogno di una tua consulenza.
    Ho acquistato una macchina nel 2006, ho pagato il bollo relativo al 2006. Da quell'anno ad oggi non ho più pagato il bollo auto. Nel 2009 mi è arrivata da parte dell'agenzia delle entrate un atto di accertamento ed erogazione di sanzioni in materia di tasse automobilistiche relativo all'anno 2007 con allegato un F23 per effettuare il pagamento. Quest'anno mi è arrivata la stessa cosa relativo all'anno 2008. Cosa devo fare? Devo andare in banca a pagare? Questi 2 bolli sono in prescrizione? Grazie mille

    RispondiElimina
  51. Per ANONIMO
    ( se potete, metteteci i vostri nom i - anche inventati - così riesco a parlare con chi mi rivolgo @__@ sennò mi incasino il cervelluzzo!)

    Dunque se si legge l'articolo che riguarda
    la PRESCRIZIONE,
    leggiamo

    « ai sensi dell'art. 5, comma 51,
    del D.L. n. 953/82 cit.,
    "l'azione dell'Amministrazione
    finanziaria SI PRESCRIVE
    con il DECORSO DEL TERZO ANNO SUCCESSIVO a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento" »
    Indi per cui, bollo 2008?
    Se E' del 2008, scadeva nel 2009 giusto?
    Quindi per la legge
    questo bollo "SI PRESCRIVE
    con il DECORSO DEL TERZO ANNO SUCCESSIVO a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento".
    2009 + 3 = 2012.
    Aspettare??
    Se non ti sono arrivate cartelle esattoriali che ti INTIMANO a pagare, puoi aspettare.
    Il problema, come scritto nei precedenti commenti è, se ti arriva un'altra nuova notifica (sempre dello stesso bollo)
    o addirittura ti arriva a CASA
    il funzionario di Equitalia
    ( e ci viene di persona con l'auto
    FIDATEVI!! E non è bello trovarseli sotto casa.. XD ) e voi firmate di persona ricevendo la seconda notifica,
    la prescrizione CADE.
    E si RICOMINCIA a contare da ZERO.

    Ecco perchè molti non prendono lettere di Equitalia (si possono rifiutare di prendere se a presentarsi al postino o all'agente di Equitalia è una persona DIVERSA dall' intestatario della notifica di pagamento).

    Ciaoo!!

    RispondiElimina
  52. Ciao Francesco!!
    Per prima cosa posa le pasticche di ansiolitici!!

    Dunque tutto ciò che scrivo lo so, ma soprattutto l' ho trovato cercando le leggi esistenti in materia.
    Se tu dici che amici avvocati non sanno risponderti, beh, si vede che vogliono essere pagati oppure non sono veri avvocati!
    Qui ci sono di mezzo le LEGGI
    ( come anche hai potuto vedere anche tu su internet trovi l' intero codice legislativo italiano, il problema è solo capirlo perbene ).

    Tu hai diverse cartelle esattoriali,
    ma ovviamente ognuna ha la sua legge
    e la sua modalità di azione.
    Per esempio mettiamo una multa di diveto di sosta, 39 euro.
    Se hai subìto un' ingiustizia
    ( l' infrazione NON l' hai commessa ),
    ti conviene pagarla, perchè alla fine il ricorso ti costa più della multa stessa.

    Per il resto se son passati anni
    potrebbero essere caduti in prescrizione.
    Il punto è:
    TU hai casa di proprietà???
    Chi ha casa di proprietà deve temere di più,
    perchè non è bello vedersi pignorare
    l' immobile.
    Se sei in affitto al massimo ti pignorano
    i mobili del salotto, quadri, Tv, computer,
    ma non mobili primari come letti e cucine.

    Dovresti consultare un AVVOCATO
    con la A maiuscola.
    Non voglio esser così presuntuoso da dire
    "ti aiuto io perchè so tutto io".
    Le leggi ci sono, vanno cercate,
    e ovviamente bisogna sempre sperare
    che sono sanzioni impugnabili.
    Se vuoi puoi scrivermi via mail quali sono
    a che anno si riferisce l' ultima cartella esattoriale ricevuta di ciascuna sanzione.
    Se c'è qualcosa da PAGARE forzatamente,
    SICURAMENTE vi è la rateizzazione.
    Perchè, ripeto, se loro sono nel giusto posso pignorare immobili e mobili.

    Nel frattemmpo tranquillizzati
    e cerca di usare la mente per analizzare
    la situazione.
    Ogni situazione c' ha il rimedio suo!

    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  53. Ciao Anonimo!!

    Riscrivo la legge in materia

    « ai sensi dell'art. 5, comma 51,
    del D.L. n. 953/82 cit.,
    "l'azione dell'Amministrazione
    finanziaria SI PRESCRIVE
    con il DECORSO DEL TERZO ANNO SUCCESSIVO a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento" »

    Per quello del 2007 dovrebbe prescriversi
    nel 2010. Il punto è che l' avviso gli è arrivato a casa nel 2009!
    Bisogna vedere se è una cartella esattoriale.

    -Ha dovuto firmare una raccomandata o qualcos'altro che attestava la ricezione della stessa?
    -Oppure l' ha trovata nella buca delle lettere come una semplice posta?

    Se il suo caso è affermativo per la prima domanda, allora dovrà iniziare a contare dal 2009.E quindi NON sono prescritti.
    Dacchè se tu ricevi una lettera, e il mittente SA che l'hai ricevuta,
    non puoi inventare di non sapere della sua esistenza, visto che l' avviso di mancato pagamento del bollo può essere anche una svista dell' ufficio competente
    e tu essere sicuro di averlo pagato.
    Per i bolli successivi fino all' ultimo puoi chiedere la rateizzazione.

    Purtroppo il bollo è una tassa STUPIDA
    ma per legge VA PAGATA.
    Consiglio sempre di pagare se non si ha ragione, meglio trovarsi con qualche soldo in meno che con la casa o mobili pignorati.

    Un saluto a te.
    Daniele

    RispondiElimina
  54. Salve Daniele,
    ti scrivo il mio problema:
    qualche giorno fa mi è pervenuta la richiesta di effettuare il pagamento del bollo (comprensivo di sanzioni e interessi) per il periodo che va da marzo a dicembre 2009. Il punto è che nel febbraio del 2009 avevo acquistato l'auto da una concessionaria (auto di seconda mano) e in aprile 2009 ne sono effettivamente diventato proprietario (passaggio di proprietà). Le domande che mi faccio sono queste: ma se il bollo aveva scadenza dicembre 2008, non avrebbe dovuto rinnovarlo la concessionaria per l'anno successivo (mi avevano detto che fino all'anno dopo era tutto apposto)? Come mai mi hanno mandato solo ora il foglio con scritto che devo pagare da marzo a dic. 2009? La cavolo di ACI non poteva dirmelo quando ho pagato il bollo a gennaio 2010 che c'erano degli insoluti?
    Grazie per le eventuali risposte.
    Fabio

    RispondiElimina
  55. Ciao Fabio!

    Inizio al contrario con la tua ultima domanda
    "La cavolo di ACI non poteva dirmelo quando ho pagato il bollo a gennaio 2010 che c'erano degli insoluti?"
    E' difficile perchè coloro che si occupano si verificare gli eventuali bolli non pagati
    sono Equitalia o gli enti privati delegati dallo Stato.

    Per la questione posta penso che tu debba andare all' ACI o ad un qualsiasi organo competente a mostrare il passaggio di proprietà (semmai la fotocopia)
    e la scadenza del bollo 2008 ( o qualcosa che attesti il mancato pagamento della concessionaria ) così da evitare il pagamento ingiusto a te richiesto.

    Il bollo penso tu non debba pagarlo perchè se da Febbraio 2009 andando indietro nel tempo l' auto sia stata ferma dal concessionario, il bollo andava COMUNQUE PAGATO. E chi ha evaso la tassa NON sei certo tu.
    E' vero anche che chi acquista deve attestare il regolare pagamento dell' ultimo bollo, quindi probabile si appellino a tale motivazione per convincerti a pagare.

    Quindi amalgamando i pro e contro penso che tu debba pagarlo e farti risarcire dei mesi antecedenti al passaggio di proprietà
    dal concessionario.
    Sempre che nel costo dell' auto non ci aveva inserito il costo del bollo.

    Non so come stanno i fatti,
    ma visti i diritti che esercita ( anche irregolarmente ) Equitalia,
    chiedi la rateizzazione e mettiti subito in regola coi pagamenti.

    Un saluto a te
    Daniele

    RispondiElimina
  56. Buongiorno,
    avrei bisogno di un'informazione.
    Io non pago il bollo auto dal 2009 e vorrei sapere quanto dovrei pagare in più (io pagavo circa 150 euro) Grazie

    RispondiElimina
  57. Salve a lei.
    Beh dal 2009 non è passato tanto tempo.
    La sanzione è pari al 3,75%
    se si paga con un ritardo fino a 30 giorni,
    del 6% per ritardi compresi fra 30 giorni e 12 mesi.

    Quindi dovrebbero essere un 9 euro in più.
    Se pagate prima che vi arrivi la cartella di notifica di mancato pagamento.

    Gli interessi, invece, sono calcolati su base
    giornaliera a decorrere dal giorno successivo
    alla data di scadenza e fino al giorno
    dell'effettivo versamento.

    Comunque sia non è eccessivo.
    Le conviene regolarizzare subito i pagamenti così da non dover aggiungere altri soldi di mancato pagamento, tasse, sanzioni e spedizioni varie (sempre a carico del cittadino).

    Saluti
    Daniele

    RispondiElimina
  58. ciao, buon giorno daniele, ho letto appassionatamente i tuoi consigli, frutto di studii tuoi personali e li trovo un grande aiuto per noi tutti, grazie.
    il mio è un chiarimento che chiedo sull'avviso "bonario" di cui ho letto che tu ne parlavi con un altro utente del blog, anch'egli preparato nel campo, che nel mio caso mi è arrivato dall'agenzia delle entrate. lo stesso poco prima della famosa scadenza dei termini di esigibilità della tassa bollo auto, per far si che non decadano i già assodati anni 1 più 3. nello stesso mi invitano a pagare un bollo per l'anno 2008, o eventualmente di presentare la ricevuta di pagamento. ovviamente io non l'ho pagato perchè razionalmente non credo che sia corretto pagare questo tipo di "tassa", così come molte altre ingiuste. la mia domanda è se quello che invia l'agenzia delle entrate e la fase ultima prima dell'iscrizione al ruolo e quindi tutto il successivo caos con i vari enti di riscossione oppure no?
    cioè se non pago questo inviatomi dall'agenzia delle entrate con allegato modello f24, arriverà una loro ingiunzione di pagamento o direttamente mi iscriveranno al ruolo con successiva cartella esattoriale?
    non fraintendermi, per favore non voglio essere un "evasore" ma ho natato che i tuoi consigli, sono anche il frutto di tutti i nostri malumori e insoddisfazioni per delle tasse assolutamente ingiuste.
    ti ringrazio anticipatamente e ti ammirò molto per ciò che fai

    RispondiElimina
  59. ciao sono sofia ti ringrazio molto per quello che fai...ho emesso i bolli del 07 08 09 10 11,mi sono arrivate le notifiche di pagamento per ilo 2007 e successivamente del 2008 e siccome le ha firmate mia madre mi sa che devo pagare giusto?...solo che non ce la faccio a pagare tutto insieme ,se pago per ora quelle del 2007 e poi gli altri? visto che si tratta di 3 bolli x anno e di circa 400 euro ad anno..grazie della risposta

    RispondiElimina
  60. Ciao Armando!!
    Innanzitutto GRAZIE!
    Troppo gentile.
    Come ho già detto in altre occasioni qui,
    quando creai questo blog, l' intenzione era
    di dare informazioni, chiarimenti e cose utili su tutto ciò che accade al cittadino.
    Deve essere come una famiglia,
    come accaduto nei commenti precedenti
    dove un lettore ha aggiunto altre informazioni
    utili e precise all'argomento.


    Veniamo alla tua domanda.
    Se leggiamo COSA è Equitalia, leggiamo:

    "Equitalia è la società pubblica
    (51% Agenzia delle Entrate e 49% Inps)
    incaricata della riscossione nazionale dei tributi"


    Equitalia viene quindi INCARICATA a riscuotere
    i tributi dallo Stato.
    Come hai potuto leggere è una società,
    quindi non è altro che l' unione di
    Agenzia delle Entrate ed Inps.
    Diciamo una fusione.
    Anzi un paragone migliore sarebbe:
    Agenzia delle Entrate = Peter Parker
    Equitalia = Spiderman
    Ma purtroppo dopo molte vicende spiacevoli
    ( vedi il "caso delle cartelle pazze" ancora in atto )
    si è capito che Equitalia agisce da sola.
    Spesso tira ad indovinare e invia richieste di pagamento:
    se chi riceve è in dubbio, paga.
    E loro incassano due volte.

    L' Agenzia delle Entrate è l' ente che becca colui che non paga
    perchè come puoi intuire fa controlli
    mirati che servono a vedere se il contribuente
    abbia proprietà immobili, conti correnti, stipendio pignorabile ecc.
    Ma l' Ag. delle Entr. non è altro che Equitalia!!
    Cioè son sempre loro!
    @__@

    Hai perfettamente ragione quando dici che è una TASSA DA NON PAGARE.
    Infatti io stesso la ritengo STUPIDA.
    Dovremmo ribellarci e NON PAGARLA nessuno
    ( anche se accade in modo involontario visti i costi altissimi ).
    Il punto è che chi ha un conto in banca,
    o una qualche proprietà, si vedrà il tutto pignorato
    ( non è il caso della casa che per esser pignorata,
    è necessario che l' importo dovuto al fisco sia superiore ai 5.000 euro).

    E comunque, grazie alle leggi stupende,
    se entro 30 giorni dalla notifica di mancato pagamento
    tu evasore non fai NULLA, ecco che già inizia a scattare
    la percentuale di mora ( circa 2%, e 6% dopo i 12 mesi ).

    PARTE DELL' EVASORE
    Se non hai casa di proprietà, non hai eredità,
    se non paghi in pratica non succede NULLA.
    Perchè se non hai "roba" da pignorare,
    al massimo possono venire a sequestrarti i beni mobili.
    Ma solo mobili non indispensabili ( quindi cucina e camera da letto NO ).
    Sai perchè? Perchè devono chiedere il mandato al giudice
    e quindi immagina che procedura lenta e laboriosa per
    fare cosa? Prendere MOBILI e rivenderli all' asta per recuperare
    un 600 euro di bollo?
    Secondo te farebbero tutto sto casino?
    C'è gente che vede arrivare richieste ma alla fine,
    non accade mai nulla.
    Ultimamente Equitalia sta agendo
    in maniera più rapida,
    ma comunque ricordiamoci che siamo
    in Italia, e quindi il vantaggio della lentezza, va a nostro favore!
    eheheheh

    RispondiElimina
  61. Ciao Sofia!!
    Grazie per i complimenti.

    Effettivamente sì, quando una persona prende
    la lettera, ormai E' DA PAGARE.
    Ecco perchè molti controllano chi suona a casa
    oppure si presentano come NON titolare della lettera.
    Se per dire apre la domestica,
    e lei non è autorizzata a prendere lettere,
    la stessa torna indietro ed è come non sia mai arrivata.

    Comunque nel tuo caso puoi rateizzare
    se hai problemi economici.

