Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

venerdì 27 febbraio 2009

Come prevenire i tumori più comuni al mondo




Migliorare lo stile di vita e la dieta aiuterebbe a ridurre
addirittura del 40% il numero di tumori al seno e all’intestino.
È la stima fatta dal World Cancer Research Fund britannico e
resa nota nei giorni scorsi dalla BBC.
Ventitre esperti hanno redatto questo rapporto nel quale si fa
chiaro riferimento non soltanto all’incidenza attuale del cancro nel mondo,
ma anche a possibili azioni per contenere il fenomeno.
Globalmente ogni anno milioni di persone si ammalano di forme tumorali
assolutamente prevedibili e quindi evitabili.

I ricercatori hanno denunciato la carenza di autentiche
“politiche per una pulizia delle vite”:
smettere di fumare, mangiare meglio, essere più attivi
e in generale promuovere nella vita dei cittadini di tutto il mondo
semplici cambiamenti nella loro giornata-tipo
permetterebbe di evitare ben un terzo dei dodici tipi
di tumore più comuni nei Paesi industrializzati
e un terzo di quelli che colpiscono nelle aree più povere.
L’ impatto del fumo, ad esempio, è davvero impressionante,
da solo è responsabile di un terzo di tutti i casi
di cancro al mondo.

Il rapporto sottolinea che strategie preventive che incidano
sullo stile di vita sembrano essere davvero indispensabili:
Martin Wieseman, direttore del progetto, ad esempio sottolinea che
nei prossimi anni l’incidenza del tumore è destinata a salire
proprio a causa di stili di vita poco salutari e alla diffusione
di vizi e abitudini scorrette; la popolazione sta invecchiando progressivamente,
aumentano gli obesi e i sedentari, così come si diffondono sempre di più stili
alimentari a base di bevande ipercaloriche e cibi grassi e
questo mix si rivelerà micidiale
sulla qualità della salute pubblica mondiale”.

Eppure, sottolinea lo studioso, non è una realtà inevitabile.
Tanto che il team dei 23 esperti ha redatto un vero e proprio
vademecum, destinato non solo ai cittadini
ma anche ai governi, per indicare quali sono i
comportamenti migliori da adottare per evitare
il maggior numero possibile di casi di tumore.

Promuovere, ad esempio, la passeggiata o l’uso della bicicletta
per andare a lavorare o a scuola, fare attenzione a
leggere le etichette
degli alimenti che si acquistano
al supermercato per scegliere quelli a minor contenuto
di zuccheri e grassi, provare in tutti i modi
a smettere di fumare e molte altre sono le 48 raccomandazioni
contenute in questo interessante volumetto.

fonte
news.paginemediche.it

giovedì 26 febbraio 2009

Bonus Elettricità: un' altro falso aiuto alle famiglie




"Dopo la social card arriva il bonus elettricità a sostegno delle famiglie numerose o in difficoltà economiche. Lo ha annunciato il ministro Scajola. Lo sconto sulle bollette interesserà circa 5 milioni di famiglie e sarà compreso tra i 60 e i 150 euro l'anno"

Ecco un' altro aiuto che il governo offre alle famiglie,
un altro bonus ( come se ce ne fosse bisogno di un altro )
pronto ad alleviare i dolori economici delle tantissime
famiglie italiane che non arrivano alla fine del mese.

Secondo voi almeno questo bonus sarà davvero un aiuto per le famiglie?

Pignolo ( e curioso ) come sono, ho voluto approfondire il tutto
fino nei minimi dettagli.

Sul sito dell' Autorità per l' Energia
viene spiegato cos'è questo bonus:

"Il cosiddetto “bonus elettrico” (ovvero il regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica’) è uno strumento introdotto dal Governo con
l’obiettivo di sostenere
le famiglie in condizione
di disagio economico,
garantendo loro un risparmio
sulla spesa annua per energia elettrica.
Il bonus è previsto anche per i casi di disagio fisico, cioè per i casi di grave malattia che imponga l’uso
di apparecchiature
elettromedicali indispensabili
per il mantenimento in vita.
"

Salta all' occhio quel "sostenuta dai clienti domestici"
che sottolinea come solo le famiglie, e non proprietari
di negozi o aziende possano usufruirne.
Ma vediamo la parte più interessante, quella dove spiega
chi ne può usufruire, ovvero i "ranghi" entro cui stare
per poter ricere il sostegno economico, e poi vedremo anche
a quanto ammonta in base alle categorie.