    Dunque vai a questo link
    http://www.gruppoequitalia.it/equitalia/opencms/it/cittadini/rateazioni/modulisticanew/

    Il tuo caso penso che riguardi
    "le richieste di rateazione per i contribuenti in temporanea situazione di obiettiva difficoltà è possibile scaricare i moduli predisposti e verificare la documentazione necessaria per la rateazione"

    Clicchi lì
    ( http://www.gruppoequitalia.it/equitalia/export/sites/default/it/prova/modulistica_prima_rateazione/ )

    E trovi i moduli da compilare che ti servono.
    Comunque leggiti il mio ultimo post dove
    spiego chi ne ha diritto, il numero di rate,
    l' importo, e come funziona.


    "Equitalia: ecco come
    rateizzare i pagamenti non corrisposti"

    http://ilventunesimosecolo.blogspot.com/2011/10/equitalia-ecco-come-rateizzare-i.html

    Ecco, spero di esserti stata di aiuto.

    Ciaooo

    RispondiElimina
  62. ciao daniele ho letto il link che mi hai consigliato e se non erro hyo capito che posso richiedere la rateizzazione anche se la notifica mi e' arrivata nel 2009?...dimmi se hio capito bene,e poi un'altra domanda..ma secondo te se ci vado mi fanno un cumulo di tutti gli anni che ho omesso il bollo e rateizzano o solo i 2 che x ora mi sono stati notificati?..grazie e gentilissimo come sempre :-)

    RispondiElimina
  63. scusa la scrittura ma vado sempre di corsa..:-)

    RispondiElimina
  64. Mannaggia mannaggia!!
    Cercate di correre meno e di vivere di più il presente. Già sta vita sembra una corsa di Formula 1! O____O

    Certo che puoi Sofia, l' importante è
    ( come avrai letto nel modulo dal sito )
    indicare il numero della cartella di pagamento.
    Così loro sanno a cosa ti riferisci.
    Poi se ti arriveranno quelle degli altri anni
    ( spero di no o almeno dopo una bella vincita al gratta e vinci )
    compilerai altri moduli segnando i numeri di quelle cartelle.

    Beh se paghi o rateizzi, o non paghi,
    gli altri controlli possono sempre farli.
    Può essere che mandi la richiesta, te la accolgono e poi già che stanno vedono se non hai pagato altri bolli.

    E mi sa può accadere così perchè alla fine se hai letto vi è la tua autorizzazione al trattamento dei tuoi dati personali.
    Ma comunque sia ci accedono ugualmente.
    Basta vedere chi cambia residenza:
    Conosco gente che ha cambiato casa un botto di volte e dopo anni Equitalia li ha sempre trovati!!!
    Tu vai incontro e se puoi cerca di pagare.
    Penso che sia migliore perchè almeno mostri di conciliare.

    Per gli altri bolli, ... come si suol dire
    aspetta e spera!!

    Ciaooo Sofia!!
    E corri di meno eh!!

    RispondiElimina
  65. grazie Daniele,ascoltero' i tuoi consigli e cerchero' di metterli in pratica...tutti....un bacio!!

    RispondiElimina
  66. un'ultima domanda ( spero)..i bolli ,di tutti gli anni,sono intestati 1 a me per la mia auto e 2 a mio marito auto e scooter....si puo' cumulare tutto insieme o mi tocchera' fare 2 rateizzazioni 1 a me e 1 a mio marito?...grazie grazie :-)

    RispondiElimina
  67. Prego!!
    E facci sapere com'è andata!
    Ciaoooo in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  68. Sono cartelle diverse. Ogni cartella dovrebbe essere presumibilmente intestata ad ognuno giusto?
    Quindi ogni modulo è PER PERSONA.
    Se tu hai 2 cartelle da rateizzare
    scrivi i tuoi dati e scrivi il numero delle cartelle relative.
    Ti occorre quindi compilare due moduli diversi.

    Ovviamente in ognuno devi mettere i bolli che ti chiedono - se non hai denaro per ora
    scrivi solo i bolli che ti hanno chiesto di pagare tramite cartella esattoriale.

    RispondiElimina
  69. ciao scusa ma hai pure una sezione dove si parla di carte revolving e come uscirne? grazie!!!..ok x i bolli mi hai trovato la soluzione ora dobbiamo solo chiedere 1 permesso io e mio marito x andare a equitalia...

    RispondiElimina
  70. Ooooh speriamo vada tutto bene e possiate pagare a rate.

    Carte revolving?
    Mhnmnm.. sai che non ne ho mai parlato?
    Ho scritto di Enel Energia, come sono i prestiti alla posta e in banca ma quelle no.

    Vuoi levarti la carta di credito revolving??
    So che si tratta di una.. specie di "truffa"
    legalizzata. Sui soldi usati vengono messi degli interessi molto elevati ( sul 15% ).
    Se hai firmato un contratto, nel foglio delle condizioni generali dovrebbe esserci
    una sezione per "Diritto di Recesso".
    E' come un prestito giusto?
    Intanto, se funziona come le carte di Findomestic, potresti chiedere di restituire la carta così da non prelevare più denaro e finire di pagare i soldi usati ( con ovviamente gli interessi aggiuntivi ).

    Conosco dettagliatamente solo il caso che riguarda la Findomestic.
    E visto che ci sono invito tutti MAI MAI e poi MAI a prendere un prestito o fare una carta da loro.
    Sono al limite dei tassi di interesse
    di USURA!

    Con chi l' hai fatta la carta??

    P.S.:
    se non vuoi parlare di cose in pubblico puoi contattarmi via mail

    RispondiElimina
  71. ma si puo' parlare qui?...non vorrei incasinare il tutto..e poi non ho problemi a parlarne in pubblico ,anzi penso che potrebbe servire ad altri come aiuto..

    RispondiElimina
  72. Ok se vuoi puoi scrivere qui certamente!
    Se non hai problemi a scrivere
    vai pure.
    Sempre utile esser d'aiuto anche ad altri :)

    RispondiElimina
  73. Ciao Daniele ho comprato l'auto nel settembre del 2006 e non ho mai pagato i bolli. Considerando che siamo nel 2012 e le scadenze sono sempre al 31 agosto, dopo non aver pagato i bolli nel 2006 e nel 2007 che dovrebbero essere caduti in prescrizione,mi e arrivata in luglio la raccaomandata con relative tasse e sanzione del 2008. Ora questa l'ho pagata. Voglio capire quando mi cade in prescrizione quella del 2009? Vorrei non pagare ne quella ne 2010 ne 2011 e riiniziare a pagare questa del 2012! Che risp e consigli mi puoi dare in merito? Grazie ..Fabio (Sardegna)

    RispondiElimina
  74. Ciao Fabio!
    Beh per quella del 2009 se ne parla
    oltre la metà dell' anno prossimo,
    ma ovviamente tutto dipende da quando e se
    ti inviano le richieste di pagamento dei bolli dovuti.
    Se la cartella di notifica di mancato pagamento parte da loro prima che la tassa del bollo non pagato cada in prescrizione,
    quando ti arriva a casa è DA PAGARE.

    Il consiglio che dò sempre è di PAGARE,
    perchè spesso Equitalia invia un' unica notifica, ma soprattutto perchè gli interessi sulle sanzioni scattano subito e sono alti.
    Quindi alla fine ci si trova un bel pò in più da pagare.

    Ad esempio tu devi il bollo
    del 2009-2010-2011?
    Loro fanno un' unica lettera dove riporta i tre bolli da pagare con le relative sanzioni
    e costi aggiuntivi.

    Se hai difficoltà nel pagare potresti chiedere la rateizzazione per rimetterti in regola con gli importi dovuti.
    Altrimenti si rischia il fermo amministrativo del mezzo o in casi di importi più alti anche il pignoramento di beni mobili e immobili ( cifre superiori ai 5.000 euro ).

    Non si scherza con Equi ! :O

    Ciaooo
    Daniele

    RispondiElimina
  75. ciao Daniele volevo un consiglio da te..
    nel febbraio del 2008 mi è arrivato un preavviso di accertamento (purtroppo non ricordo se per raccomandata o lettera semplice)della Regione per bolli non pagati del 2006/2007 con allegato i rispettivi bollettini con la sanzione prevista...da allora non mi è arrivato più niente...volevo sapere se non dovesse arrivare nessun'altra comunicazione a fine 2011 cade in prescrizione?? grazie mille
    gian

    RispondiElimina
  76. Ciao gian!
    Beh in effetti al febbraio 2012 saranno 4 anni da quando hai ricevuto quella lettera.
    Contanto le varie direttive diverse per regione, dovrà a tale data cadere PER LEGGE
    in prescrizione visto che non sono arrivate altre lettere.

    Ciaooo
    Daniele

    RispondiElimina
  77. Salve vorrei un consiglio da lei.
    Nel giugno del 2008 ho acquistato una nuova macchina rottamando la vecchia auto.A maggio dello stesso anno era in scadenza il bollo che ho regolarmente pagato presso uno sportello della Sisal. Ho purtroppo smarrito quella ricevuta e ora mi è arrivata richiesta di pagamento relativo proprio all'anno 2008.Considerato che la nuova auto è stata immatricolata il 23/06/2008 e la vecchia auto è stata demolita dal concessionario nel mese di luglio, devo comunque pagare il bollo? grazie

    RispondiElimina
  78. Buondì a lei Lucia!

    Dunque, l' ACI spiega così

    "richiesta attestazione di versamento
    (anche a seguito di SMARRIMENTO
    o furto della ricevuta del pagamento eseguito)

    Per richiedere un'ATTESTAZIONE DI VERSAMENTO, l'intestatario del veicolo deve recarsi presso il competente Ufficio Provinciale ACI o presso una Delegazione ACI, esibendo un documento di identità.
    La richiesta può essere formulata anche da persona delegata dall'intestatario o comunque da esso legittimata.
    In entrambi i casi la delega o la legittimazione devono risultare da atto scritto e devono essere accompagnate da una copia del documento di identità dell'intestatario.
    L'ACI provvederà a rilasciare attestazione dell'avvenuto pagamento."

    A questo link

    http://www.aci.it/?id=1855

    trova la pagina dove selezionando la propria Regione Provincia può ricercare la sede ACI Provinciale.

    Dopo che ha l'attestazione di effettivo versamento della tassa, ha la conferma d'averlo pagato.
    Visto che è lì spiega la sua situazione perchè, a quanto ne sappia io, se la rottamazione è avvenuta in data 23/06/2008 e il bollo scadeva nel Maggio 2008, lei DEVE
    per legge pagare il bollo che va dal
    Maggio/2008 al 23 Giugno 2008, perchè in quel periodo l'auto era ancora in suo possesso.

    L'ACI penso provvederà anche a calcolare la somma dovuta (che dovrà essere ovviamente piccola per la durata) così da mettersi in regola coi pagamenti.

    La Ricevuta di Attestazione di versamento,
    o meglio la fotocopia (conservare sempre l'originale) la dovrà portare alla sede di Equitalia (o l' ente che si occupa della riscossione nella sua Regione) della sua regione così da confermare di aver pagato il bollo richiesto.

    Alla Home del sito di Equitalia

    http://www.gruppoequitalia.it/equitalia/opencms/it/

    trova la sede della sua zona.

    Il suo è l' ennesimo caso di CARTELLA PAZZA, ovvero quelle richieste di pagamento che invia Equitalia a chi ha regolarmente pagato la tassa. Dicono siano sbagli tecnici, ma il dubbio che sia un tentativo di guadagnare in più c'è.

    Spero risolvi subito la situazione.

    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  79. salve mi chiamo domenico scrivo per conto della mia ragazza.
    purtroppo lei ha una macchina intestata (ma in realtà l'automobile Un suzuki vitara, è del fratello). l'altro giorno parlando del piu' e del meno siamo entrati nell'argomento bolli, da qui mi è scattata una molla, siamo andati da equitalia e ci hanno detto che mancano i pagamenti del 2002-2003-2004-2005-2006-2007-2008-2009-2010 e 2011.
    andando a fondo abbiamo scoperto che erano arrivati gli avvisi a casa (ma il fratello li ha fatti sparire)... ora dico, quali deve pagare e quali sono in prescrizione (sempre se è valida questa cosa).

    GRAZIE MILLE PER LO SPAZIO E IL TEMPO DEDICATOMI

    RispondiElimina
  80. mi è arrivata in questi giorni una raccomandata da equitalia: tassa automobilistica non pagata,leggendo bene mettono scadenza bollo 08/2007 da versare entro il 09/2006,poi cè scritto: avviso di accertamento *******/2008 del 11/06/2008 notificato il 09/07/2008, ruolo num. 2011/**** reso esecutivo in data25/07/2011...vedo che l'anno di rifferimento è il 2006...cosa devo fare ..dovrei pagare?...ciao grazie

    RispondiElimina
  81. Orca civetta incotonata!!
    Mannaggia al fratello! :\

    Ciao Domenico!
    Il punto principale è che il fratello della tua ragazza ha fatto un mezzo casino.
    Non so se hai già controllato ad Equitalia
    anche QUANDO sono arrivate le richieste di pagamento.
    Spesso Equitalia fa "resoconti cumulativi":
    tu devi pagare i bolli dal 2000 al 2005?
    Loro ti mandano dopo anni UN'UNICA lettera
    ( sempre da firmare per ritirarla )
    che riporta l' elenco dei bolli da pagare.

    Quindi se ad esempio l' anno scorso è arrivata una lettera che chiede il pagamento del bollo del 2002, o più di un bollo, purtroppo NESSUNO è caduto in prescrizione, perchè se la lettera viene PRESA e FIRMATA vuol dire che l' utente NE E' A CONOSCENZA.
    E quindi la prescrizione si azzera.

    Devi vedere quali richieste
    sono arrivate e QUANDO.
    Equitalia dovrebbe sicuramente avere la data delle lettere spedite e quando sono state firmare dal ricevente.

    RispondiElimina
  82. Anonimo
    Ciao!

    Hai preso questa raccomandata, quindi
    l' hai firmata giusto?
    Ora ad Equitalia risulta che l' hai ricevuta e ce l'hai tra le mani.
    Quindi purtroppo ti toccherà pagarla,
    ed hai 60 giorni di tempo.

    Come riporta il Ministero delle FInanze
    "Le cartelle devono essere notificate al contribuente dagli addetti del concessionario o spedite per raccomandata. In caso di mancato pagamento, entro 60 giorni dalla notifica, il concessionario avvia la riscossione coattiva, sottoponendo a pignoramento i beni del contribuente"

    Ricordate che quando prendete le lettere di Equitalia, automaticamente NE SIETE INFORMATI, e quindi si ha l' obbligo di mettersi in regola con i pagamenti richiesti.

    Un Saluto
    Daniele

    RispondiElimina
  83. Ciao Daniele seguo il tuo blog da un po e stai diventando il mio punto di riferimento.Gia tempo fa mi hai dato un consiglio in merito al bollo auto ed ora te ne devo chiedere un altro.Ti spiego brevemente la situazione.5 anni fa dopo la morte di mio padre,mia madre per poter percepire la pensione minima di reversibilità ha dovuto accettare l'eredita e tutti i debiti che ne facevano parte(assai ingenti).Ora mia madre percepisce solo la pensione minima che non è pignorabile ma dopo 5 anni è venuto fuori che le spetta anche una pensione dall ente Enasarco con i relativi arretrati che in questi anni non ci hanno mandato...a questo punto mi chiedo:
    2 pensioni diventano pignorabili?
    mia madre puo aprirsi un conto corrente bancario o un libretto per gli arretrati oppure questo rischia di essere pignorato?
    come ti muoveresti?
    grazie mille
    gino

    RispondiElimina
  84. Ciao Gino!

    Dunque ciò che si sa di certo è che solo la pensione di invalidità NON è pignorabile.
    Il resto ( stipendio ed altri
    tipi di pensioni ) sì.
    MA con un appunto importante:
    l'ammontare della pensione deve assicurare “mezzi adeguati alle esigenze di vita”
    del pensionato.
    Ovvero vi è la cosiddetta
    "soglia di povertà" garantita dallo Stato
    sotto la quale qualsiasi reddito NON è pignorabile.

    Ora non so in complessivo quale è il reddito annuale di tua madre e se risulta sola o tu fai parte della famiglia con tua madre,
    perchè in questo ultimo caso se siete in due:

    "la soglia di povertà per una famiglia di due componenti è pari alla spesa media mensile per persona nel Paese,
    che nel 2010 è risultata di 992,46 euro.
    Le famiglie composte da due persone che hanno una spesa mensile pari
    o inferiore a tale valore
    vengono classificate come povere"

    Se tua madre supera questa soglia,
    allora la pensione può essere pignorata nella misura di un quinto per ogni credito
    ( quindi su due pensioni, si potrebbe pignorare un quinto per ognuna ), fatto salvo il limite necessario per assicurare le esigenze minime di vita del pensionato
    (la soglia di povertà che ho scritto sopra).
    Lo Stato garantisce sempre il minimo reddito sotto il quale non può mettere mano.

    Purtroppo nel caso della pensione di reversibilità o altra sempre intestata a tua madre, non puoi metterla a nome tuo,
    altrimenti potevi aprire un conto
    bancario o alle poste a TUO nome
    e versare sopra la pensione di tua madre.
    Possono sempre pignorarla ma se il conto è tuo, almeno NON possono bloccarlo.
    Potresti forse aprilo a nome sia tuo e di tua madre per "raccogliere" gli arretrati in questione.

    Ora non so i debiti da dove desivino, perchè sennò il discorso sarebbe un pò diverso.
    Ti spiego, se ad esempio sono debiti con Equitalia, questi ha il diritto, nel caso di mancato pagamento, di fare pignoramenti
    mobili ed immobili.

    Spero di averti dato le informazioni che cercavi caro Gino
    e spero che risolvi la situazione.

    Ciaoo
    Daniele

    RispondiElimina
  85. Grazie mille Daniele

    gentilissimo ;)



    Domenico

    RispondiElimina
  86. In famiglia siamo 4(mia madre solo pensione minima, io l unico con stipendio fisso e 2 sorelle,1 studia e 1 disoccupata).Boh non lo so sicuramente mi hai chiarito di piu la situazione.Per la nuova pensione che arriverà sarà quel che sarà, nel senso che arriva bimestrale e se arriveranno a toglierle un quinto penso che in fondo poi non possiamo farci piu di tanto.Mi preoccupano gli arretrati in quanto costituiscono per lei un gruzzoletto per la sua vecchiaia e sicuramente la reazione non sara delle migliori se questi le venissero tolti per debiti che in fin dei conti lei non ha mai saputo di avere se non dopo la morte di papa.i debiti provengono da ovunque inps.equitalia,finanziarie,ma è pur vero che fatta presente a tutti la situazione è molto che non viene piu nessuno a bussare alla porta pero non penso che passera molto altro tempo...avevo pensato di aprire un altro conto a mio nome ma non le fanno versare assegni su un conto che gia ho,dicono per la tracciabilità,e quindi questa soluzione un po mi scoraggia...vabbè staremo a vedere...
    Grazie ancora per la disponibità e per i consigli
    Gino

    RispondiElimina
  87. Prego Domenico!

    Ciao Gino,
    allora se siete in quattro il limite a quanto avevo letto era di circa 1.600 euro mensili per quanto riguarda genitori con figli a carico. Ma comunque anche se la famiglia è composta diversamente c'è sempre un famigliare che ha a carico qualcuno.

    Mi dispiace per la situazione, ma a questo punto forse converrebbe contattare
    ( anche se costerà ) un avvocato per vedere come stanno le leggi.
    Purtroppo le eredità sono così, se prendi i soldi prendi anche "i buffi".
    Io ti consiglio un avvocato perchè se gli importi dei debiti sono alti, non so se gli basterà pignorare un quinto della pensione.

    A questo punto dovresti vedere a quanto ammontano le cifre nel complesso, e cercare
    di far sì che tua madre non abbia qualcosa intestato. Se la casa in cui siete è intestata a lei vi conviene cambiare d'intestazione.
    Io so di Equitalia che per debiti che superano i 5mila Euro, passa al pignoramento di immobili e/o mobili.

    Se proprio non puoi rifiutare il tutto,
    ti conviene agire in modo da preservare
    i beni in possesso. Purtroppo lo Stato e le istituzioni non vedono se una persona non ha soldi, vedono solo che devi dei soldi e agisce in maniera forzata.
    Pondera bene la situazione prima di agire.
    Spero che riesci a sistemare le cose per il meglio per te e la tua famiglia.

    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  88. Ciao daniele,
    sono luca ho una domanda un pò differente dalle altre:
    ho un fratello con la sindrome di down...poco tempo fa parlando con un amico ho scoperto che mia mamma essendone la tutrice potrebbe essere esonerata dal pagare il bollo auto se il veicolo rientrasse nelle specifiche dell'esonero (la sua macchina rientrerebbe) a questo punto le mie domande sono:
    -lei ha sempre pagato i bolli c'è un modo per chiderne il rimborso?
    -in tal caso a chi mi devo rivolgere?

    Grazie in anticipo per i tuoi consigli.
    a presto Luca

    RispondiElimina
  89. Daniele GRAZIE veramente grazie di cuore e continua a fare quello che fai
    gino

    RispondiElimina
  90. Per Luca
    pardoon!!

    E' l' ora di pranzo e debbo ancora magnare!
    Sì ho trovato qualcosa in webe penso tu possa chiederlo!

    "Coloro che hanno pagato il bollo pur avendo diritto all’esenzione hanno facoltà di richiederne il rimborso, attraverso una lettera inviata all’Assessorato Bilancio della propria Regione di residenza, allegando l’originale del bollo e la fotocopia del libretto di circolazione L’esenzione è valida per una sola auto e anche per gli anni successivi; l’istanza va ripresentata solo nel caso il veicolo venga sostituito o se vengono meno i requisiti necessari per fruire del beneficio in questione."

    RispondiElimina
  91. E infatti il sito dove l'ho preso è questo
    http://www.siblings.it/index.htm

    Ciao Luca!!

    RispondiElimina
  92. Ti posto la fonte completa
    ( molte notizie vengono VOLUTAMENTE non scritte dagli enti in modo che il cittadino non sappia - infatti questo che riporto sotto l'ho preso da un sito che non è dell' ACI o dello Stato )

    "Esenzione bollo auto
    I familiari che hanno a carico fiscale una persona titolare di indennità di accompagnamento e riconosciuta in situazione di gravità ai sensi del comma 3, art. 3 della legge n. 104/92, hanno diritto all’esenzione dal pagamento del bollo auto (art. 30, comma 7, legge n. 388, 23/12/2000 e Circolare Ministero delle Finanze n. 46, 11/5/2001).
    Per l’esenzione dal pagamento del bollo occorre presentare domanda in carta semplice presso le Agenzie delle Entrate del Ministero delle Finanze (ci sono sedi in ogni regione) allegando:
    - fotocopia del libretto di pensione o del verbale di invalidità che attesti il diritto all'indennità di accompagnamento,
    - certificato di handicap in situazione di gravità ai sensi del comma 3, art. 3 della legge n. 104/92,
    - fotocopia del libretto di circolazione dell’auto,
    - fotocopia della pagina della dichiarazione dei redditi che indica che la persona disabile è fiscalmente a carico del titolare dell’auto.
    Per accedere a questa agevolazione è importante che l’auto abbia un unico intestatario: se lòa macchina è cointestata infatti si perde il diritto all’esenzione.
    Coloro che hanno pagato il bollo pur avendo diritto all’esenzione hanno facoltà di richiederne il rimborso, attraverso una lettera inviata all’Assessorato Bilancio della propria Regione di residenza, allegando l’originale del bollo e la fotocopia del libretto di circolazione L’esenzione è valida per una sola auto e anche per gli anni successivi; l’istanza va ripresentata solo nel caso il veicolo venga sostituito o se vengono meno i requisiti necessari per fruire del beneficio in questione"

    RispondiElimina
  93. ciao sono ele a me è arrivata quest'anno un mancato pagamento di bollo relativi all'anno 2007 e 2008 quella del 2007 dovrebbe essere caduta in prescrizione ma per questo devo inviare una lettera o chiamare qualcuno? e quella del 2008 come devo procedere? come faccio a sapere se l'ho pagato oppure no a chi mi devo rivolgere? grazie

    RispondiElimina
  94. ciao daniele,
    sono luca,
    ho avuto dei problemi con internet...mi scuso quindi per il ritardo nel risponderti e nel ringraziarti di tutto quello che fai per noi!!!
    sei davvero una fonte utile per quelli come me che sono poco informati su questi argomenti...
    proverò a fare come mi hai detto ma siccome mia mamma ha cambiato macchina da poco non so come fare a recuperare i libretti di quella vecchia...ma chiederò all' aci a questo punto!
    ti ringrazio davvero molto per l'aiuto che mi hai dato... ti farò avere notizie su come è andata! un salutone e a presto.
    -Luca-

    RispondiElimina
  95. ciao Daniele,sono Ivan anche io come molti ho il problema di bolli non pagati dal 2008. volendo fare il furbo e magari in qualche modo riconscerla potrei non ritirarla e logicamente non firmarla, la fantomatica raccomandata o lettera che invita al pagamento dei bolli tramite Equitalia...Domanda stupida lo so...perche non provarci? buonaserata e grazie

    RispondiElimina
  96. Ciao Ele,

    ti riporto il commento messo qualche settimana fa perchè ho già trattato la questione su come verificare il pagamento se si è smarrita la ricevuta del pagamento bollo.
    Dal sito dell' ACI leggiamo:

    "richiesta attestazione di versamento
    (anche a seguito di SMARRIMENTO
    o furto della ricevuta del pagamento eseguito)

    Per richiedere un'ATTESTAZIONE DI VERSAMENTO, l'intestatario del veicolo deve recarsi presso il competente Ufficio Provinciale ACI o presso una Delegazione ACI, esibendo un documento di identità.
    La richiesta può essere formulata anche da persona delegata dall'intestatario o comunque da esso legittimata.
    In entrambi i casi la delega o la legittimazione devono risultare da atto scritto e devono essere accompagnate da una copia del documento di identità dell'intestatario.
    L'ACI provvederà a rilasciare attestazione dell'avvenuto pagamento."

    A questo link

    http://www.aci.it/?id=1855

    trovi la pagina dove selezionando la propria Regione Provincia puoi ricercare la sede ACI Provinciale.

    Non mi hai spiegato però se la lettera ricevuta l'hai dovuta firmare.
    Se è così, e se quell'unica lettera dice che devi pagare i bolli del 2007 e 2008,
    non sono caduti in prescrizione.

    Come ho già detto più volte
    quando si firma la lettera di Equitalia,
    è come firmare una raccomandata: questi hanno la conferma che hai ricevuto la lettera e che quindi sei a CONOSCENZA di dover pagare i bolli in questione.
    Verifica se hai già pagato i bolli al più presto, perchè per il pagamento hai tempo 60 giorni!

    Ciaooo
    Daniele

    RispondiElimina
  97. Ciao Luca!
    Dai speriamo bene.
    Ti ho scritto quel commento così perchè inizialmente non avevo consultato una fonte.

    Come diceva un proverbio
    "La legge non ammette ignoranza"
    Io cerco di informarmi in modo da divulgare
    i metodi su come affrontarle.
    Le leggi sono tantissime
    ( chissà gli avvocati che cervello avranno! )
    ma ringraziamo Internet!

    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  98. Ciao Ivan!!

    Ahahahahaha essì caro,
    infatti molti procedono proprio così!
    Come ho già risposto all'amica Ele
    (di nuovo per l'ennesima volta su questo blog)
    con la firma sulla lettera,
    si è costretti a pagare.
    Anche se è un bollo del 1999!

    Certo bisogna vedere se abbiamo ricevuto altre lettere precedenti a questa.
    Comunque non credo funzioni in questo periodo caro Ivan..

    Proprio a me è successo l' altro mese.
    Hanno suonato, e siccome ho una persona
    a casa che ha problemi a muoversi,
    vabè diciamo che è mooolto pigra ahahahah,
    ( era sola ) non ha fatto in tempo ad aprire.
    Il giorno dopo risuonano allo stesso orario e... ZACK era EQUITALIA.
    E la persona che era lì NON ERA DI EQUITALIA!!
    Era una persona come noi che lo fa come lavoro. Guadagna qualche soldo in base alle lettere che consegna.
    Quindi dovresti usare un binocolo quando sei a casa o nei dintorni di casa. :D

    Puoi anche provarci.
    Se ci riesci sei meglio di Arsenio Lupin!!

    Ciaoooo
    Daniele

    RispondiElimina
  99. salve Daniele... sono incappata per caso nel tuo blog e trovandolo molto interessante e lei molto preparato le volevo porgere una domanda: mio marito per problemi economici non paga il bollo dal 2009 ad oggi però a noi non sono arrivate mai cartelle esattoriali dall'equitalia! lei cosa mi consiglia di fare? e poi è possibile andare all'aci e pagare un bollo alla vota e non tutti insieme? aspetto una sua risposta... un saluto debora

    RispondiElimina
  100. Salve Debora!

    Se va all' ACI presumo che quando farà la ricerca a nome di suo marito appaiano i bolli non pagati.
    Comunque può tranquillamente rivolgersi a loro e pagare lì i bolli arretrati.
    Se può farlo economicamente è meglio che li regolarizzi tutti, anzichè poi pagare dopo con gli interessi e mora che vengono aggiunti da Equitalia.

    Comunque può farlo. Hanno messo una legge dal 2008 che permette di rateizzare l' importo complessivo dovuto.

    Saluti
    Daniele

    RispondiElimina
  101. In occasione del 100esimo commento
    cercherò di postare un articolo sempre sui bolli molto utile.
    Ho reperito delle nuove utili informazioni e link su web.

    Vi invito a consultare sempre l' INIZIO POST
    dove ci sono i link ad altri articoli attinenti.

    Vi terrò aggiornati.
    Ancora grazie per la vostra fiducia,
    per me esser d'aiuto è una grande soddisfazione specie quando si riescono a risolvere queste questioni.

    Un salutone abbraccioso

    Lapenna Daniele

    RispondiElimina
  102. Buongiorno,

    giusto per ulteriore conferma visto che all'inizio in un post vi è una piccola contradizione ecco la mia situazione.
    Ricevuta cartella esattoriale a ottobre 2011 relativa al mancato pagamento di un bollo del 2006 quindi con scadenza a dicembre 2005. Per la prescrizione dei 5 anni fa fede la data alla quale andava pagato il bollo (ossia gennaio 2006) o la data di scadenza del bollo non pagato (ossia dicembre 2006)? Sono nei termini di prescrizione? (cosa vuol dire 5 anni che poi sono 4?)