Intanto la notizia del bonus l' ho trovata su TgCom ed è datata
"26/2/2009". Ebbene su autorita.energia.it vi è scritto chiaramente
che "il sistema è pienamente operativo dal gennaio 2009"
e inoltre che per richiedere il bonus elettrico relativo all' anno 2008,
bisogna presentare la richiesta al comune di residenza
entro il 30 aprile 2009.
Potevano già avvisarci un mese fa ma, meglio farlo in ritardo,
almeno così i milioni stanziati dal governo ritornano al governo..

  • Chi ne ha diritto?
Ta dah !! Leggiamo un pò ..


Potranno accedere al bonus elettrico per
disagio economico
tutti i clienti domestici,
intestatari di una fornitura elettrica
nell’abitazione di residenza, con potenza impegnata:

  • fino a 3 kW, per un numero di persone residenti fino a 4
  • fino a 4,5 kW per un numero di persone residenti superiori a 4 e che presentino una certificazione ISEE:
  • con valore dell’indicatore fino a 7.500€ per la generalità degli aventi diritto,
  • con valore fino a 20.000€ per i nuclei familiari con quattro e più figli a carico.

Prima spiego cos'è la potenza impegnata che astutamente come al solito
non viene spiegata da nessuna parte, tranne che sul sito Enel dove
parla delle offerte e tariffe.
Per potenza impegnata si intende il valore massimo
della potenza prelevata nel mese
,
quindi i 3 o 4,5 Kw sopra indicati sono relativi ad un solo mese.

Metto il caso della mia famiglia, 4 persone, e guarda caso al mese
abbiamo un consumo di 3 Kw !!
WOW!! Allora posso usufruirne!
Leggiamo di quanto..

  • A quanto ammonta il “bonus elettrico”?

Descrizione Anno 2008 Anno 2009
Numerosità familiare 1-2 componenti € 60 € 58
Numerosità familiare 3-4 componenti € 78 € 75
Numerosità familiare oltre 4 componenti € 135 € 130
Disagio fisico € 150 € 144

Il valore del bonus è aggiornato annualmente
dall’Autorità entro il 31 dicembre
dell’anno precedente.

Per il 2008 ... 78 euro !!!..
78 euro ?!?! All' anno ???
Equivalgono a un bonus di 6,5 euro al mese.
Per il 2009 sono di meno, ahimè, solo 75 euro,
e cioè un 6,25 euro al mese.

Beh, calcolando le tariffe standard di Enel,
e prendendo 3 Kw come potenza impegnata
la bolletta si aggira sui 50 euro.
Un bonus di 78 euro l' anno,
con una famiglia che spende 50 euro di bolletta elettrica al mese,
contando che l' elettricità ( controllate le vostre bollette a casa )
è forse cioè che costa di meno ad ogni nucleo famigliare,
vi sembra un bel gran sostegno economico da parte del governo?

Siccome 1 + 1 fa sempre 2,
gira e rigira il governo mostra il lato bello al Paese parlando
di sostegni economici anche se poi non sono sufficienti
alle famiglie, ricordando anche la parte che non verrà riscossa
( e sarà tanta ) dagli italiani.

Finirà di nuovo tutto nelle casse dello Stato?




fonti www.autorita.energia.it
tgcom.mediaset.it

giovedì 19 febbraio 2009

Testamento biologico: Veronesi, referendum? Inutile se parla Papa




Roma, 18 feb. (Adnkronos Salute) -
Un referendum abrogativo per il provvedimento chiamato a
regolare lo scottante tema del fine vita? "Sarebbe inutile!".
Non tanto per la raccolte firme,
"quelle in realtà si mettono insieme in un attimo",
quanto per il risultato: "Se parla il Papa e dice di non andare a votare,
che cosa lo facciamo a fare? Sarebbe del tutto inutile".

A bocciare la proposta avanzata da alcuni esponenti del Pd,
capeggiati da Ignazio Marino, è l'ex ministro della Sanità
Umberto Veronesi, a margine di una conferenza stampa di presentazione,
oggi al Senato, del Secondo congresso mondiale per la libertà
di ricerca, in programma a Bruxelles dal 5 al 7 marzo.
Il referendum, che verrebbe promosso con l'obiettivo di ostacolare
il testo di legge messo a punto dalla maggioranza e in discussione in
Commissione Sanità a Palazzo Madama,
"non tocca certo un tema popolare, e rischia di ripetere l'esperienza
disastrosa dell'ultima volta", afferma l'oncologo riferendosi alla
debacle referendaria sulla legge 40.