    RispondiElimina
  103. Salve,per problemi economici non ho pagato il bollo auto del 2009 a settembre 2011 mi è arrivato per posta ordinaria un bollettino dalla regione puglia in cui calcolavano il bollo non pagato piu le tasse e mora,adesso se io non la pago cosa succede?Aspetto che mi arrivi una raccomandata? Con la fortuna che vada in prescrizione?Preciso che il bollo non pagato va da aprile 2009 ad aprile 2010. Grazie

    RispondiElimina
  104. Buondì a lei!

    Dunque per quanto riguarda i termini,
    sono 3 anni e cambiano per regione in base alle proroghe che ogni Regione impone per legge.
    ( Leggi l'articolo aggiornato al Settembre 2011 riportato sopra
    http://ilventunesimosecolo.blogspot.com/2011/09/bollo-auto-prescrizione-tassa.html )

    Però nel suo caso non importa di questo perchè se ha ricevuto la cartella esattoriale a Ottobre 2011, la prescrizione parte da qui.
    Ricevendo la cartella lei automaticamente E' INFORMATO del mancato pagamento quindi cade la prescrizione.

    Da quando la riceve ha 60 giorni per pagarla e/o per fare un ricorso dimostrando di averla già pagata.

    Saluti Daniele

    RispondiElimina
  105. Salve a lei concittadino
    ( sono pugliese anche io )

    Dunque dipende dalle sue possibilità economiche e.... dalla "sorte".
    Mi spiego.
    Se arriverà la raccomandata prossimamente
    e lei la prenderà, dovrà pagare oltre al bollo anche interessi e mora aggiuntivi calcolati per ogni anno passato ( vi rimando agli articoli aggiornati messi ad inizio post ).
    Se ha la possibilità e SA di non averlo pagato le conviene pagare subito così da regolarizzare il tutto.

    Nel suo caso quindi si parte dall'
    Aprile 2010, e quindi essendo passato un solo anno, ed essendo la prescrizione di 3 anni ( o 4, ora non so se c'è qualche disposizione in particolare in Puglia
    - Vi rimando sempre al mio post recente
    http://ilventunesimosecolo.blogspot.com/2011/09/bollo-auto-prescrizione-tassa.html )
    la probabilità che vi arrivi nei 3 anni una raccomandata già dall' Ente di riscossione c'è.

    Io consiglio sempre di pagare perchè ciò che non paghi prima lo paghi dopo con gli interessi.
    E nell' ultimo anno Equitalia e lo Stato hanno intensificato la ricerca e notifica dei mancati pagamenti.
    Forse la fortuna ce l'ha chi vive in città grandi come Milano e Roma dove ( purtroppo o per fortuna ) la grande mole di gente implica una lenta, lentissima notifica e ricerca dei mancati pagamenti con il conseguenziale decadimento del diritto di riscuotere la suddetta tassa dal cittadino.

    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  106. Buongiorno Sig. Daniele,

    c'è qualcosa che mi sfugge (ovviamente a questo punto non ho capito bene come funziona la prescrizione).

    Lei mi risponde "nel suo caso non importa di questo perchè se ha ricevuto la cartella esattoriale a Ottobre 2011, la prescrizione parte da qui".

    La cosa che non capisco è il funzionamento della prescrizione, poichè a quanto leggo anche dopo 10 o 15 anni dal momento in cui non è stato pagato qualcosa allora si possono rivalere del mancato pagamento notificandomi una cartella esattoriale?
    Nel mio caso sono passati 5 anni senza aver ricevuto nulla precedentemente ed io avrei anche potuto buttare la ricevuta di pagamento (essendo passati appunto i 5 anni.
    Quindi può spiegarmi bene come funziona la prescrizione?
    Grazie
    Giuseppe

    RispondiElimina
  107. Salve Giuseppe

    Vediamo di chiarire un pò
    ( mi sfuma il cervello spesse volte! :D )
    Intanto ho ricontrollato ed è esatta
    la durata di conservazione delle ricevute dei bolli auto: 5 anni.
    Quindi si presume da ciò che oltre tale data
    NESSUN ente può rivalersi del diritto di chiedere il pagamento di un bollo auto.

    MA, per quanto riguarda la Prescrizione, ora le riporto in dettaglio cosa dice
    ( le leggi sono incomprensibili per far sì che il cittadino non capisca ) il sito dell' ADUC che è molto chiaro:

    "Esistono due tipi di prescrizioni
    Prescrizioni estintive e presuntive.

    Le PRESCRIZIONI PRESUNTIVE sono quelle per le quali la legge presume che dopo il decorso del termine il debito sia stato pagato. Quasi tutte le prescrizioni inferiori ai 5 anni sono presuntive (sei mesi, un anno, tre anni, etc.)
    Si differenziano dalla prescrizione estintiva in quanto, trascorso il termine, il debito NON SI ESTINGUE, ma si PRESUME che sia estinto. In pratica, se il creditore DIMOSTRA che il debitore non ha pagato, attraverso la confessione o il giuramento decisorio, può ottenere una SENTENZA FAVOREVOLE anche se il termine della prescrizione è già scaduto."

    Quindi dovrei dirle "Sì, è caduta in prescrizione, non deve pagarla stia tranquillo".
    Eeheh in effetti è così ma io invito sempre a pagare e le spiego perchè.
    Ha visto quando non ha capito bene la durata della prescrizione?
    Bene come citato nell' altro post, c'è stata la Finanziaria 2004 ove furono inserite delle normative che davano il diritto di riscuotere bolli di periodi caduti o che stavano cadendo in prescrizione.
    Sappiamo bene da che soggetti siamo governati, e che tipi di leggi possano fare.
    Onde evitare danni successivi invito sempre a regolarizzare se si è in torto.
    Ho scritto infatti nel post quando cade il diritto del creditore di incassare la tassa, e lascio all' utente ad agire come vuole.

    Come accaduto con le cartelle pazze,
    Equitalia invia comunque cartelle di pagamento anche se non ha il diritto
    di chiedere denaro (viste le leggi).

    Ho appena pubblicato il post preso dal sito dell'ADUC. Così può leggere e capire cosa è e come funziona esattamente.

    Concludo con la risposta dell' esperto dell' ADUC che ad una domanda simile risponde all' utente:
    "la prescrizione non e' l'annullamento della cartella, ma l'estinzione dei diritti quando il titolare non li esercita entro il termine previsto dalla legge. Non opera automaticamente, cioe' il diritto non e' estinto solo perche' e' decorso il termine di prescrizione, ma deve essere chiesto dal debitore."

    In pratica il creditore (Equitalia) non ha più il diritto di chiederlo, ma il debitore risulta sempre di dover pagare la determinata tassa.
    Ovviamente sempre nelle chiappe del cittadino!

    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  108. Grazie Sig. Daniele adesso tutto mi è più chiaro.

    In effetti concordo sul fatto che si debba pagare quando si è nel torto, nel caso specifico la mia è una situazione è un pò particolare in quanto l'autovettura in questione è stata venduta a febbraio 2006 e con l'aquirente avevamo accordo verbale che il bollo sarebbe stato a suo carico. Ovviamente lo stesso non è stato pagato ed io non posso fare nulla in quanto al momento della scadenza ero ancora io intestatario dell'autovettura e pertanto dovevo farmi carico di tale spesa.
    Ecco perchè non mi va di pagare.......
    Grazie mille per l'esaustiva risposta.
    Giuseppe

    RispondiElimina
  109. Buongiorno,
    ho una moto del 1985 e dal 1991 non pago il bollo.
    Non mi sono mai arrivati controlli o richieste, ma adesso questo rottame di moto che in tutti questi anni è stato fermo, adesso la vendo (la regalo) e devo fare comunque il passaggio di proprietà.
    Devo pagare dei bolli? Come mi devo comportare con i bolli?
    Da un veloce controllo all'ACI risulta che non è radiata.
    Grazie
    Daniele

    RispondiElimina
  110. Salve Giuseppe!
    Innanzitutto prego, poi però una cosa,
    la vettura l'ha venduta a Febbraio 2006
    quindi il passaggio di proprietà risulta a febbraio giusto?
    Ci starebbe uno scoperto di un solo mese.

    Se è deciso di pagare, si ravveda di questo particolare. Anche un solo giorno di possesso nell'anno solare va pagato!
    Non vorrei arrivasse un' altra lettera.

    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  111. Buondì Daniele!

    Mi pare strano che non sia radiata
    (dopo più di 5 anni senza pagare il bollo).
    Mi sa che vive in una grande città visto
    che non le è arrivata mai una lettera
    di pagamento dei bolli arretrati.

    Per quanto riguarda la vendita
    lei può venderla tranquillamente
    senza pagare i bolli, perchè
    i bolli arretrati sono intestati
    sempre a lei e quindi se un giorno arriverà qualcosa da pagare si rivolgeranno sempre a nome vostro.
    Per come funziona la prescrizione,
    parecchi di questi bolli sono caduti
    nel diritto di richiesta della tassa
    da parte dell' ente creditore.
    Quando e se arriverà qualche lettera di Equitalia (o altro ente) dovrà verificare
    a che anno si riferisce la tassa che vi richiedono, e capire se è caduta in prescrizione o meno.

    Certo, lo Stato si aspetta che lei regolarizzi il tutto con interessi
    e more, anche se a questo punto penso
    che si sia scordato di lei.

    Una curiosità, lei vive a Roma o Milano?

    Saluti
    Daniele

    RispondiElimina
  112. Salve, mi sono appena accorta di non aver pagato il bollo della mia auto scaduto il 31/12/2010. L'ammontare del bollo pagato precedentemente è di 125,87 euro. Quanto dovrò pagare se vado entro fine anno???

    Grazie, Virginia

    RispondiElimina
  113. Buongiorno Daniele
    Mi sono inbattuto nel suo blog per caso, mentre ero alla ricerca di notizie riguardanti il pagamento di vecchi bolli auto.
    La vedo così disponibile per cui le espongo anche il mio problema, che potrebbe interessare anche altre persone.

    Nell'anno 1982 compravo una Mercedes da adibire a taxi nel comune di Milano; otto anni dopo (1990) la permutavo con una Fiat Croma taxi presso un concessionario Fiat successivamente fallito (non so in quale anno).
    18 anni dopo nel dicembre 2008 mi arrivava una lettera di Regione Lombardia ( non credo sia una raccomandata)che mi avvisava della scadenza del bollo della Mercedes.
    La lettera era finita nel dimenticatoio fino ad oggi in quanto ho ricevuto una raccomandata sempre da Regione Lombardia
    la quale emette Avviso di Accertamento per omesso pagamento del bollo auto nel periodo Settembre 2008/ Agosto 2009 sempre riguardante la Mercedes venduta ormai da 21 anni.
    Chiaramente io dopo tutto questo tempo non riesco a trovare l'atto di vendita anche perchè in questi anni ho cambiato altri 5 taxi.
    L'importo non è eccessivo, ma non vorrei che pagandolo potessi avere problemi in futuro.
    Lei cosa mi consiglia?
    La ringrazio fin da ora per la cortesia.

    Daniele

    RispondiElimina
  114. Salve Virginia!

    Dunque, per la regolarizzazione bollo auto entro l'anno,
    oltre alla tassa sono dovuti:

    - una sanzione pari al 3% della tassa medesima,
    se il versamento avviene entro 30 giorni (ravvedimento breve)
    dalla scadenza del termine utile per il pagamento,
    più gli interessi legali giornalieri, con maturazione
    giorno per giorno pari al 1,5% annuo

    - una sanzione pari al 3,75%, se il versamento avviene
    dopo il trentesimo giorno ma non oltre un anno dalla
    scadenza del termine (ravvedimento lungo), più gli
    interessi legali giornalieri sempre dell' 1,5% annuo

    Da RICORDARE che con il Decreto Legislativo n.98 del 6/07/2011
    convertito in Legge n.111 del 15/07/2011,
    dal 6 luglio 2011 è stato introdotto un altro tipo
    di ravvedimento operoso cd. “veloce” o “sprint”
    che consiste nell’applicazione di:

    - una sanzione ulteriormente ridotta,
    pari allo 0,2% per ogni giorno di ritardo,
    se il versamento viene regolarizzato entro 14 giorni
    dalla scadenza del termine utile per il pagamento,
    più gli interessi legali giornalieri (calcolati come sopra)


    Regolarizzazione oltre l'anno

    Dopo un anno dalla scadenza del termine viene
    applicata una sanzione pari al 30% della
    tassa dovuta più gli interessi moratori
    di circa 1-2% a semestre.

    Poi ho trovato anche un appunto ( lo sapevo ma ho avuto conferma):
    alcune Regioni applicano una sanzione ridotta
    anche per i pagamenti effettuati oltre l'anno,
    a condizione che il contribuente non sia stato raggiunto
    da avvisi bonari o da avvisi di accertamento da parte della Regione.
    Di seguito l'elenco di queste Regioni e la sanzione
    applicata per pagamento effettuato oltre l'anno ma prima
    dell'invio di contenzioso:
    - Piemonte: sanzione pari al 10% senza interessi moratori;
    - Lombardia: sanzione pari al 30% senza interessi moratori;
    - Provincia autonoma Trento: sanzione pari al 3% oltre
    gli interessi pari all'1% fisso per ogni semestre maturato;
    - Veneto: sanzione pari al 10% oltre gli interessi
    pari all'1% fisso per ogni semestre maturato.

    Saluti
    Daniele

    RispondiElimina
  115. Buondì Daniele!
    Cavoli dopo 21 anni si sono svegliati??
    Beh innanzitutto in questo caso, anche se lei fosse
    miliardario, il bollo NON è giusto che lo paghi.
    Se l'auto non è più in suo possesso la tassa
    non è assolutamente dovuta.
    Dovrebbe come già sa dimostrare che la stessa
    non è più in suo possesso.

    Può andare alla sede ACI vicina
    ( la trova andando su www.aci.it e può cercare
    nel menu a destra ) che sicuramente hanno
    registrato la data in cui ha ceduto la Mercedes
    così da presentare la copia del foglio all' ente
    che le ha richiesto il pagamento.

    Ho il dubbio che questa sia l' ennesima cartella pazza.
    Come ho letto di recente su un sito di un giornale,
    il numero di bolli che non risultano ancora
    pagati in provincia di Milano sono 275.384.
    Quindi mi pare STRANO che siano andati a cercare
    un bollo così vecchio. E poi calcolando
    gli interessi in vent'anni la cifra dovrebbe
    essere ESAGERATAMENTE ALTA. E se non è così ho il dubbio
    che veramente sia il solito tentativo degli enti
    riscossori di ragranellare qualcosa dai cittadini.

    Lei comunque vada all' ACI e si faccia trovare
    i dati relativi alla sua Mercedes.

    Un saluto
    Daniele

    RispondiElimina
  116. Per la sig.ra Virginia,
    mi scusi non ho calcolato l' importo del suo bollo ahahahah vabbè ancora non sono commercialista o addetto ai bolli quindi non posso calcolare tasse così su due piedini!

    Comunque quando andrà a pagarlo uscirà direttamente l' importo.Calcolando
    sui dati a disposizione:

    Bollo = 125,87 euro
    gli interessi
    dovrebbero quindi essere circa del 5,25%

    quindi il bollo si aggirerà sui
    132,50 euro

    Mi faccia sapere se ho indovinato
    così semmai ce li giochiamo anche al lotto!!

    RispondiElimina
  117. Buonasera Daniele,

    leggendo i post di questo blog, finalmente mi consolo!
    Dunque, le spiego: il 15/11/2011 mi è arrivata una raccomandata da regione Lombardia
    AVVISO DI ACCERTAMENTO E CONTESTUALE APPLICAZIONE DI SANZIONI.
    Risulta non pagata la tassa automobilistica per l' anno 2008 per autoveicolo targato xxxxxxxx , intestato a me.
    Ma io quell' autoveicolo non ce l' ho più dal 1998.
    L' unico documento che ho trovato è una procura speciale in cui autorizzo a vendere ad una concessionaria..." rimane fra l' altro autorizzato ad incassare il prezzo della vendita rilasciando relativa quietanza liberatoria ed a provvedere a tutte le operazioni inerenti al trasferimento dell' intestazione dell' autoveicolo al nome dell acquirente firmando anche in nome e per conto del mandante tutti gli atti necessari ai fini della regolarità del trapasso....... ispettorato motorizzazione, PRA.... ecc, ecc.
    Firmato dal concessionario e notaio.
    Ora mi chiedo cosa devo fare? ho chiamato num verde... NO COMMENT! sono andata all aci del mio paese ... No comment! mio padre dice che devo andare a fare denuncia ai carabinieri e comunque pagare.
    ho fatto anche una visura online e risulto l' unica intestataria ,,,non risultano iscritti gravami.

    Grazie, Graziella.

    RispondiElimina
  118. Ciao Graziella!

    ASSOLUTAMENTE NON devi pagare questa tassa!
    Se la macchina la hai ceduta REGOLARMENTE
    ed hai anche le carte, loro non possono nella maniera più assoluta chiederti qualche tassa
    su quell' auto!

    Tu hai scritto per quanto riguarda l'atto
    "...ed a provvedere a tutte le operazioni inerenti al trasferimento dell' intestazione dell' autoveicolo al nome dell acquirente.."
    hai provveduto nel trasferimento in regola dell' intestazione del veicolo?
    Allora hai le carte in regola e non devi alcuna tassa.

    Dovresti fotocopiare tutti questi documenti e portare le copie a coloro che ti hanno inviato la lettera. Mi hai detto Regione Lombardia, quindi cos'è Agenzia delle Entrate?
    Non so cosa vuol dire il "no comment" ma immagino siano stati CORTESI al 100%.
    Come sempre!
    Vedi sulla lettera che indirizzo c'è, che ufficio è e se c'è un numero di telefono.
    Se vuoi un aiuto chiedimelo.
    Prova a sentire per telefono
    ( spesso ti liquidano con un "manda un fax al numero" ecc. ) e poi semmai
    (penso sia la cosa migliore) vai di persona a portare la copia di questi documenti.

    Mi pare davvero strana la situazione.
    Non vorrei al concessionario abbiano fatto
    qualche impiccio e l'auto risulti ancora a nome tuo. Se tu comunque hai fatto tutte le carte in regola e c'è stato qualche casino,
    la parte lesa sei ovviamente tu.

    Ti stavo scrivendo di andare alla sede ACI per verificare la situazione esatta dell' auto che hai ceduto maaa... mi hai scritto che sono stati così gentili.. O__O
    Prova ad andare alla sede Regionale.

    Comunque sei in regola e ritengo tu non debba pagare l' ingiusto.
    Fammi sapere se riesci a risolvere.

    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  119. Buongiorno

    mi è stata recapitata sta settimana una raccomandata dalla regione lombardia in cui a loro non risulta pagato il bollo del 2008.
    Essendo passati 3 anni, e con i 60 giorni di tempo che ho per contestare o pagare arriviamo nel 2012. C è la possibilità che vada in prescrizione?.. Il bollo scadeva a maggio 2008 per la precisione, quindi mi sembrano passati i 3 anni!...

    ps: il bollo lo avevo pagato eccome!! dal tabaccaio ma purtroppo è stato perso.

    RispondiElimina
  120. Buondì a lei!

    Purtroppo la raccomandata che ha preso azzera qualsiasi prescrizione.
    E comunque quando si perde la ricevuta si va in torto!
    Ecco perchè appena si paga il bollo si deve FOTOCOPIARE la ricevuta, ed avere in auto solo le fotocopie conservando le originali a casa in un luogo sicuro.

    Mi spiace ma quel bollo le converrà pagarlo.
    Proprio come dice lei entro 60 giorni!

    Saluti e buon pranzo
    Daniele

    RispondiElimina
  121. Buonasera Daniele, vorrei esporle la mia situazione:
    ho la possibilità di intestarmi ed utilizzare la vecchia auto di proprietà di mio nonno.
    Il problema è che alla morte di mio nonno, a nessuno degli eredi è interessata la proprità dell'auto, e quindi nessuno ha provveduto ad effettuare i pagamenti dei bolli.
    Mi reco all'ACI che mi informa che i bolli non pagati sono quelli di:
    scadenza settembre 2006 per sett2006/ago07;
    scadenza settembre 2007 per sett2007/ago08;
    scadenza settembre 2008 per sett2008/ago09;
    scadenza settembre 2009 per sett2009/ago10;
    scadenza settembre 2010 per sett2010/ago11;
    scadenza settembre 2011 per sett2011/ago12.
    Su consiglio di mio padre provvedo a pagare tutti i bolli ma l'ACI mi fa pagare solamente gli ultimi 4 e mi informa che mi devo rivolgere all'ufficio esattoriale/equitalia di competenza per il pagamento dei più vecchi.
    Mi reco quindi in tale ufficio e scopro che ci sono ancora altri 2 bolli da pagare per un totale di 4:
    scadenza settembre 2004 per sett2004/ago05;
    scadenza settembre 2005 per sett2005/ago06;
    scadenza settembre 2006 per sett2006/ago07;
    scadenza settembre 2007 per sett2007/ago08.
    Il totale da pagare si aggira intorno ai 1000€.
    Inoltre il dipendente mi informa che in caso di rimessa in strada del veicolo può scattare il fermo amministrativo se i bolli non vengono pagati.
    Per ovvi motivi non sono mai state ricevute ne cartelle esattoriali ne raccomandate.
    Detto questo le pongo alcune domande:
    Sicuramente per i tre bolli più vecchi è scattata la prescrizione, e per l'ultimo (scad sett2007) la prescrizione è già scattata o scatterà scatterà fra tre settimane?
    Per quanto riguarda il fermo amministrativo, è possibile che possano eseguire questo provvedimento se il passaggio di proprietà a mio favore è stato già fatto? Tali provvedimenti atti alla riscossione di tasse non pagate (fermo, pignoramento ecc) dovrebbero essere fatti ai beni di chi era proprietario della vettura al momento della scadenza del bollo, o ai diretti eredi (quindi non io) nel mio caso, giusto?
    Mi rivolgo a lei sperando in suo valido consiglio per questa singolare situazione.
    La ringrazio per l'attenzione
    Andrea

    RispondiElimina
  122. Buonasera Andrea!

    Su quest'argomento non ero informato a sufficienza così ho consultato un pò il web.

    Sulla prescrizione , di regola dovrebbe essere come dici tu. Ma ripeto ancora una volta
    (come ho scritto nell' ultimo post che è riportato anche sopra nei link) la prescrizione caduta è la caduta del diritto di richiedere una tassa.

    Per il fermo amministrativo ho trovato un articolo sul sito dell'ACI (quale fonte possa esser migliore) al link
    http://www.aci.it/index.php?id=2453

    Dove vi èscritto
    "Se il veicolo è stato venduto con atto di data certa anteriore all'iscrizione del fermo, dopo aver trascritto il passaggio di proprietà al PRA, il concessionario della riscossione, a seguito di comunicazione da parte dell'ACI, provvederà a cancellare gratuitamente il fermo amministrativo dagli archivi del PRA. Il veicolo non è quindi soggetto ad alcuna limitazione della disponibilità"

    I bolli non penso siano a tuo carico.
    E poi come riportato su un altro sito,
    ovviamente tu ne potevi essere all'oscuro di tutto ciò.
    Non metto la mano sul fuoco ma a quanto si legge da fonti affidabili di solito è così.

    Un altro link sull'argomento
    http://www.iusna.net/index.php?option=com_content&task=view&id=291&Itemid=57

    Io cerco nel mio piccolo di dare più informazioni e aiuti possibili.
    Penso di esserti stato di aiuto.

    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  123. ciao.avrei da fare una domanda.e arivata una racomandata a nome di mio marito per il pagamento del bollo auto del periodo moggio2008 aprile 2009.ho preso io la racomandata e o firmato io a posto di mio marito.dovrai per forza pagare il bollo?se non lo pago cosa succede?mi potete aiutare con qualche consiglio?grazie in anticipo

    RispondiElimina
  124. ciao,
    avrei un problema che mi assilla dal 2005 e vorrei riuscire in qualche modo a risolverlo.
    dunque: nel gennaio 2005 ho acquistato la mia attuale auto, mentre quella precedente l'ho fatta rottamare, peccato però che il demolitore si sia "dimenticato" di darmi la carta di demolizione e di comunicare al pra l'avvenuta demolizione - che forse a questo punto non è mai avvenuta -.. peccato però che il bollo è sempre venuto a me da pagare, e sinceramente sarei anche stufa di pagare per un'auto che non ho più... come posso fare per evitare il pagamento che scade il 12 gennaio 2012 per l'anno 2008? c'è un modo o mi tocca pagare......
    grazie mille

    RispondiElimina
  125. Salve alei,
    purtroppo dovrà pagarla perchè l'ha ritirata e a loro risulta che lei ora ce l'ha in possesso.
    Ha 60 giorni di tempo dopodichè la lettera esploderà... no no scherzo!
    Le conviene pagarla.

    Purtroppo chi evade le tasse (anche se non ha denaro per pagarle e non perchè non vuole pagarle) ha sempre la peggio!

    Un salutone e in bocca al lupo.
    Daniele

    RispondiElimina
  126. Buondì Lorenza!

    Cacchio la sua situazione è da risolvere il prima possibile!
    Inutile dire che doveva farsi dare il foglio
    e andare a comunicare di averla data in rottamazione.
    Le conviene il più presto possibile comunicare lei stessa che l'auto è stata demolita a tale data.
    Che ha smarrito il foglio ( provi a non dire che non glielo hanno dato ), così controllano colui che doveva rottamarla e DOVREBBERO trovare se veramente è stata rottamata.

    Cerchi di dimostrare che l'auto in questione non è più in possesso. Se le sono arrivate sempre le richieste di pagamento deduco che l'auto NON sia stata rottamata e risulti ancora in sua proprietà.
    Quindi in questa situazione le tocca pagare,
    e contemporaneamente risolvere la situazione.
    Se c'è stata qualche IRREGOLARITA' alle sue spalle son sicuro che provvederanno a risarcirle del denaro che ha dato sin ad ora ingiustamente, così come avviene quando si paga un bollo perchè è stato già pagato o perchè si è esenti per legge.

    Le ho detto di non dire di non aver ricevuto il foglio perchè sia lei è tenuta a chiederlo e aspettare sinchè non ha la conferma di demolizione, e sia perchè a sto punto mi viene da pensare che il tizio abbia messo sotto qualche truffetta.

    Spero risolviate al più presto la situazione.
    Un salutone e in bocca al lupo anche a lei

    Daniele

    RispondiElimina
  127. grazie dell aiuto.oggi sono andata a pagare il bollo dell 2008 ma adesso visto che e pagato mi ariverano altre lettere per il pagamento dell2009 2010 e 2011 perche neanche queste non sono state pagate .e se mi arivano da pagare arivano sempre con la lettera racomandata???mi sai dire per piacere almeno cosi sapro la prosima volta di non segnare a posto di mio marito e di combinare guai.grazie

    RispondiElimina
  128. Salve mio padre non ha pagato i bolli del 2007 /2008/2009 /2010.non avendo intestato niente perché non ha niente di proprietà non ha neanche più la macchina (non guida più ha 70 anni)cosa gli può succedere?la ringrazio anticipatamente

    RispondiElimina
  129. grazie dell aiuto.oggi sono andata a pagare il bollo dell 2008 ma adesso visto che e pagato mi ariverano altre lettere per il pagamento dell2009 2010 e 2011 perche neanche queste non sono state pagate .e se mi arivano da pagare arivano sempre con la lettera racomandata???mi sai dire per piacere almeno cosi sapro la prosima volta di non segnare a posto di mio marito e di combinare guai.grazie

    RispondiElimina
  130. Buondì bianchina!

    Beh la raccomandata come lei sa
    è diversa dalla lettera normale perchè
    viene riportata la data di ricezione da parte
    del destinatario.
    La lettera normale può essere imbucata e rubata, o persa per strada senza che il destinatario sappia di averla ricevuta.

    La raccomandata dà la conferma a chi invia la lettera che il destinatario l'ha ricevuta,
    e quindi per legge SA cosa il mittente vuole da lui e se non paga loro agiscono di conseguenza.
    Se è in condizioni disagiate e al momento non può pagare,può provare a RIFIUTARE la lettera. Molte persone nella realtà non vogliono che si prenda la lettera anche se non è a nome suo.
    Ad esempio il padrone di casa invita la donna delle pulizie di non prendere alcuna lettera a suo nome (per privacy o perchè non vuole che la domestica si faccia 200 grammi
    di fatti altrui).
    Il destinatario invece è obbligato a prenderla e se si rifiuta, colui che la porta
    PUO' riportare sopra che il mittente l'ha rifiutata consapevolmente.

    Un salutone
    Daniele

    RispondiElimina
  131. Salve a lei!
    Non ha pagato i bolli del 2007 2008 2009 2010
    e non ha niente di proprietà?
    Cosa possono fargli?
    Assolutamente NIENTE.
    Infatti le truffe vengono fatte da chi risulta allo Stato NULLATENENTE.
    Se non hai nulla nessuno può sequestrarti nulla.
    Se non ha neanche l'auto allora fanno un gran buco nell'acqua.
    Al massimo proprio penso potrebbero pignorarli un quinto della pensione
    (che sia pensione non di invalidità che invece NON è pignorabile).

    Daniele

    RispondiElimina
  132. Scusa Daniele se ti disturbo ancora mio padre vive solo con mia madre e percepiscono un unico reddito dalla pensione intorno alle 1200 euro mensili...siccome nei post precedenti ho letto della soglia di povertà volevo sapere ma con questo reddito possono trattenersi un quinto della pensione???grazie mille...

    RispondiElimina
  133. Se sono 1200 euro penso proprio che non sia sotto la soglia di povertà.

    Come puoi vedere dai dati che ho trovato

    Soglia di povertà dati 2008

    e

    Soglia di povertà dati 2010


    la soglia gira intorno ai 992,46 Euro
    per una famiglia di due persone.
    Quindi purtroppo potrebbero pignorare i beni mobili se volessero
    (i beni immobili sono pignorabili a partire da un debito col fisco dai 5mila uero in su).

    Potrebbe tirare avanti e vedere che succede,
    o provare a rateizzare, oppure a metter qualcuno a carico in modo da essere una famiglia di 3 persone e quindi rientrare nella soglia di povertà.

    Daniele

    RispondiElimina
  134. Quindi non avendo beni immobili e mobili potrebbero intervenire sottraendo un quinto della pensione???grazie x le informazioni...

    RispondiElimina
  135. Esattamente.
    Però i beni mobili sequestrabili sicuro che non ne abbia? Non ha nè mobili nè quadri nè televisione?

    RispondiElimina
  136. ciao sono giovannia ottobre 2011 mi e' arrivata la notifica da parte dell'agenzia delle entrate per un bolllo del 2008 purtroppo non ho potuto pagare alla scadenza dei 60 gg sono gia' in fermo amministrativo o devo aspettarmi un avviso ulteriore di intimazione al pagamento? grazie per l'attenzione e complimenti per il sito.