Il provvedimento sul testamento biologico, dunque,
"verrà fatto,perché c'è una maggioranza granitica e compatta
- secondo Veronesi - ma sarà una 'non legge' che annullerà il concetto stesso
di testamento biologico.
Ho dedicato gran parte della mia vita a questo tema e ho scritto
quattro libri al riguardo - ricorda - e vi assicuro che
il testamento biologico era nato per un'esclusiva ragione:
dare alle persone che non vogliono una vita artificiale
la possibilità di
scegliere. Il resto sono solo chiacchiere.

Se il pensiero religioso impone" di non rinunciare all'alimentazione
e all'idratazione forzate "non discuto, ma che il pensiero del cittadino
non venga onorato e rispettato è un pessimo inizio di decadenza
civile del Paese", conclude.


fonte
www.adnkronos.com

mercoledì 18 febbraio 2009

Dove lo butto? Il sito per la raccolta differenziata




Ritorno sull' argomento della raccolta differenziata non per
fare polemiche o altro ma per consigliare un sito che trovato
che spiega bene come farla.

Il sito è www.dovelobutto.net
il sito per la raccolta differenziata di Milano che con una
semplice tabella vi suggerisce dove va ogni rifiuto
( colore del cassonetto ) e come vengono smaltiti.
Ad esempio molti non sanno che il contenitore
tetrapak è 100% riciclabile e che va gettato nel
cassonetto bianco
della carta dopo esser stato
lavato e asciugato.

Inoltre nel sito c'è un simpatico test che vi aiuta a capire
quanto conoscete la differenziata.
L'ho fatto io stesso e non ne ho sbagliato uno!!
Eh beh, sarà perchè mettendo sempre le notizie al blog
ormai ho imparato.
E se avete imparato anche voi è arrivato il momento di
metterlo in pratica!

Il numero verde gratuito dove chiedere info saulla differenziata
del sito sopra citato è 800332299

venerdì 13 febbraio 2009

Chiedere un prestito: meglio alla banca o alla posta?













Quanti di voi non riuscendo a fronteggiare le spese in famiglia
cedono al diavolo dei giorni nostri, colui che ci attenta,
ci propone vantaggi e nasconde dietro di se aspetti oscuri?
E' lui il prestito!

Abbiamo prestiti da poter fare con banche o poste,
anche se i prestiti alle poste sono sempre effettuati
verso banche dove la posta ci guadagna da intermediario e non poco!
Non metto le cifre e dettagli che potete trovare
tranquillamente sui siti di poste o banche
( specie nelle note microscopiche )
ma parlerò in generale.

Mettiamo il caso che vogliamo fare un prestito
in posta. Ci rechiamo alla sede più vicina e
il consulente ci consiglie il conto o tipo di prestito
più adatto.
Ad esempio ci servono 1000 euro, ma il consulente ci consiglierà
di chiederne qualcosa in più per la riuscita del prestito.
E qui c'è il primo ingrippo.
Successivamente ci dirà che si dovrà aprire un conto corrente
dove la posta preleverà le rate da ridare alla banca.
Il prestito funziona così:
la posta chiede il prestito richiesto ad una banca
e li mette su un conto corrente che quindi dovrà
esser aperto dal cliente e avrà un costo annuale
che sarà sui 30 euro.
Non tanto vero? Sì, ma è il prestito a pesare!
La posta sosterrà che le spese aggiuntive sono della banca ma...
non è così!!!
Vi troverete un imposta di bollo che dopo i primi due mesi sfiorerà i 10 euro
e altre spese di conto che si mescoleranno con la rata mensile del prestito
effettuato alla banca.
Se ad esempio chiedete 1000 euro di prestito,
questi finiranno tutti sul conto corrente e non in mano a voi,
cosicchè quei soldi non solo potranno ( come deve essere )
essere prelevati da voi clienti, ma inoltre saranno prelevati ogni mese
dalla banca come rimborso prestito e dalla posta per pagare spese
che guarda caso sono molte anticipate
come un costo di chiusura conto che pagherete subito!

La fregatura è palese! Invece di pagare la banca direttamente il prestito
userete i soldi per pagare le spese di posta e di conto corrente
cosìcchè i soldi da voi in realtà prelevati saranno di meno da quelli richiesti!
E di meno intento minimo 1/4 del totale.
Per fare un esempio, se chiedete un prestito di 2000 euro,
probabilmente se li prelevate non tutti subito almeno un 500 euro
non li vedrete più!