    RispondiElimina
  137. Salve a lei Giovanna!

    Ecco metterei il suo commenti in grande.
    E' la dimostrazione che in questo periodo
    l'attività dell' Agenzia delle Entrate
    ed Equitalia è al massimo.

    Se riesce a pagarlo, ovviamente è meglio.
    Però penso si debba ora rivolgere ad Equitalia perchè immagino che alla scadenza dei 60 giorni ora ci siano altri soldi sopra
    (che siano anche 2 euro in più o chissà quanto).
    Per il momento non possono far altro, perchè come avevo già spiegato ad un altro utente,
    il pignoramento di beni mobili ed immobili
    può esser fatto SOLO in caso di cifre dovute
    SUPERIORI A 5.000 euro.

    Quindi suppongo oltre il fatto di aumentare la cifra non credo posson far altro.
    Siccome la rateizzazione conviene solo per cifre moolto alte, se ci riesce a pagare è meglio.

    Un salutone e grazie per i complimenti! :)

    Daniele

    RispondiElimina
  138. Salve il 21 dicembre 2011 mi e stata notificata una cartella da equitalia per non aver pagato i bolli del 2001 e 2003, nel 2005 mi era arrivato un avviso bonario dalla regione.ora mi e arrivata la suddetta cartella. volevo chiedervi se e in prescrizione o devo pagare GRAZIE
    Massimo

    RispondiElimina
  139. Salve a lei Massimo!

    Come ha potuto leggere negli aggiornamenti,
    il diritto da parte dell'ente di chiedere
    l' imposta dovuta si prescrive dopo 3-4 anni.
    Nel suo caso quindi Equitalia non avrebbe il diritto di chiedere il pagamento dei bolli in questione.

    Beh eheh ovviamente non posso dirle
    "Non paghi!", ma posso dirle che
    per legge Equitalia non ha più il diritto di chiedere di pagare tasse relative a quei periodi (soprattutto se dal 2005 non vi sono arrivate raccomandate che vi intimavano di pagare le imposte dovute).

    Salutoni
    Daniele

    RispondiElimina
  140. Salve, il 30 novembre 2007 ho acquistato una nuova autovettura rottamando la mia vecchia auto e secondo la vigente legge ho potuto beneficiare di 2 anni di esenzione dal bollo. E' doveroso premettere che fino al 16 Maggio 2008 sono stato residente in campania per poi cambiare residenza nella regione Puglia. Oggi, mi vedo recapitare dalla regione Puglia, una raccomandata che mi invita a pagare il bollo per il periodo dal Settembre 2008 ad Agosto 2009 con naturalmente le sanzioni annesse. Come comportarmi in quanto in quel periodo dovevo essere ancora esente dal pagamento? Grazie.

    RispondiElimina
  141. Salve a lei Antonio!

    Ah beh si vede che lo Stato dà gli incentivi ma non controlla chi ne usufruisce!
    Le conviene fare una copia dei documenti
    relativi all'acquisto della sua auto ( dove sarà sicuramente riportato il riferimento
    all' incentivo ) e portarli a chi vi ha chiesto il pagamento (ora non so se vi è giusta dall' Ufficio delle Entrate o Equitalia).

    Di regola lei dovrebbe pagare, poi mostrare le carte, e quindi ricevere il rimborso dacchè non deve quel denaro.
    Ma le conviene mostrare i documenti subito,
    visto che, come sappiamo, ricevere soldi dallo Stato richiede più tempo rispetto a quando li dobbiamo ricevere.
    Probabilmente nei registri della Regione Puglia non hanno controllato che lei non deve pagare il bollo per gli anni in questione.

    Un saluto
    Daniele

    RispondiElimina
  142. ciao daniele. proprio oggi è arrivato un atto di accertamento della regione calabria con cui si intima a mio padre di pagare il bollo auto da settembre 2008 ad agosto 2009....visto che la prescrizione dura tre anni ti chiedo se vale per questo periodo visto che è la prima volta che arriva un atto di accertamento e i tre anni finiscono a settembre 2011..volevo chiederti anche un altra cosa.la macchina in questione e cointestata ma mio papa risulta primo intestatario.visto che per dei problemi burocratici abbiamo ottenuto il passaggio di proprietà solo a giugno 2009,ammesso che dobbiamo pagare il bollo,vale da giugno 2009 oppure da settembre 2008? grazie e un abbraccio anticipato

    RispondiElimina
  143. Ciao a te!!
    No purtroppo non credo sia caduto in prescrizione.
    Come puoi leggere dal mio articolo
    Dettagli sulla Prescrizione Bollo si parte dal 2009.
    Quindi devi pagarlo.

    Beh per l'altra questione se come dici risulta come data del passaggio di proprietà "Giugno 2009", ovviamente prima di tale data non devi pagare il bollo.
    Non puoi pagare una tassa di un'auto a te non intestata. Dovrai pagare da giugno in poi.

    Un salutone a te!
    Daniele

    RispondiElimina
  144. Salve Daniele!,Sono Massimo, mi aveva risposto il 21 dicembre riguardo ai bolli auto 2001/2003 arrivati ora con equitalia..Be! ho deciso di fare ricorso e lo sto facendo anche se quelli della regione mi hanno detto che avendo ricevuto nel 2005 un avviso bonario e non avendo risposto la cosa della prescrizione va a farsi benedire...vado avanti lo stesso!anche se non e facile caro Daniele fare un ricorso per noi semplici persone, comunque...ormai ho tutto pronto,vi faro sapere come e' andata cosi che la mia esperienza possa essere di aiuto anche ad altri.Grazie di cuore Buon Anno!

    RispondiElimina
  145. Ciao Massimo!
    Eeeh sì caro amico lo so!
    Come accaduto in estate per le multe che hanno fatto qui in Sardegna per le spiagge a pagamento.
    Alla fine conviene pagare anzichè fare ricorso ( dove spesso si spende molto di più! ).

    Ma l'avviso se lo ha ricevuto nel 2005 sono passati 5 anni e siete pienamente nei tempi
    visto che in questi anni non vi è arrivato nient'altro.
    Solo che non le ho chiesto se la lettera arrivata il 21 dicembre era una raccomandata.

    Le ho detto di leggere il post perchè
    (come accade sempre a noi cittadini)
    c'è una delle due parti sempre avantaggiata.
    Sono passati 5 anni giusto?
    Per legge loro non possono chiederti il pagamento della tassa,.. ma
    se vi inviano una raccomandata e voi la ricevete ZACK ecco che ne siete a conoscenza della tassa non pagata.

    Mi chiedo se ci sia qualche legge a favore del cittadino.. O__o

    Le mando un abbraccione un augurio
    di buon anno e, ovviamente,
    un grosso in bocca al lupaccio
    (e che crepi na buona volta!)!

    RispondiElimina
  146. Ciao Daniele, lo scorso 30 sett. mi è scaduto il bollo dell'auto che ho lasciato in permuta alla concessionaria il 07 dic. dove ho comprato una nuova vettura. La mia domanda: devo pagare (se si con mora considerato il ritardo) per tutto l'anno cioé fino al 30/09/12 anche se dopo la scadenza ho tenuto la vecchia auto solo fino al 07 dic. oppure posso pagare solo per il periodo 30 sett. 07 dic.? Considera che la regione in questione è la Calabria :((( GRAZIE IN ANTICIPO PER IL TEMPO CHE POTRAI DEDICARMI. CIAO PEPPE76

    RispondiElimina
  147. Ciao Peppe76!

    Dunque il 30 settembre è scaduto il termine per pagare il bollo dell'anno in corso giusto?
    Quindi è relativo al 2011?
    Sì devi pagarlo e la mora è piccola.
    Sono solo tre mesi di ritardo
    quindi sarà qualche euro in più
    niente di che :D

    Per il successivo bollo, se ha fatto tutte le carte in regola e quindi l'auto non l' ha più, dovrebbe pagare il bollo dal 30 settembre 2011 fino alla data in cui ha ceduto l'auto.
    Quindi il bollo di tre soli mesi.
    Sta cosa la so perchè l'avevo letta proprio sul sito ACI.

    Per conferma e soprattutto per calcolare l'importo dovuto può rivolgersi alla sede ACI più vicina così che possano calcolare quanto deve pagare per mettersi in regola.
    Mi raccomando regolarizza tutto sennò fra qualche anno arriverà Equitalia
    (sempre che qualche altra bomba non la tolga di mezzo definitivamente O_o )!

    Ciao Peppe!!
    Buon Anno anche a te!!

    RispondiElimina
  148. Ciao io mi chiamo simone, volevo chiederti se c'è la possibilità di rateizzare i bolli auto scaduti,ora mi è arrivata un'ingiunzione di pagamento ho chiesto a loro e mi hanno detto che per le ingiunzioni non c'è questa possibilità,che devo pagare entro 60 giorno altrimenti c'è il recupero coattivo. Poi vorrei sapere se posso vendere l'auto (e ovviamente saldare i bolli) oppure se al momento del trapasso mi bloccano e non lo fanno? Ti ringrazio per la tua attenzione

    RispondiElimina
  149. Ciao Simone!

    Se loro dicono così, deve essere vero!
    Anche se ho trovato sta pagina interessante sulla rateizzazione dell' ingiunzione.

    Per la vendita dell'auto beh, tu puoi vendere l'auto anche se non hai pagato nessun bollo perchè dopo il passaggio di proprietà, i bolli successivi saranno a carico del nuovo acquirente.
    E' come se abiti in una casa, se non paghi qualche tassa e poi vendi casa, quelle tasse dovrai sempre pagarle tu.
    Il bollo è a carico di chi ha l'intestazione dell'auto.

    Salutoni
    Daniele

    RispondiElimina
  150. Ti ringrazio per la tua disponibilità,pensavo mi creassero problemi al momento della voltura perchè facessero un controllo se tutto era stato regolarizzato .

    RispondiElimina
  151. No no tu puoi vendere l'auto anche senz' aver pagato un bollo, tanto lo Stato verrà sempre da te a cercarli!
    O_o
    Se si potessero passare
    a chi acquista sai che figata?
    ahahahahaha XD

    Ciaooo Simone!

    RispondiElimina
  152. salve una domanda mio marritto a comprato la machina in 04 2008 e non ha pagatto mai il bollo perche la machina e intestata a sua sorella.in primo anno e arrivatta una lettera che ce da pagare coasi 250 euro il bollo ma poi non e arrivatto nulla.adesso cosa si rischia se non paga e vende la machina?grazie

    RispondiElimina
  153. Salve signora Dany!

    La macchina la può vendere quando desidera
    a chi vuole senza complicazioni.
    La tassa del bollo è soggettiva,
    cioè è a carico della persona che ha
    intestata l' automobile ( nel suo caso è sua sorella ).
    Se lei vende l' auto oggi, in futuro arriveranno comunque i bolli non pagati
    del 2009-2010-2011 a casa di sua sorella
    dacchè è lei l' intestataria.
    E saranno ovviamente da pagare per legge.

    Per il bollo che gli è arrivato,
    se può economicamente le conviene pagarlo.
    Per i successivi che ancora devono arrivare
    può regolarizzare i pagamenti anche oggi,
    o aspettare quando e se arriveranno le richieste di pagamento nei prossimi anni,
    che ovviamente saranno comprensivi di mora
    e costi aggiuntivi per il tempo trascorso dal tempo utile per pagarlo.

    Salutoni
    Daniele

    RispondiElimina
  154. SALVE DANIELE,
    FORSE LEI MI PUO' AIUTARE, STO' ACQUISTANDO UN AUTO NUOVA E SULLA VECCHIA AUTOVETTURA NON HO MAI PAGATO IL BOLLO, DA 8 ANNI CIRCA.
    ORA INIZIERO' A PAGARE QA QUEST'ANNO IL BOLLO DELLA NUOVA, PER QUANTO RIGUARDA LA VECCHIA AUTO PER CERCARE DI FARLA FRANCA (PER INTENDERCI) MI CONVIENE ROTTAMARLA O VENDERLA??
    IN ATTESA DI UNA SUA RISPOSTA LA RINGRAZIO VIVAMENTE...DOVREBBERO ESSERCI PIU' PERSONE COME LEI.
    BUONASERA.

    RispondiElimina
  155. Buondì a lei!
    Innanzitutto sono io a ringraziarla di ricorrere a me
    come una cara spugnetta da doccia ahahahaha
    è utile essere utile!

    Veniamo alla sua interessante questione.
    Il punto è che la tassa bollo auto ( e in genere qualsiasi
    tassa dello Stato
    ) è per così dire incollata a nome e cognome dell' intestatario.
    I pagamenti e le evasioni sono sempre e rimarrano sempre
    sulle spalle dell' intestatario del bene o del servizio.

    Con la tua auto in 8 anni non hai mai pagato il bollo:
    la tassa non è riferita solo al veicolo, ma è riferita
    anche e soprattutto a te
    .
    Quindi l'auto può essere rubata, incendiata, venduta,
    rapita dagli alieni
    ( e ci pagassero anche il bollo magari! )
    ma la tassa di quel periodo toccava pagarla a te,
    e non l'hai pagata.
    Lo Stato da oggi nei prossimi anni verrà sempre e solo
    a cercarla da te.
    Bello vero? O_o

    Se proprio vuoi sfuggire dalle richieste di pagamento, dovresti evitare le lettere/raccomandate,
    o cambiare spesso casa ( se sei in affitto ),
    o dimostrare di non avere nulla da pignorare
    ( per evasioni sotto i 5.000 euro vi è pignoramento
    mobili/veicoli
    mentre dai 5.000 euro in su pignoramenti immobiliari ).

    Certo, chi ha una casa di proprietà ed un debito un bel pò alto,
    deve cercare di andare incontro ad Equitalia.
    Se proprio non si può sfuggire, si può rateizzare i pagamenti
    ( vedi tra i link di questo post ).

    E pensa che c'è chi anche in 15 anni di bollo non pagato
    non abbia mai ricevuto alcuna richiesta di pagamento!

    Incredibile no?
    O_o

    Ciaooo e in bocca al lupo con la prossima auto!

    RispondiElimina
  156. salve l'anno scorso ho dimenticato di pagare il bollo auto , quali sono le sanzioni ,? posso pagarlo insieme a quello di quest'anno?

    RispondiElimina
  157. Salve Piter!

    Certo che può pagarlo quest'anno!
    Se regolarizza la tassa entro un anno
    dalla scadenza della stessa,con la mora aggiuntiva
    pagherà circa 3,75% di interessi.
    Pochi euro quindi.

    Se regolarizza il bollo dopo che è scaduto
    da più di un anno
    , gli interessi già volano
    sul 30%.
    Quindi se il bollo scadeva a Marzo 2010,
    le invito come consiglio caloroso e spassionato
    di pagarlo entro Aprile di quest'anno.
    Sennò si pagherà un bel pò di più.

    Salutoni
    Daniele

    RispondiElimina
  158. Salve, avevo letto di recente da qualche parte, che la soglia di debito per l'iscrizione di una ipoteca o fermo amministrativo, da 5.000 era salita ad 8.000 euro (2008 mi pare).

    In risalto a ciò Equitalia persevera nell'iscriver ipoteche, non solo, a sequestrare e porre all'asta immobili per debiti irrisori.

    Vorrei far presente che, in simil caso, ipoteca alla mano per debito inferiore al limite minimo è possibile fare ricorso dal giudice di pace per far revocare ed annullare l'intera procedura.
    Altresì è possibile operare similmente se nelle cartelle ipotecarie manca la firma di colui che in sede ad Equitalia, procede con tutta la storia. (Legge sulla trasparenza).