Quindi i prestiti alla posta sono palesi fregature, dacchè fanno da intermediari
e come ogni intermediario che si rispetti intasca quel bel pò di soldi
che non si dovrebbe prendere!
Quindi vi direte: allora chiedo direttamente alla banca!!!
Esatto!!
E dire che poi vi sentirete dire alla posta "Il conto corrente non
si può chiudere in anticipo" ovvio che ci provano e solo ringhiando
e facendo vedere che sapete che invece si può chiudere li farà
star tranquilli e forse fare le persone serie.

I prestiti alle banche sono diretti senza intermediari quindi
avrete un tasso di interesse che comunque non sarà tanto,
anzi vi sembrerà di pagare a rate l'esatta somma presa in prestito!
Il problema alle banche sorge quando durante il pagamento di un prestito
effettuato ( pagando a bollettini ogni mese ) vi ritrovate a chiedere
altri soldi in prestito.
A quel punto i tassi vi ammazzaranno economicamente vedendo il vostro
iniziale prestito aumentare e anche la rata mensile aumenterà del 25%.

In conclusione consiglio di non chiedere prestiti ma se proprio dovete
non fatelo alle poste!
E' come chiedere un prestito a Tizio domandando a Caio di fare da intermezzo.
Caio si prenderà la sua parte e il vostro prestito sarà superiore.
Alla fine pagherete i 100 soldi a Tizio e in più avrete pagato anche
Caio che nel prestito non dovrebbe centrare un cavolo!

Attenti!!
Soprattutto LEGGETE tutti i documenti che vi danno da firmare a costo
di stare lì tre ore soprattutto i particolari in piccolo e dove
il vostro consulente metterà le fatidiche X alle caselle.
LEGGETE tutto! LEGGETE LEGGETE!

lunedì 2 febbraio 2009

Bullismo? Ragazzate? NO! Razzismo!

Le notizie che si susseguono in questi giorni sui vari organi di informazione
son a dir poco deludenti e assurdi.
Molti etichettano le bravate di ragazzi senza cervello
come bullismo o appunto bravate.
NO!! E' razzismo!!
E' troppo facile fare di tutta l'erba un fascio, va punito
non chi è cinese, africano o rumeno, ma chi commette reato!
E' assurdo come vi regni ancora discriminazione nel 2009,
sembra che tutto sia cambiato e invece c'è sempre
qualcuno che dimentica il cervello nel cassetto del comodino
prima di uscire di casa.
Metto di seguito un video degli Ska-P, un gruppo che amo
sia per la musica che per i bellissimi testi.

Ska p - Mestizaje





Nero Africa, Est asiatico, indiano americano, africano musulmano
Bianco europeo, aborigeno australiano, cinque continenti in un solo cuore

Multirazziale, multiculturale, multirazziale e multiculturale

Dalle Filippine verso l'America centrale, dal Polo Nord al Madagascar
Questo fottuto mondo non è l'uomo e non tutti i cinque continenti in un solo cuore

Multirazziale, multiculturale, multirazziale e multiculturale

Senza frontiere, non bandiere, nessuna autorità!
Non ricchezza, non povertà, non disuguaglianza!
Ultime Utopia fermata sognare, mescolare, vivere in comunità

Burn GRITARÉ CHE LA BANDIERA DELLA FRATERNITÀ
Che cade il patriottismo e molestie razziali
CULTURA POPOLARE ...
[X2]

Ay, Ay, Ay, in cui la giustizia è crocifisso sull'altare della capitale
Ay, Ay, Ay, dove è la giustizia

Né la tua residenza, o la religione, o colore, nessuna differenza ti rende superiore
Stupido razzista goccia d'uomo, cinque continenti in un solo cuore

Multirazziale, multiculturale, multirazziale e multiculturale

Senza frontiere, non bandiere, non l'autorità di
Non ricchezza, non la povertà, la disuguaglianza non
Ultime Utopia fermata sognare, mescolare, vivere in comunità

Burn GRITARÉ CHE LA BANDIERA DELLA FRATERNITÀ
Che cade il patriottismo e molestie razziali
CULTURA POPOLARE ...
[X2]

Ay, Ay, Ay, in cui la giustizia è crocifisso sull'altare della capitale
Ay, Ay, Ay, dove è la giustizia
Ultime Utopia fermata sognare, mescolare, vivere in comunità

Burn GRITARÉ CHE LA BANDIERA DELLA FRATERNITÀ
Che cade il patriottismo e molestie razziali
CULTURA POPOLARE ...
[X2]