    RispondiElimina
  159. Volevo aggiunger anche questo simpatico articolo:
    http://www.stampalibera.com/?p=39186

    RispondiElimina
  160. Ebbravo Simone!
    Ecco il vero spirito del blog:
    la collaborazione e condivisione di informazioni.

    Hai ragione, infatti i giudici,
    con la sentenza n. 4077 del 22 febbraio 2010
    hanno stabilito che
    sono illegittime le ipoteche iscritte sui beni immobili
    se il debito reclamato è inferiore agli 8.000 euro
    e se non se ne dà preavviso al contribuente

    ( vedi link alla notizia ).

    Spesso Equitalia ipoteca immobili anche
    con cifre irrisorie. Se controllate però
    le ipoteche non ci sono.
    Sono solo metodi intimidatori per impaurire
    gli evasori della tassa in questione.
    Nel caso veramente ipotecassero un immobile,
    ben dici che si può ricorrere al giudice di pace
    o un avvocato che sia per annullare la procedura.

    Ci sono stati casi pensa che avevano ipotecato
    immobili che erano in comproprietà o addirittura
    ceduti ad altre persone.

    Come dice il proverbio
    "Equitalia che abbaia, spesso non morde"

    P.S.:
    bell'articolo!
    Una sentenza davvero storica.
    Tutto sta nel giudice e negli avvocati.
    Di solito vince sempre Equitalia!

    RispondiElimina
  161. Salve,
    vedo che sulla tabella delle prescrizioni alla voce 'Dichiarazioni dei redditi' viengono dati 5 anni a decorrere 'Dall'anno successivo a quello di dichiarazione'. Io però sapevo che i 5 anni decorrevano dall'anno al quale la dichiarazione si riferisce. Ovvero: nel 2006 faccio la dichiarazione relativa al 2005 e quindi la prescrizione sarebbe il 31 dicembre 2010; secondo la tabella cadrebbe invece il 31 dicembre 2011. Vorrei chiarire questo dubbio. La fonte che ho trovato è questa:

    http://www.studiobottero.it/f_prescrizione.asp


    G.M.

    RispondiElimina
  162. Salve G.M.
    innazitutto grazie del suo contributo!

    dal sito che ha trovato lei
    ( che vedendo la data è aggiornato )
    dice

    "L'art. 43 del DPR 600/73 stabilisce che,
    per le imposte sui redditi, l'avviso deve essere
    notificato entro il 31.12 del quarto anno successivo
    a quello in cui è stata presentata la dichiarazione,
    o quinto anno successivo in ipotesi di omessa dichiarazione. Analoga disposizione è contenuta nell'art. 57 del DPR 633/72, con riferimento all'IVA. "


    In quest'altra fonte leggiamo

    "Ai sensi dell'articolo 43 del Dpr n. 600/1973,
    come modificato dal Dlgs 9/7/1997, n. 241,
    gli avvisi di accertamento, ai fini reddituali,
    devono essere notificati, a pena di decadenza,
    entro il 31 dicembre del quarto anno successivo
    a quello in cui è stata presentata la dichiarazione
    (disposizione così modificata dall'articolo
    15 del Dlgs n. 241/97;
    in precedenza, la notifica poteva essere
    effettuata entro il 31 dicembre del quinto anno successivo)."


    Invece questa fonte mi sembra più interessante..

    RispondiElimina
  163. ...grazie mille per la risposta.. ora ultima domanda, 150 euro l'anno e' quello che avrei dovuto pagare, mai pagato per 8 o 10 anni...facciamo dieci va', tra PRESCRIZIONE INTERESSI E PUNIZIONI a quanto dovrei arrivare secondo te???non mi e' mai arrivata nessuna raccomandata o lettera!
    grazie di nuovo vi terro' aggiornati su quello che succede ad un pentito,buona giornata!

    RispondiElimina
  164. Prego!

    Le cerco di fare un rapido calcolo su per giù
    perchè penso non abbia voglia di consultare
    questo link sul sito dell' Agenzia delle Entrate
    che permette di calcolare l' importo
    ( perchè non si sa mai che l' Agenzia delle Entrate
    prenda i dati e faccia ulteriori controlli! ).

    Bollo scaduto oltre l'anno,
    abbiamo 30% di interessi.
    Calcoliamo il 30% di 150 euro
    (30/100)*150 = 45 euro
    sommiamo gli interessi aggiuntivi
    che sono circa 1-2% a semestre
    teniamoci larghi 2% per due,
    abbiamo 4% annui
    calcoliamo il 4% su 150
    (4/100)*150 = 6 euro

    150 + 45 + 6 = 201 euro annui
    201 * 9 ( se sono dieci anni,
    per l' ultimo bollo non vale
    visto che se il bollo scade ad esempio
    a Dicembre 2011, lei può pagarlo entro
    Dicembre 2012 con l'aggiunta di circa
    0,2% per ogni giorno di ritardo )
    = 1809 euro.

    Le consiglio comunque di consultare
    un ufficio delle Agenzie delle Entrate perchè,
    come ho riportato nell'articolo linkato anche sotto,

    "Alcune Regioni applicano una sanzione ridotta
    anche per i pagamenti effettuati oltre l'anno,
    a condizione che il contribuente non sia stato raggiunto
    da avvisi bonari o da avvisi di accertamento
    da parte della Regione.


    Al link sotto ho riportato i dati relativi
    ad alcune regioni.

    Se come dice non ha mai ricevuto avvisi di pagamento
    o lettere di accertamento, ed appartiene ad una di queste regioni penso proprio che si possa togliere qualche
    mora aggiuntiva..

    Fonte dati
    Bollo Auto: a quanto ammontano gli interessi
    e mora per il ritardo di pagamento?


    Spero di esserle stato utile.
    Le auguro un buon pranzo ma soprattutto
    un in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  165. ma se mi rubano la moto con tutti i bolli dentro? caso strano ma vero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh in quel caso...
      sai che ti risponderebbe lo Stato?
      " ' zzi tua!" O__O

      Perchè loro senza ricevuta non hanno la prova
      che tu abbia pagato
      veramente la tassa.
      Ecco perchè bisogna portare in auto o moto
      le fotocopie dei bolli.
      Gli originali a casa.
      Certo, può succere un danno alla casa,
      un' alluvione, terremoto,
      ma in quei casi penso che bisogna
      tutelare i danneggiati.

      Elimina
  166. buon giorno, le spiego la mia situazione.
    ho acquistato un veicolo usato da un rivenditore, dal certificato
    di proprieta risulta che sono possessore da dicembre 2011 e l'atto di vendita è stato fatto nel 2008. Ora mi trovo in difficoltà perche non so a decorrere da quale data pagare la tassa.Puo darmi qualche cosiglio anche perchè dovrebbe scattare la prescrizione del 2008.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!
      Beh a quanto dice la legge,
      un'auto appartiene ad una persona
      dalla data di intestazione del veicolo.
      Se prima di tale data lei non aveva veicoli intestati,
      è come se fosse senz'auto!

      Anche a lei è arrivato un bollo del 2008?

      Elimina
  167. io sono proprietario di altri veicoli con tutti i pagamenti regolarmente effettuati, il problema mi si è presentato con quest'ultimo a causa di inadempienze da parte del rivenditore che mi hanno irritato notevolmente. non ho afferrato cosa intende per data di intestazione del veicolo, e da quale data pagare, potrebbe per favore essere più chiaro? ad oggi non è arrivato assolutamente nulla riguardo il 2008. Grazie ancora per la sua disponibiltà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque lei ha scritto
      "..dal certificato
      di proprieta risulta che sono
      possessore da dicembre 2011
      e l'atto di vendita è stato fatto nel 2008"


      Il bollo auto è una tassa sul possesso del veicolo.
      Quindi deve pagarla colui che ha l'intestazione dello stesso.
      Se come ha detto risulta possessore
      ( quindi il veicolo è risultato intestato a lei )
      dal 2011, ai registri risulterà che
      da tale data lei ha quel veicolo intestato.
      Prima di allora non lo aveva!

      Anche se una cosa del genere è strana,
      ma se da ciò che le ha combinato il rivenditore risultà come ha scritto, lei prima del 2011
      risulta che quel veicolo non era intestato a lei.
      Giusto?
      ( ci ho azzeccato si? )

      Elimina
    2. Comunque un ultima cosa,
      per levare ogni dubbio può andare
      a chiedere info all' ACI o all' Agenzia delle Entrate.
      Chiede di verificare a che data risulta
      l'intestazione del veicolo.
      Ovviamente non dice che l'ha acquistato nel 2008.
      Non si sa mai vogliano poi farle pagare ciò che non deve pagare!

      Elimina
    3. ho capito, faro cosi, grazie ancora.

      Elimina
  168. buongiorno sign.Danile
    non ho pagato un bollo del 2003,nel 2005 mi e' arrivato un avviso a casa che ho firmato chiedendomi il pagamento del bollo in questione!! andai alla regione per spiegazioni e mi dissero che mi sarebbe arrivata la cartella esattoriale,bene mi e' arrivata il 4 gennaio 2012 da una societa' SO.G.E.T. SPA intimndomi di pagare entro 30 giorni altrimentici sarebbe un fermo forzato del mezzo!!
    chiedo gentilmente se posso strappare tutto e far finta di nulla..opp devo mettere un avvocato per fare ricorso? la somma dovuta e' di 200 euro circa!! grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì anche a lei!

      Intanto se veramente dal 2005
      non le è arrivato più nulla,
      la richiesta di dovere la suddetta tassa
      è per legge impropria.
      Sono passati più di sei anni!

      Premettendo che sia la So.G.E.T. sia Equitalia
      ipotecano immobili o fanno fermi dei mezzi
      anche se in molti casi per legge non possono assolutamente farlo, nel suo caso
      mi sembra veramente che il fermo va contro la legge.

      Può
      - pagare i 200 euro ( se ha del denaro
      e non vuole rischiare )
      - strappare tutto a suo rischio e pericolo
      ( ripeto per legge quella tassa non possono
      chiedervela più ), dove può anche accadere
      che non vi facciano alcun fermo
      - fare immediatamente ricorso cercando di dimostrare che tale tassa non possono
      richiederla

      Nel caso decida di rischiare, e quindi strappare tutto
      ( semmai non paghi ma conservi le carte ricevute )
      personalmente penso non attuino il fermo.
      Se lo fanno son bastardi!
      Ho visto casi di gente che si è vista arrivare
      lettere di Equitalia dove pignoravano immobili,
      ma alla fine non avevano pignorato niente perchè
      le cifre da pagare erano al di sotto dei 500 euro!

      Capisce che il mezzo è il suo, io cerco solo di consigliare il vostro bene, anche se quando
      abbiamo la legge a nostro favore, bisogna impugnarla
      e usarla come nostra spada!

      In bocca al lupo!

      Elimina
  169. innanzi tutto grazie della sua gentile disponibilita' signore...
    per impugnare cosa devo fare di preciso?visto che un avv. mi ha detto di pagare,io intendo muovermi da solo senza grosse spese...sono disoccupato ed il mio reddito dello scorso anno e' di poco piu' di 4000 euro lordi...grazie ancora

    RispondiElimina
  170. dimentico una cosa sulla lettere mi hanno scritto un numero per maggiori informazioni...ma e' 199 come tutti sanno il costo e' di 2.50 euro centesimi al minuto...mica sono un onassis ^_^
    secondo me dietro tutto questo c'e' una truffa...e vorrei sapere se continuano a mandarmi lettere se li posso denunciare alle autorita' per stolking! grazie ancora...sono della provincia dell'Aquila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      Diamoci anche del tu altrimenti
      mi fai sentire più vecchio di quello che sono già!
      ahahahaha

      Beh innanzitutto l'avvocato che ha consultato
      ha pensato ovviamente ai suoi ( non tuoi ma di lui ) interessi.
      Per 200 euro non vale la pena perder tempo.
      E ti ha detto di pagare per non avere rogne.
      Io considero questi NON avvocati,
      ma gente che fa il suo lavoro solo per denaro.
      Poi non so se vi ha detto altro, ma fossi stato
      l'avvocato avrei almeno dato qualche informazione in più.

      Per quanto riguarda il tuo caso beh,
      posso solo dirti che se fosse capitato a me
      non avrei pagato
      .
      E avrei aspettato per vedere cosa sarebbe accaduto.
      Se mi avessero successivamente messo l'auto
      in stato di fermo
      ,
      avrei proceduto col giudice di pace,
      o direttamente ( come sicuramente avrei fatto )
      inviando io stesso una raccomandata
      citando gli articoli inerenti la prescrizione
      per dimostrare che loro non possono chiedermi
      oggi, Gennaio 2012, tale cifra.

      Qui c'è un mio articolo
      inerente la prescrizione con gli articoli
      e soprattutto i tipi di prescrizione:
      estintiva o presuntiva.
      Come ho già scritto ad un altro amico qui,
      bisogna capire se le richieste
      di pagamento del bollo
      da parte di Equitalia o comunque
      gli organi competenti delegati a riscuotere
      questa tassa, siano del tipo
      presuntive o estintive
      ( se leggi l'articolo capirai perchè voglio capirlo ).

      Ora tocca a te procedere!
      P.S.:
      spesso dietro non è che ci sia una truffa,
      ma è l'organo competente che invia richieste
      di tasse non paagate nonostante dopo
      anni non possa farlo.
      Se il non pagamento della tassa
      porta a nessun evento dannoso per
      il contribuente evasore,
      significa che loro non possono agire
      in nessun modo.
      In pratica accade che inviano le cosidette
      "cartelle pazze" intimando di pagare.
      Se paghi, loro riscuotono.
      Se non paghi, non accade nulla.
      Perchè spesso non devi la tassa.

      Elimina
  171. visto l'art.52 comma 6 del Dlgs n 446 del 15/12/1997
    visto l'art 2 commi 1 e 2 del R.D. n 639 deel14/04/1910
    vista la legge 22 novembre 2002 n 265
    visto l'art. 229 dle D.lgs. n 51 19/02/1998
    ingiunge il pagamento di euro 198.84.....
    Daniele allora spedisco una raccomandata e cosa devo scrivere? grazie mille della tua disponibilita'....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso fare anche il commercialista ora!
      ahahahahah

      Beh dovrebbe scrivere na roba del tipo

      Io sottoscritto
      nome cognome COD FISC etc..
      relativo alla lettera ricevuta in data GG/MM/AAAA
      che mi intima il pagamento di bla bla...


      Poi ci metti gli articoli relativi la prescrizione
      e poi na cosa del tipo
      chiedo (scritto a centro pagina in neretto)

      la cancellazione dell'iscrizione agli atti della suddetta tassa a mio carico dacchè per legge la richiesta di pagamento sopracitata non sussiste
      dacchè caduta in prescrizione in data GG/MM/AAAA


      Comunque dopo che la scrivi ti consiglio di trovare un avvocato o un'altro esperto serio per avere ulteriori consigli.
      Io purtroppo non sono laureato in legge,
      dispenso consigli informandomi il più possibile.
      Ci sarà qualcuno di coscienza che aiuti i cittadini che non sanno come muoversi con le leggi no?

      Un salutone gigante circolare!
      Daniele

      Elimina
  172. Salve Daniele
    L'altro giorno ho trovato nella casela postale una letera verde con scritto sopre 'comunicazione di avvenuto diposito' dentro era scritto che entro 60giorni devo ritirare una recomandata contenente atti giudiziari provenente dalla regione... sono quasi sicuro che se trata di bollo auto non pagato per anno 2006...
    Io non ho firmato niente, pero mi preoccupa un po 'comunicazione di avvenuto diposito', mi po informarmi a riguardo di 'avvenuto diposito'..., cosa mi consiglia di fare...
    Grazie.
    Michele.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Michele!

      Se si tratta veramente di un bollo del 2006,
      dovrebbe non essere più richiedibile
      perchè prescritto.
      Ovviamente lei non sa di cosa si tratta
      ( potrebbe trattarsi anche di qualcos'altro
      forse di maggior rilevanza rispetto
      ad un bollo auto ).

      Di norma se non viene presa la raccomandata,
      questi la rispediscono di nuovo.
      Il fatto che abbiano lasciato la cartolina
      non vuol dire che lei è a conoscenza
      del deposito della stessa ( perchè lei
      può anche essere al momento non a casa ).
      Solo che se vi arriva un' altra volta e lei
      è presente, dovrà obbligatoriamente prenderla,
      perchè se deciderà di rifiutarla,
      il postino scriverà ovviamente sul foglio
      del vostro rifiuto, e lì saran problemi.

      Ovviamente non è che posso consigliarle
      di non prenderla, perchè dipende dal tipo
      di raccomandata, a cosa si riferisce,
      perchè non ritirarla potrebbe anche esser
      intesa come un rifiuto.

      Elimina
  173. Gentilissimo,
    Equitalia mi ha beccato!!!
    Mi ha mandato una raccomandata chiedendomi il pagamento della tassa di circolazione dell'anno 2005 di un auto, una peugeot, che ho rottamato l'anno a cui si riferisce il bollo. ho fatto molti traslochi da allora e adesso vivo in lombardia , ho una nuova auto e sono convinto di aver pagato 4 mesi di tassa anno 2005 alla reg lombardia ....
    Equitalia mi infastidisce e non poco , ma se è vero che è caduta in prescrizione , perchè mi scrive chiedendomi 305,14 euro?
    Che cosa devo fare!!! ... devo rivolgermi direttamente a loro o ignorare la comunicazione?
    Ringrazio anticipatamente. Dino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Dino!

      Sulla lettera ovviamente vi chiedono il bollo
      per tutto il 2005 vero?
      Mica vi chiedono solo 4 mesi.
      Equitalia mica si disturba a controllare se quell'auto ce l'avete ancora oppure no.

      Intanto può fare una cosa.
      Vada alla sede ACI più vicina
      ( per trovarla basta che va sul sito Aci
      e trova nel menu laterale come cercare la sede
      nella vostra zona
      )
      e chiede ( ce provi ) di verificare lo stato dei pagamenti del bollo relativa alla vostra auto.

      La cosa che sicuramente potranno fare
      è il calcolo della tassa per quei 4 mesi
      ( per verificare l'esatta cifra ).
      Se ha tutti i documenti ed ha fatto tutto in regola per quanto riguarda la rottamazione,
      al 100% quella richiesta di 305,14 euro
      non dovrà pagarla
      ( perchè presumo al 99% che Equitalia vi chieda il bollo non dei primi 4 mesi del 2005, ma di tutto il 2005 ).

      Se l' ACI purtroppo non può reperire
      il vostro pagamento dei 4 mesi,
      penso vi toccherà ripagarla.
      Sennò, se è fortunato, potrà fotocopiare
      il tutto e spedire ad Equitalia
      mostrando l' illegittimità
      a chiederle la suddetta tassa.

      P.S.:
      in web molti dicono che l'ACI non può farlo,
      poi leggo sul sito che invece hanno tutto registrato.
      Provi ad andarci e speriamo bene!

      In bocca al lupo!

      Elimina
  174. Anche a me Equitalia mi ha richiesto il pagamento della tassa di circolazione dell'anno 2005 di una auto che ora non ho più. Vivevo allora in Sicilia mentre ora da un po in lombardia. se è vero che essendo passati oltre 4 anni il pagamento è caduto in prescrizione quale è la prassi per chiedere la cancellazione del debito? Ad equitalia devo comunicare qualcosa?
    Grazie Edo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Edo!

      Equitalia penso non controlli
      se un'auto sia stata rottamata o sia ancora del proprietario
      originario.
      Molti hanno ricevuto richieste di mancato pagamento bolli relative ad anni in cui la loro auto
      era ormai un ricordo.
      Chiamiamola "tentativo di estorcere legalmente denaro approfittando della sbadataggine/paura del cittadino"

      Non ho capito se nel 2005 lei aveva ancora quell'auto(?).
      Se non l'aveva, basta che invia la fotocopia
      dei documenti che attestano che l'auto non era più di sua proprietà ed è apposto!
      Se invece nel 2005 l'auto era ancora in suo possesso,
      allora deve verificare se aveva pagato il bollo,
      anche se resta il fatto che dovrebbe essere ampiamente caduta in prescrizione
      ( sono 6 anni pieni acciderboli! ).

      Elimina
  175. ciao sono salvo e scrivo dal belgio ho anchio un grosso problema di bollo ,12 anni fa ho immigrato in belgio con la mia auto é presto lo reimatricolata qui .pero ho commesso un errore di non communicare all aci di agrigento la radiazzione della mia targa adesso dopo tanti anni si sono svegliati e mi hanno mandato una cartella per il pagamento del bollo per 2003 io sono un poco frastornato di tutto questo non so neanche cosa devo fare? il consolato mi dice che devo assolutamento andare in italia per risolvere il problema !! avresti un consiglio da darmi grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Salvo!

      Beh intanto il tuo nome porta bene
      perchè in questa situazione sei
      ampiamente salvo!
      Hai fatto le cose in regola,
      si è trattato solo di una dimenticanza.

      Allora, fai delle fotocopie a tutti i documenti dell'auto che hai fatto lì in Belgio:
      come il foglio dell' immatricolazione
      o qualsiasi altro che attesti il momento in cui
      la tua auto è stata registrata in Belgio
      .
      Li avrai sicuramente conservati,
      ma anche se non li hai, basta che vai
      agli uffici competenti lì da te, e troveranno
      tutti i dati relativi alla tua auto.

      Dopodichè spedisci tutte le fotocopie dei documenti
      a coloro che ti hanno inviato la lettera
      ( l'agente di riscossione incaricato a riscuotere la tassa ).
      Dovresti anche già che ci sei,
      inviarli, scrivendo una lettera dove
      chiedi di cancellare i dati relativi alla tua auto
      dacchè non è più in Italia,
      anche all' Agenzia delle Entrate.
      Così almeno in futuro non arriveranno altre lettere per errore.

      Questo è il numero di telefono
      all' Agenzia delle Entrate
      per chi chiama dall' estero
      003906-96668933
      ( pagherai come una normale telefonata
      verso un fisso in Italia )
      così spieghi la situazione, a che mail esatta o indirizzo fisico devi inviare i fogli,
      e anche quali fogli inviare.

      Un salutone a te e al Belgio!

      Elimina
  176. EHi Daniele, buonasera...
    ho letto gli ultrimi tre commenti al suo post in cui i blogger mettono in evidenza " la richiesta dell'equitalia " relativamente alle tasse per gli anni 2005 e 2006 .
    Visto che mi sembra un esperto, le chiedo conferma relativamente al termine di prescrizione bollo auto: l’accertamento del mancato pagamento bollo auto è possibile entro la fine del terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento .
    Ne consegue quindi l'illeggittimità della richiesta di equitalia agli amici Michele , Dino ed Edo.
    Volevo chiederLe ancora se conosceva le modalità di intervento alla interruzione di richiesta-martellamento degli uffici di cui sopra.

    Gennaro da Mapoli. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve a lei Gennaro!

      In effetti è così.
      Come ho scritto a molti,
      la prescrizione si calcola proprio in quel modo.
      Sono quindi 4 anni perchè l'anno di competenza
      sarebbe l'anno successivo alla scadenza del bollo
      ( dopo il quale gli interessi passano dal 3,75% al 30% ).

      Anche se sottolineo che ancora non si è capito
      se la prescrizione della tassa automobilistica
      è di tipo presuntiva o estintiva.
      Come si può leggere da quest'altro articolo con la prescrizione presuntiva
      ( a quella che a mio parere fa parte il bollo auto )
      il debito non si estingue ma, appunto,
      si presume
      che sia stato estinto col pagamento
      da parte del debitore.
      Quindi, se l'ente suddetto riesce a dimostrare
      che la tassa non è stata ancora pagata,
      l'evasore deve obbligatoriamente pagarla
      .

      Mi chiede come scrollarsi di dosso Equitalia?!
      Ehehe, proprio negli ultimi mesi lo Stato ha intensificato i controlli, e infatti nel 2011
      hanno inviato richieste di pagamento per i bolli del 2008
      ( forse perchè sanno che quelli precedentemente sono prescritti? )

      Alcuni dei modi usati dai cittadini sono:
      - Il pagamento, regolarizzazione dei bolli non pagati
      - L' evitare di prendere raccomandate
      - Cambio domicilio o intestazione dei beni materiali
      ( coloro che hanno debiti sulle migliaia di euro )

      Da ricordare che alcune leggi su queste tasse
      vanno a favore di chi, di sua spontanea volontà prima che viene beccato da Equitalia, va a regolarizzare
      i pagamenti non corrisposti.
      Ci sono sconti sostanziosi sulle more.
      Lo Stato è come se ti dicesse
      "Io non ti ho ancora beccato, ma se tu ti fai avanti e paghi, io per legge di sconto le more che dovresti pagare".
      E devo dire che per chi ha debiti molto alti,
      è molto utile.

      Salutoni a Napoli!!
      Ciao Gennà!

      Elimina
  177. Chiedo scusa per il disturbo ma sono in totale stato confusionale e molto intimorito. Vi spiego il mio problema: nel 2000 mi fu rubata la mia autovettura e ovviamente questo diede luogo ad una immediata denuncia ai carabinieri. La cosa che pero' non feci (meta culpa) fu di dichiarare la perdita di possesso dell'autoveicolo. Ora nel mese di gennaio a seguiito trasferimento in altra regione da circa 6 mesi mi e' giunta la tassa di circolazione della suddetta autovettura per l'anno 2012. Che devo fare? La mia paura e ' che possa arrivarmi a breve una cartella esattoriale per tutti i bolli non pagati dal 2000. Vi prego aiutatemi a capirci qualcosa e cosa fare eventualmente. Grazie anticipato a chi potra' aiutarmi. Bru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bru!

      Dunque per la denuncia son sicuro che se vai
      dai carabinieri
      loro avranno certamente
      la copia conservata e/o anche i dati della denuncia registrata sui database dei computer.
      Le denunce vengono sempre conservate.

      Per la comunicazione di perdita possesso dell'auto
      ho trovato sul sito Aci di Verona i dettagli su che moduli presentare al P.R.A., Pubblico Registro Automobilistico.

      Ti consiglio di visitare il sito molto chiaro
      del P.R.A. dove vi è il Numero Verde
      e persino una chat 7 giorni su 7 dove comunicare con gli operatori.

      Son sicuro che puoi comunicarlo tranquillamente anche ora.
      Dopo che registreranno il tutto,
      potrai inviare la fotocopia dei fogli che ti daranno dopo,
      all' ente che ti ha inviato la richiesta di pagamento per l'anno 2012.
      E nel caso in futuro arriveranno altre richieste,
      gli manderai sempre la copia dei fogli che attestano il non possesso del veicolo per il suddetto periodo.

      Visto? La soluzione si trova!
      Non preoccuparti. Finchè si è nel giusto,
      la soluzione c'è sempre.

      Un salutone e un in bocca al lupo

      Elimina
  178. Ho dimenticato un altro aspetto importante. A 12 anni circa dalla denuncia fatta ai CC purtroppo non riesco a trovare copia......che casino....

    RispondiElimina
  179. Mitico Daniele!!!,! Sei un grande!! Se passi da Treviso fammelo sapere! Cena pagata!!!! Faro' come mi consigli!! Grazie mille!!,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah caschi bene!
      Mangio poco quindi risparmi pure!

      Tiecci aggiornato sugli sviluppi!

      Elimina
  180. Buonasera, mi chiamo Raffaele e volevo sottoporLa una questione.
    Il 4 gennaio 2012 sono andato a ritirare all'Equitalia una cartella esattoriale relativa a bolli non pagati rispettivamente del 2005 e del 2006. I bolli sono di una mia automobile rottamata nel 2007.
    Siccome le multe sono relative a periodi superiori a 5 anni, dovrebbero andare in prescrizione.
    Sulla cartella esattoriale però c'è scritto che queste due multe (le hanno unificate in un unico importo) mi sono state notificate nel 2008.
    Ora, io sono sicuro che invece queste notifiche non mi siano mai state fatte. Può essere che l'Equitalia, resasi conto che le multe erano andate in prescrizione, si è inventata questa notifica per spezzare, diciamo così, i tempi della prescrizione?
    Come faccio a dimostrare che non ho mai ricevuto tali notifiche?

    Grazie per l'eventuale risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei Raffaele!

      Effettivamente dal 2006 ad oggi sono stati ampiamente superati i 4 anni.
      E quindi, rifacendosi all' articolo della legge relativa
      alla prescrizione loro non potrebbero chiederti la suddetta tassa.

      Veniamo alla notifica.. eheh..
      Vuoi la prova certa che ti è stata notificata la lettera?
      La cosa che forse potresti fare è sentire
      l' ufficio postale.
      Quando ricevi una raccomandata
      ( perchè di raccomandata si tratta ),
      ovviamente la firmi no?
      E il tutto viene riportato alle poste dove ovviamente viene registrata la consegna effettuata.
      Se loro non dispongono dei dati,
      neanche sui computer,
      oppure se la notifica è stata consegnata
      senza far uso delle poste

      ( viene un funzionario di Equitalia a casa
      a consegnare direttamente la letterina
      )
      allora dovresti di nuovo andare a Equitalia e farti mostrare la ricevuta di ritorno della raccomandata
      ( prova certa del successo della consegna della notifica - se sono ricordi alle Poste Italiane )
      oppure qualche foglio dove ci sia la tua firma
      che attesti la ricezione della lettera nel 2008.

      Avrai così, nel caso non dispongono delle prove, la sicurezza che non hanno consegnato la notifica di mancato pagamento nel 2008.

      Buona fortuna e buona ricerca!
      Ciaoo

      Elimina
    2. grazie mille Daniele, allora provo prima alle poste e in assenza di dati lunedi vado all'Equitalia. Il mio timore è che loro si possono anche rifiutare di mostrarmi qualche documento. Speriamo bene.
      Grazie ancora

      Elimina
    3. Beh tu vai diretto
      "Voglio vedere il foglio che attesta
      che in data GG/MM/2008 io sottoscritto
      ho ricevuto questa cartella da Equitalia!"
      E ricorda loro che potresti far ricorso al giudice
      se dicono il falso senza avere documenti cartacei sottomano.

      Sperando ovviamente che sia così, e non che
      forse te l'abbiano consegnata e non l'abbia ritirata direttamente tu a casa tua?!
      O_o

      dai speriamo che ci siano,
      così sarà un'altra vittoria per
      i cittadini che combattono contro Equitalia!

      Elimina
  181. ops...sottoporLe, mi scusi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohu mi potete dare anche del "tu" eh!
      O del tu, o del lui..
      lei è un lui.. lui è una lei... MRS Doubtfire!!!
      O__O

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro,
cliccate su "inviami notifiche"
I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
l' iscrizione ( ovviamente ) è gratuita.

Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...